ABBONAMENTI SCONTATI PER GLI STUDENTI DELLA VAL SUSA E DELLA MONTAGNA: IL 9 GIUGNO SE NE DISCUTE IN REGIONE. MONACO PRESENTA UN ORDINE DEL GIORNO GRAZIE AL PROGETTO  DEI RAGAZZI DURANTE IL CONVEGNO DI “VALSUSAOGGI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  
Ecco uno dei primi frutti del convegno organizzato il 24 aprile da ValsusaOggi con gli studenti della Val Susa e l’istituto Ferrari di Susa. Il consigliere regionale di Giaveno, Alfredo Monaco, ha preso a cuore uno dei progetti presentati dai ragazzi durante la mattinata, in questo caso del Des Ambrois di Oulx, per chiedere la riduzione o delle agevolazioni sul prezzo dei trasporti per andare a scuola.  E ha presentato oggi un ordine del giorno ufficiale, che sarà discussa martedì 8 giugno durante il Consiglio Regionale del Piemonte, che ha proprio per oggetto “ABBONAMENTI MEZZI PUBBLICI STUDENTI”. 

 

 
 

Ecco qui il testo della mozione:

Premesso che

– A titolo di esempio, sono almeno 500 gli studenti che dalla Bassa Valle di Susa raggiungono l’Alta Valle di Susa per motivi di studio, in specie Oulx per frequentare il liceo Des Ambrois e la scuola Formont;

– questi studenti al momento pagano un abbonamento mensile per il servizio ferroviario pari a 100,50 euro;

– per opportuno paragone l’abbonamento Avigliana-Chiomonte, stazione precedente quella di Oulx, costa invece 54 euro mensili;

– a seguito delle rimostranze di studenti e genitori è stato risposto dal consorzio ExtraTo che la differenza (quasi il doppio) è dovuta alla frequentazione turistica della località di Oulx;

Considerato che

– gli studenti non sono assimilabili a turisti;

– non esistono alternative di trasporto, e che l’auto (per i maggiorenni) ha costo decisamente maggiore;

– occorre incentivare il trasporto pubblico per favorire l’abbattimento dell’inquinamento e una maggiore sicurezza degli alunni;

– i mezzi alternativi predisposti in caso di sciopero dei treni, come autobus, non sono alternative valide per questioni logistiche/organizzative in quanto non caricano gli studenti ad ogni stazione ma solo in alcuni paesi;

– l’esempio sopra riportato è indicativo e analoghi problemi si riscontrano in altre aree lontane dai grandi centri;  

 Ricordato che

– il 29 aprile 2015 il Consiglio regionale ha approvato l’odg 308 “ABBONAMENTI MEZZI PUBBLICI A COSTO RIDOTTO PER STUDENTI SCUOLE SUPERIORI – DDL 83 ART. ODG COLLEGATO EX ART. 87 DEL R.I.C.R.” a prima firma Valetti, in cui si impegna la Giunta “affinché siano dedicate risorse per la creazione di abbonamenti per autobus e treni a prezzo ridotto per gli studenti delle scuole superiori, come già avviene in area urbana torinese ed in alcune aree del Piemonte”;

Il Consiglio regionale impegna la Giunta

– a istituire un unico abbonamento studenti, nel momento in cui vi sarà l’effettiva uniformazione delle tipologie dei titoli di viaggio a livello regionale, basato su età e frequentazione di un istituto scolastico, e non sulla tratta da percorrere per raggiungere la scuola;

– in subordine, qualora non fosse possibile il punto precedente, a eliminare la classificazione “turistica” delle destinazioni quando l’abbonamento ferroviario è richiesto da studenti, in modo da favorire chi già vive in aree disagiate e deve percorrere diversi chilometri per raggiungere l’istituzione scolastica prescelta.

Primo firmatario 

Alfredo Monaco

  

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.