ALTA VAL SUSA, MULTE A FUORISTRADA E MOTO CHE PASSANO SUI PRATI DELLE PISTE DA SCI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SAUZE D’OULX – A seguito di varie segnalazioni fatte da alcuni cittadini e turisti alla polizia locale dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea e al Servizio Tutela Flora e Fauna della Città Metropolitana, che denunciavano la circolazione di moto e fuoristrada sulle zone adibite in inverno a piste da sci e sui prati del territorio del Comune di Sauze d’Oulx , gli agenti dei due enti hanno intensificato i controlli.

Nei giorni scorsi hanno multato un fuoristrada che dalla località Sportinia scendeva verso Sauze d’Oulx attraverso un’area che in inverno viene utilizzata come pista da sci. Una moto da cross che invece, alcuni attimi dopo, stava viaggiando sullo stesso percorso in senso inverso, non si è fermata all’alt imposto dagli agenti ed è scappato. Ma grazie alle riprese effettuate con lo smartphone e alle telecamere installate nel centro di Sauze, le forze dell’ordine stanno individuando il soggetto che era alla guida del mezzo.
Nei giorni precedenti sono stati eseguiti dei controlli anche in Valle Argentera a Sauze di Cesana e in Val Thuras a Cesana: anche in questi casi sono state date delle multe.
Le leggi in materia prevedono sanzioni da 75 a 120 euro, a seconda della gravità delle violazioni, e nei casi più gravi anche cifre maggiori, con il fermo amministrativo del mezzo.
Nuovo controlli verranno effettuati nei prossimi giorni anche negli altri Comuni dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea .

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Era ora …!!!!! bravi continuate cosi.
    Saranno sicuramente gente del posto, che sputano nel piatto dove mangiano durante i mesi invernali rovinando le piste .
    Complimenti alle forze dell`ordine che tutelano i turisti nelle loro camminate.

  2. bene per questi controlli , ma spesso motociclisti invadenti ed alle volte anche con mezzi senza targa “pascolano” liberamente per i prati e sentieri già dai mese di maggio/giugno…con il rischio di investire passanti e controlli nessuno..

  3. Dovrebbero anche intensificare i controlli riguardo assicurazioni, caschi omologati e non i soliti caschi da sci. Non solo multe a chi viene trovato sulle piste da sci. PS: vanno multati anche i soliti “signori” con bambini minorenni su fantomatiche moto da trial non omologate al trasporto di passegireri. (Sempre con il solito casco da sci)

  4. Queste multe vengono fatte anche ai maestri di sci o impiantisti locali che sono quelli che percorrono tutto l’anno con mezzi a motore prati e piste sentenosi o essendo piu’ protetti degli altri???
    Non dimentichiamo che quelli che sono piu’ abusivi con le moto sono questi signori locali e non i tedeschi o stranieri che non escono dalle strade sterrate e ci portano ancora dei soldi nella nostra valle nei periodi morti!
    A Sauze tutti i nomi d’arte dello sci sono sempre andati in moto da fuoristrada, prati ecc.. tanto i terreni sono loro ma forse risparmiano sul casco usandone uno multi stagione e non solo anche sulle multe.
    La legge sia uguale per tutti o no?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.