AVIGLIANA, ECCO COME OTTENERE I BUONI SPESA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI AVIGLIANA

AVIGLIANA – In sinergia con l’Unione Montana Vallesusa e il consorzio di servizi socio assistenziali Conisa, il Comune di Avigliana ha deciso di erogare i buoni spesa ai nuclei famigliari che verranno individuati attraverso modalità che tengono conto delle indicazioni ricevute dal Governo e dall’Anci.

Qui sono scaricabili il modulo e l’avviso:

La quota assegnata dalla presidenza del Consiglio dei ministri nell’ordinanza del capo del dipartimento di Protezione civile N. 658/20 al Comune di Avigliana è di 66.603, euro.

I richiedenti hanno tempo fino al 15 aprile per inoltrare le domande alla mail del Conisa serviziosociale.avigliana@conisa.it. Per maggiori informazioni è possibile contattare il consorzio i numeri telefonici 011-9311225 e 334-3610938 oppure il Comune di Avigliana al numero 331-6751832.

Gli operatori del Conisa vaglieranno le domande ricevute e invieranno al Comune l’elenco degli aventi diritto. I richiedenti potranno essere quindi contattati telefonicamente dal consorzio socio-assistenziale che provvederà così a reperire ulteriori informazioni utili all’istruttoria della domanda che terrà conto della composizione del nucleo famigliare, della situazione socio-economica (presenza di persone con disabilità o non autosufficienti, neonati, affitto prima casa), dello stato occupazionale soprattutto in relazione alle variazioni intervenute in seguito all’emergenza Coronavirus.

I nuclei famigliari aventi diritto al buono spesa saranno contattati direttamente dagli uffici comunali che daranno indicazioni per il ritiro. Il buono potrà essere ritirato esclusivamente su appuntamento e a partire indicativamente dalla fine della prossima settimana. Con i buoni spesa, che ricordiamo non essere monetizzabili, verrà consegnato anche l’elenco degli esercizi commerciali, che avranno aderito all’iniziativa, presso i quali potranno essere spesi i buoni stessi. L’elenco sarà pubblicato anche sul sito del Comune non appena completato.

«Abbiamo scelto questa formula – spiega il sindaco Andrea Archinà – perché già utilizzata in passato, con ottimi riscontri sia da parte dei commercianti che dei beneficiari e che ci permette quindi di coinvolgere anche il commercio di vicinato attraverso uno strumento che gli operatori già conoscono. Anche in questa fase abbiamo scelto di avvalerci del supporto di Confesercenti per ricevere e formalizzare le adesioni e gestire i successivi rimborsi. Gli esercizi commerciali che potranno aderire all’iniziativa sono quelli che vendono generi alimentari (sono esclusi alcolici e tabacchi), inclusi i supermercati, le farmacie e le para-farmacie. Nei prossimi giorni saranno contattati per verificare la disponibilità e quindi raccogliere l’adesione all’iniziativa che è totalmente gratuita”.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.