AVIGLIANA, UN BANDO PER RIAPRIRE L’EX DINAMITIFICIO NOBEL

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI AVIGLIANA

AVIGLIANA – L’Amministrazione Comunale di Avigliana sta lavorando alla riattivazione del complesso dell’ex Dinamitificio Nobel. L’iniziativa si colloca tra quelle già intraprese per la valorizzazione del territorio e lo sviluppo locale dell’offerta turistica, a seguito di un percorso di accompagnamento sviluppato già nel 2019 con la società Avanzi, Sostenibilità per Azioni specializzata in rigenerazione urbana. Nei giorni scorsi è stato quindi pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse per individuare soggetti disponibili all’attivazione di un Tavolo di co-progettazione che porti alla creazione di un rapporto di partenariato. Saranno così individuati soggetti del Terzo settore quali partner del Comune di Avigliana e, una volta elaborata la proposta progettuale definitiva, potrà essere stipulata una convenzione tra l’ente proponente e gli altri soggetti coinvolti. Un approccio innovativo che mira a riorganizzare e riprogettare la gestione dell’ex Dinamitificio Nobel, sulla base di percorsi avviati già dal 2020 con il progetto Inneschi. Grazie a un contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo attraverso il bando Civica, sono stati infatti avviati spazi di incontro, discussione e scambio per la comunità aviglianese attraverso nuovi e antichi strumenti culturali e civici. I percorsi e i laboratori, quali la mappatura collaborativa, la radio di comunità, il gioco, hanno avuto come sede e come luogo di riferimento l’ex Dinamitificio Nobel, ma date le complessità causate dal periodo pandemico, “Casa Inneschi” è stata di fatto un luogo itinerante in Avigliana. L’esperienza del progetto Inneschi ha fornito in particolare lo spunto per valutare l’ipotesi alternativa di una gestione e valorizzazione in collaborazione con il Terzo settore, valendosi degli specifici strumenti normativi a disposizione. Il Tavolo di co- progettazione non partirà così da zero e potrà quindi decidere di capitalizzare e consolidare il percorso fatto finora. “Il bando emanato – afferma il sindaco di Avigliana Andrea Archinà – rappresenta il punto di caduta di un lungo percorso affrontato sin dall’inizio dello scorso mandato amministrativo per rinnovare la gestione dell’ex Dinamitificio Nobel. Il progetto ha subito ritardi e adeguamenti dettati dalla pandemia, impattando in modo importante proprio sugli Enti a cui si rivolge. Non più soltanto un luogo museale, ma un vero e proprio centro di produzione culturale e sociale che integri funzioni trasversali in grado di coinvolgere pubblici differenti e per questo garantire esperienze ancora più coinvolgenti”. La porzione di proprietà pubblica dell’ex Dinamitificio consiste in 23.000 metri quadri, in gran parte coperti di aree verdi. I tracciati che lo attraversano sono in prevalenza interrati. L’area comprende un percorso museale da ammodernare sviluppato in dodici tappe, che coprono circa 2150 metri quadrati di superficie complessiva. All’interno dell’ex Dinamitificio si trovano:

1) Due locali didattici: ex sala video ed ex sala dei laboratori didattici.
2) Due locali accessori: i servizi igienici e il locale tecnico.
3) Il locale adibito a segreteria e biglietteria del museo.
4) Il locale dell’ex Biblioteca del Dinamitificio.
5) Un locale ristorazione, di circa 100 mq.

Fa parte del complesso anche il rifugio antiaereo, con il relativo allestimento museale e possono essere considerati, per lo sviluppo della progettazione, il prato verde e l’area picnic adiacenti all’ingresso principale. Gli interventi e le attività oggetto della procedura di co-progettazione si svolgeranno per l’arco temporale massimo di quindici anni, a decorrere dalla data di sottoscrizione della convenzione. Potrà inoltre essere convenzionato un primo periodo sperimentale, nell’ambito della co-progettazione, di durata fino a due anni, che farà parte della durata complessiva di 15 anni. La consegna degli spazi avverrà con apposito verbale, sottoscritto dall’Amministrazione Comunale e dal partner individuato. Alla scadenza della convenzione gli spazi dovranno essere riconsegnati al concedente, con tutte le opere di adeguamento apportate.

Si ricorda che la data di scadenza per partecipare al bando è il 12 settembre. Per maggiori informazioni, modulistica e documentazione cliccare il seguente link.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.