BARDONECCHIA E LA SCUOLA MATERNA / PAISIO SCRIVE DOPO LE DIMISSIONI: “SONO STATO UN INGENUO, SPERAVO NELLO SPIRITO DI FRATELLANZA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di CRISTIANO PAISIO (Consigliere comunale di minoranza)

Ho peccato di ingenuità. Come uomo di legge ero convinto di poter discutere, con giurisprudenza al seguito, le mie ragioni (e quelle di un gruppo di lavoro affiatato e coeso).

Non mi trovavo in in un’aula di tribunale ma nella sala del Consiglio Comunale del Paese Alpino Bardonecchia (cit. Sindaco Avato). Non sono valse le ragioni del risparmio, della buona amministrazione, della volontà di voler superare uno Statuto datato che ingessa le famiglie in cinque figure con responsabilità amministrative, civili e penali: non é valsa la volontà di migliorare l’organizzazione della scuola. Eppure l’ho sempre comunicato in tutti gli incontri con i genitori, con le persone che me lo chiedevano, con chi avesse a cuore il futuro della scuola. Preciso che non é il mio piccolo feudo, ma un luogo ho imparato e conosciuto bambini, famiglie, persone stupende.

“La legge é legge. Signor Presidente. Lei é un uomo di legge. Comunque la maggioranza ha intenzione di sollevare l’eccezione di incompatibilità”.

Il presidente della Scuola Materna, pertanto, si dimette.

image

L’ingenuità é stata anche quella di credere nello spirito di cooperazione, fratellanza, solidarietà (più volti citati durante il Consiglio). Non sono riuscito a farmi capire, a spiegare il motivo per cui ho deciso di candidarmi: per cambiare lo Statuto, per esonerare da enormi responsabiltà i genitori, per migliorare il bilancio, per far risparmiare al Comune del denaro (vista la situazione economica), per migliorare i locali ed adeguarli alle sempre più restrittive normative, per mettere in sicurezza i manufatti esterni.

Come Presidente non sarei mai riuscito a portare a compimento tali propositi (ma nessuno lo ha mai chiesto, nessuno ha mai incontrato il personale della scuola, nessuno ha mai visitato la scuola sic!!). Il lavoro deve essere compiuto dall’interno dell’istituzione, dai banchi della minoranza come da quelli della maggioranza, collaborando con le Istituzioni del paese alpino Bardonecchia. Il Presidente é ancora con tutta la scuola per portare a compimento questa “utopia” possibile.

Un ringraziamento particolare e speciale lo rivolgo a tutte/i ed ogni bambina e bambino, a tutte/i ed ogni genitore, alla coordinatrice, alla cuoca, alla maestra di musica, alle maestre, alla segretaria, al personale ed a tutti i componenti del Consiglio che mi hanno sopportato e supportato. Grazie di cuore. Grazie.

 

CRISTIANO  PAISIO

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.