BARDONECCHIA, PROTESTA SOCIAL PER LA MORTE DELLA MOVIDA: “NON C’E’ PIU’ NULLA PER I GIOVANI, STA DIVENTANDO UN PAESE PER ANZIANI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CORINNE NOCERA

Scoppia la protesta “social” per la morte della movida bardonecchiese: a causa di un post di una turista torinese, pubblicato sulla pagina facebook “Sei di Bardonecchia se…”, molti abitanti della bella cittadina e tanti altri dell’alta Valsusa, stanno dicendo la loro su questo problema.
“Spendere un bel po’ di soldi per venire a Bardonecchia a riposare e poi passare tutte le notti in bianco è proprio il massimo… Ma sta movida notturna! Metterei non dico cosa e farei saltare in aria tutti quei caproni che impunemente se ne fregano e disturbano. Ma l’amministrazione comunale che fa??? Non dà regole? Che schifo anche Bardonecchia sempre peggio, da dimenticare!!!”.
Ecco il post incriminato: da ormai due giorni stanno piovendo commenti di ogni genere, la maggior parte contrari all’opinione della signora che ha reso pubbliche queste frasi.
“A mio parere sarebbe bello movimentare un po’ la città, non ci perderebbe assolutamente nessuno!” qualcuno dice, e altri continuano:”A Bardo sono graditi solo anziani e bambini, con moderazione eh?!”. Ed ancora: “Non hanno mai voluto creare movida a Bardonecchia!”.
Ma i più offesi sono i giovani del posto, infatti Francesca spiega: “Ragazzi… Movida!!! Ma non siamo a San Salvario. Perché diciamocela tutta… Non c’è nulla da fare nè per i giovani nè per i meno giovani. Non ci sono i soldi per farlo? Chissà perché?? Perché non c’è turismo. Il turismo non sono 4 villeggianti in croce che si portano la spesa da Torino. E perché non c’è turismo??? PERCHÉ NON C’È NIENTE DA FARE!!! Si organizza una serata e subito vengono chiamate le forze dell’ordine. Apri un locale e te lo chiudono. Vi ricordo solo che Bardonecchia è un paese turistico e deve vivere di turismo. Si lavora e si mangia grazie al turismo. Se vuoi la pace, ti compri una bella casetta in punta allo Jafferau. Se te la compri in via Medail, non ti lamentare se dieci giorni all’anno c’è qualche anima. Non ti lamentare se a mezzanotte hai un gruppo che suona musica dal vivo sotto casa. Non ti lamentare dei mercatini. Non ti lamentare della musica lontana della festa della birra. Non ti lamentare se ti sei comprato una casa sopra un locale pagandolo di meno del prezzo di mercato. Ma chi dà ancora retta a queste persone che invocano autorità e amministrazione comunale? Io spero che nessuno più prenda sul serio queste cose. Per gli schiamazzi notturni (che ci sono anche a Torino) si chiamano i carabinieri. Ma che si prenda sul serio il fatto che chi ha la seconda casa qui pretende di imporre orari e regole a chi vive tutto l’anno. Vi auguro che un giorno i bardonecchiesi si siano rotti tutti i coglioni di vivere qua, così vi sveglierete una mattina e non ci sarà un posto per andare a comprare il pane, o prendere un caffè o comprare il giornale. Bardonecchia sarà un paese fantasma. Tutti i vostri bellissimi alloggi in vendita o in affitto. E non varranno più nulla. Non è apocalittico. È pieno di posti in cui è successo. Magari la smetterete di pretendere rispetto perché qui portate i soldi, pretendendo persino di non rispettare il codice della strada per quello…”
E conclude: “Poi spiegatemi perché è un problema addormentarsi un po’ più tardi la sera se c’è qualcosa da fare in via Medail? Perché dovete svegliarvi presto al mattino per essere i primi in posta o in banca, se poi nella giornata non andate nemmeno a farvi una gita in montagna? Non si lamentano i residenti che la mattina si alzano per andare a lavorare. Mano sulla coscienza. Le cose non vanno e certe proteste non costruttive non portano da nessuna parte”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. In montagna ci si alza presto per andare a camminare in montagna o comunque fare attività di montagna. Bardonecchiesi, prendete esempio dalle località dell’ Alto Adige dove tutti, giovani, vecchi, bambini, zaino in spalla e pedule ai piedi camminano. Non c’è movida, ma i turisti sono tantissimi e portano tanti soldi perchè l’organizzazione è perfetta. Inoltre non sono state privilegiate le seconde case, ma gli alberghi, le pensioni, ecc.
    Datevi una svegliata che è meglio e ricordatevi che in un posto degradato, brutto, poco curato e tutto cementificato vengono solo quelli che non possono andare altrove o i ragazzotti per fare casino e basta.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.