BARDONECCHIA PUNTA SUL TURISMO NORVEGESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Trampolino di Holmenkollen

dal COMUNE DI BARDONECCHIA

BARDONECCHIA – In ricordo dei grandi saltatori norvegesi, i fratelli Smith, che sul trampolino di Bardonecchia nel 1909 stabilirono il record mondiale di salto con gli sci, Bardonecchia lancia una nuova campagna di promozione nel grande Nord.

La Norvegia e l’Italia alpina, rappresentata nella presente circostanza dalla municipalità di Bardonecchia, pur essendo fisicamente e geograficamente distanti, sono indiscutibilmente unite da un analogo predominante contesto montano, da una grande vocazione per gli sport invernali, in particolare lo sci, ma soprattutto da importanti radici sportive comuni, in quanto il 31 gennaio 1892 il più antico trampolino per il salto con gli sci esistente al mondo fu inaugurato come salto naturale sulla collina di Holmenkollen a Oslo (in Norvegia), nel 1901 a Bardonecchia si tennero i primi Campionati Italiani di sci e nel 1909, sul primo trampolino di salto italiano costruito a Bardonecchia nel 1908, Harald Smith saltò 43 metri, stabilendo il record mondiale, trattandosi del salto più lungo eseguito fino ad allora, e unendo per sempre il proprio nome e la propria nazionalità a quello di Bardonecchia, dandole grande lustro e ricevendone da essa altrettanto.

Sulla base di tali premesse il 28 dicembre scorso in Consiglio Comunale è stato approvato un patto di collaborazione tra la municipalità di Bardonecchia e la Federazione sciistica norvegese, SKIFORBUNDET, nella persona del Direttore della Sezione di Salto con gli Sci Clas Brede Bråten.

Trampolino di Holmenkollen

Il patto, che ha trovato da subito sostegno e interesse in tre co-partners importanti: Colomion SPA, Consorzio Turismo Bardonecchia e Turismo Torino e Provincia, verrà firmato a Oslo, presso il prestigioso trampolino di HomenKollbakken il 10 gennaio 2019.
Seguiranno una cena di gala per la presentazione turistica della Località al cospetto del Direttore della sezione di salto con gli sci della Federazione norvegese, Clas Brede Bråten, dell’Ambasciatore italiano a Oslo, del Presidente della Camera di Commercio italo-norvegese, di Enit, di Visit Oslo e Oslo Turist Forenig, gli enti del turismo norvegese, e di tour operator e giornalisti sportivi e, dall’11 al 14 gennaio, la partecipazione con uno stand brandizzato rigorosamente in norvegese, all’importante fiera turistica scandinava Rejselivsmesse.

Obiettivi: raggiungere il mercato individuale e organizzare un workshop per operatori sulle nostre montagne a marzo 2019.

In rappresentanza del Comune il Sindaco, Francesco Avato, e il Consigliere con Delega al Turismo, Carola Scanavino.

In rappresentanza del Consorzio Turismo Bardonecchia il Presidente, Giorgio Montabone
In rappresentanza di Colomion Spa, il Direttore commerciale, Enrico Rossi
In rappresentanza di Turismo Torino e Provincia il Responsabile del Turismo Montano e Sportivo, Alberto Surico

Un grande progetto di interscambio, dunque, reso possibile grazie alla preziosa e imprescindibile collaborazione e intermediazione della SKIFOBUNDET DI OSLO allo scopo di stabilire un vincolo duraturo di cooperazione solidale per favorire la conoscenza reciproca e l’istituzione di relazioni di collaborazione attraverso scambi, iniziative ed esperienze che abbiano come obiettivo quello di sensibilizzare rispetto alle comuni radici sportive, valorizzandole in ogni modo, e promuovere scambi sportivi e turistici per le motivazioni suddette.

Il sindaco di Bardonecchia, Francesco Avato: “Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale hanno ritenuto, con questa iniziativa, di dare il giusto riconoscimento a due personalità- i Fratelli Smith- che con le loro imprese sportive hanno contribuito in maniera decisiva a consegnare un nuovo destino a Bardonecchia, determinandone lo sviluppo, la crescita e il benessere. Si tratta, quindi, di un ringraziamento postumo e doveroso, poiché senza il magico incontro fra gli Smith e le nostre magnifiche montagne la nostra località non sarebbe probabilmente diventata ciò che ora è, cioè una delle più importanti località sciistiche e turistiche dell’intero arco alpino. Speriamo che questo necessario atto di memoria storica sia il viatico per una nuova ed importante relazione fra persone che operano e lavorano per uno sviluppo armonico dello sport, del turismo e della montagna”.

Carola Scanavino, consigliere con Delega al Turismo, spiega: “L’idea di una linea di promozione del nostro territorio che coinvolga i Paesi Scandinavi è da sempre presente nei programmi dell’attuale Amministrazione, ritenendo il mercato nordico un target particolarmente tagliato sulla nostra località per ragioni sociali ed economiche non trascurabili, in quanto la popolazione nordica è in prevalenza costituita da famiglie giovani con bambini, con una particolare predilezione per vacanze all’insegna dello sport e di una vita sana a contatto con la natura e una buona capacità di spesa. Siamo partiti dalle nostre radici comuni, dalla nostra illustre storia sportiva comune, forse troppo spesso dimenticata. Nel patto, infatti, si citano anche i nomi dei nostri grandi saltatori, Piero Rossi in testa e poi Bruno Bonaiti, Mario Arnaud, Edo Allemand, Teresio Vachet, Giorgio Grimaldi, Marino Campolo, Giuseppe Montanaro, Elvio Gorassini, Giulio Alimonti, Toni Floriani e Giovanni Montabone, con la grande convinzione di proporre ai Norvegesi una località che ha molto da offrire, ma soprattutto molto da raccontare, proprio perché ciò che di così importante abbiamo in comune conferisce al ‘prodotto Bardonecchia’ un quid di credibilità e di appetibilità in più. Siamo molto felici di aver realizzato questo primo importante step e partiamo per Oslo pieni di entusiasmo.

La parola passa al Presidente del Consorzio Turismo Bardonecchia, Giorgio Montabone: “Tra gli impegni programmati dal Consorzio Turismo Bardonecchia vi è quello di pianificare operazioni di marketing che portino il prodotto turistico ‘Bardonecchia’ nei mercati più interessanti anche attraverso la promo-commercializzazione della località e la partecipazione a fiere saloni e work-shop nazionali e internazionali. L'”operazione Oslo” apre un’ attenzione per il mercato norvegese che riteniamo possa essere di grande interesse. Il patto di collaborazione con la Federazione Sciistica Norvegese e la partecipazione alla fiera di Oslo con l’incontro di numerosi tour operator rappresenta per noi un impegno sul mercato scandinavo che siamo sicuri produrrà risultati importanti in termini di presenze norvegesi tra i futuri turisti di Bardonecchia”.

Continua il direttore marketing di Colomion S.P.A., Enrico Rossi: “L’intuizione del fratelli Norvegesi Smith, che all’inizio del 900 hanno portato lo sci a Bardonecchia, è stata fondamentale per lo sviluppo della nostra località. Grazie allo sci oggi Bardonecchia è diventata una rinomata località turistica conosciuta un tutta Europa, con un comprensorio sciabile di 100 km di piste e più di 500.000 sciatori ogni inverno, e un indotto importante su tutte le attività della nostra cittadina, dai maestri di sci, agli alberghi, negozi e ristoranti. In conclusione il legame tra Bardonecchia e la Norvegia, iniziato nel 1909 quando Harald Smith ha costruito il trampolino, è molto forte e speriamo che, grazie alla collaborazione che si sta instaurando con questo incontro, possa diventarlo ancora di più e che nei prossimi anni i turisti Norvegesi possano venire a visitare Bardonecchia e assaporarne l’ospitalità”.

Conclude il responsabile del Turismo Montano e Sportivo di Turismo Torino e Provincia, Alberto Surico: “Turismo Torino e Provincia, Convention & Visitors Bureau della città di Torino e del suo territorio montano, è, come noto, l’organismo preposto alla promozione della destinazione come meta di turismo sportivo, naturalistico, culturale per viaggi individuali e di gruppo, congressi, convention, viaggi incentive e turismo d’affari Turismo Torino e Provincia e in quanto tale ha manifestato da subito interesse per lo sviluppo di una cooperazione con la Norvegia in chiave turistica e di cultura sportiva, alla realizzazione della quale abbiamo prestato con convinzione tutto il nostro sostegno”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. La Norvegia è un paese molto eco cosciente, quasi tutti i taxi sono elettrici.
    E questi vorrebbero mandarli a fare lo slalom in mezzo alle auto di via medail?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.