BUTTIGLIERA ALTA, DA 40 ANNI GEMELLATA CON JOUGNE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI BUTTIGLIERA ALTA

BUTTIGLIERA ALTA – L’Amministrazione Comunale di Buttigliera Alta ha ripreso i contatti con gli omologhi francesi di Jougne, in vista delle celebrazioni del 40ennale del gemellaggio tra i due paesi divisi dalle Alpi. Nel 2021, cade l’importante anniversario del patto di amicizia stretto nel 1981 e le due amministrazioni hanno intenzione di suggellare l’evento, con un incontro e una serie di iniziative, da commisurare alle disposizioni di prevenzione della pandemia da Covid-19.

“Ci ha fatto molto piacere riprendere i contatti con i nostri gemelli d’oltralpe, fermi da qualche tempo, in occasione di questo 40ennale – conferma il sindaco Alfredo Cimarella – Abbiamo concordato di vederci da noi, a Buttigliera, a fine settembre, in occasione della Festa di San Maurizio, sfruttando la ricorrenza del comune santo patrono. Ovviamente, tutto dovrà essere calibrato alle disposizioni in vigore in quel periodo, auspicando che per l’inizio dell’autunno si possano riprendere gli scambi internazionali e le manifestazioni in presenza”.

L’Assessore alla Cultura nonchè vice sindaco Laura Saccenti, che conduce la macchina organizzativa del 40ennale, evidenzia come questo gemellaggio sia basato su concrete radici storiche, che legano da più di un secolo le due comunità di Buttigliera Alta e Jougne.

“Esattamente 130 anni fa, altra ricorrenza che vorremo celebrare a settembre, i fratelli Vandel, nativi di Jougne, vennero in Italia alla ricerca di un luogo idoneo dove impiantare la loro industria metallurgica e trovarono nella zona adiacente la Dora Riparia, lungo la via internazionale tra Francia e Italia, la sede migliore” ricorda Laura Saccenti.

Alla fondazione dello stabilimento seguì l’arrivo di una colonia di maestranze francesi da Jougne, che diede vita al villaggio di Ferriera, facendo nascere la seconda anima del territorio buttiglierese, trasformatasi, negli anni, dal seme lanciato da Jougne, uno dei poli industriali più importanti per l’economia dell’intera valle. Radici storiche evidenti ancora oggi, dopo 130 anni, nella struttura urbanistica del centro storico della frazione, ma anche nella memoria della toponomastica.

Le corrispondenze tra i due piccoli centri divisi dalle Alpi sono legate anche alla geografia e all’orografia: Jougne, nella regione della Borgogna, sorge ai piedi della Alpi al confine con la Svizzera, come Buttigliera Alta è ai piedi della Alpi al confine con la Francia. Entrambi i territori hanno un centro abitato collinare e una frazione industriale in pianura.

“Speriamo che nel mese di settembre l’emergenza sanitaria ci consenta di realizzare le iniziative che stiamo programmando, accogliendo una delegazione di Jougne – chiude il vice sindaco Saccenti – Nel frattempo, proseguiamo i contatti con il sindaco francese Michel Morel e con la mia omologa, l’Assessora Geraldine Tissot”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.