CASELETTE, MOSTRA DI RICAMO IN BIBLIOTECA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di PINO SCARFÒ

CASELETTE – In occasione dell’inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Unitre, ieri mattina, presso Sala Italia 150 della biblioteca civica di Caselette, è stata inaugurata la mostra dei manufatti realizzati durante il laboratorio taglio, cucito e ricamo, nel quale viene insegnato anche il ricamo Bandera.

Un metodo che sorge nel XVIII secolo presso casa Savoia, quando giunse a corte la duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours. La Nemours, viste le difficoltà economiche della famiglia reale, che aveva impegnato le proprie risorse per finanziare le guerre, e poiché bisognava comunque rimodernare l’arredo di casa Savoia, soprattutto poltrone e letti a baldacchino, utilizzò una nuova tecnica del rivestimento adottando il ricamo Bandera. È un ricamo a punti liberi realizzato su uno speciale tessuto bianco detto tela Bandera.

La tela veniva acquistata a Chieri e ricamata con immagini geometriche, poi floreali, copiate dagli intarsi dei mobili del Piffetti. Verso la fine dell’800 il ricamo perse di interesse, ma rifiorì con l’intervento della contessa Consolata Beraudo di Pralormo, copiando rappresentazioni prodotte nei vari castelli della città di Torino e dintorni.

“Il primo laboratorio è stato avviato sette anni fa e quest’anno ci sono 25 iscritti. Oggi insegniamo diversi tipi di ricamo, tra i quali il Bandera, Bricco e altri più semplici”; affermano le insegnanti Bruna Fusero e Anna Suppo. La mostra chiuderà questa sera (domenica 23) e si può visitare dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.