CORONAVIRUS SUSA, 106 POSITIVI NELLA CASA DI RIPOSO. IL SINDACO: “SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SUSA – Il Comune di Susa interviene sul boom di contagi nella casa di riposo San Giacomo a Susa: “Nella giornata di ieri sono stati resi pubblici i dati relativi al numero di persone positive al COVID-19 ricoverate alla RSA San Giacomo, a seguito dei tamponi effettuati dall’ASL nel fine settimana, che corrisponde a 81 anziani e 25 operatori” spiega il sindaco Genovese.

“Attualmente i soggetti positivi non presentano sintomi e sono monitorati con attenzione dal personale sanitario presente in struttura e della ASL – aggiunge il sindaco – i responsabili della struttura hanno informato tempestivamente all’insorgere dei primi casi l’ASL, il Comune e l’Unità di Crisi della Regione Piemonte, garantendo agli ospiti le cure necessarie e attuando in stretta collaborazione con la ASL le misure previste dai protocolli sanitari”.

“La situazione è seguita con grande attenzione anche dalla nostra Amministrazione Comunale, dal sottoscritto in prima persona che con il doppio ruolo di operatore sanitario e di Sindaco mantiene contatti costanti con la responsabile della struttura e i servizi ASL competenti” spiegano dall’amministrazione comunale “Mi preme pertanto sottolineare che attualmente la situazione sia sotto controllo: le persone ricoverate sono in buone condizioni e la loro assistenza è garantita dal personale in servizio, che conferma anche in questa circostanza grande professionalità e dedizione nella gestione della situazione interna e nei contatti con i familiari all’esterno”.

Secondo il sindaco di Susa si sta facendo “allarmismo”: “In considerazione della delicatezza del momento, del rispetto nei confronti dei professionisti che operano all’interno della struttura, nei servizi competenti dell’Asl e delle emozioni che vivono gli operatori interessati e i familiari delle persone ricoverate, ci dissociamo da ogni forma di ingiustificato allarmismo diffuso tramite i canali informativi e social”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Allarmismo? Se non è grave la situazione con 80 anziani positivi perché asintomatici allora non dovrebbe risultare grave neanche la situazione generale in Italia visto che i positivi asintomatici sono la stragrande maggioranza.
    Due pesi e due misure?

  2. 81 positivi su circa 200 ospiti e, secondo il sindaco si Susa, si sta facendo dell’allarmismo!!!!!!!! Siccome mia madre è ricoverata in quella struttura quando è che dovrò cominciare a preoccuparmi? Quando i positivi saranno 200 su 200?

  3. INCAPACI come SEMPRE!
    Non fanno vedere gli ospiti ai parenti ma si infettano comunque guarda caso…migliorare i protocolli interni e vigilare di più no eh…??

  4. 106 positivi e tutto è sotto controllo?? ma per favore… questi poveri anziani sono stati soli 4 mesi, poi ci hanno visto da finestre, porte e non si sa quali altre amenità a distanze di 4 metri perché sembrava che un pezzo di plexiglas costasse troppo e adesso sono tutti infetti, poverini, e questo signore ha il coraggio di dire che tutto va bene. Poverini nonni privati dell’affetto di amici e parenti, evidentemente infettati dal personale non dovutamente controllato e ora ci si deve pure sentir dire che tutto è sotto controllo. Provo una pietà immensa per questi nonnini a cui auguro con tutto il mio cuore di guarire, ma di certo non è tutto sotto controllo, non prendeteci in giro.

  5. Ripeto ciò che ho già scritto sotto l’altro articolo. Il Covid ha un tasso di mortalità circa del 2,5% in una popolazione di tutte le età. Ma l’85% di quei morti ha più di 70 anni, a prescindere dalle patologie pregresse. Vista l’età media degli ospiti e le patologie pregresse, se la statistica non è un’opinione, o il San Giacomo è la casa di riposo più fortunata del mondo, o molti casi (verosimilmente più della metà) sono diversamente asintomatici.

  6. Secondo il PROTOCOLLO , e bravo il Sindaco , un genio come il governo attuale , è ovvio che il COVID 19 lo ha portato la befana o forse sarebbe più logico gli operatori della RSA , che entrano e escono , mentre gli ospiti sono reclusi senza poter vedere i loro cari . Nonostante l’esempio di Francia e Germania che hanno aperto le scuole a inizio Settembre e si sono scatenati i contagi . Facile prevedere se si è meno ottusi dei governanti attuali . Eppure i protocolli sono rispettati all’interno delle scuole ………………..ma FUORI ? Assembramenti tra studenti , mezzi pubblici vergognosamente strapieni ed ecco che i contagi schizzano alle stelle. Cari Amministratori e guardarsi un po’ intorno ? BUFFONI INCAPACI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.