CORONAVIRUS: LE CHIACCHIERE DEL GOVERNO E LE BOLLETTE DA PAGARE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CLEMENTINA INCALZA

AVIGLIANA – Buongiorno, mi chiamo Tina e vivo ad Avigliana. Che dire? Penso che nei miei 49 anni di età non ho mai visto nulla del genere. Eppure siamo qui a lottare contro un virus che nessuno conosce e nessuno sa come annientarlo. Ormai reclusi nelle nostre abitazioni da un mese e più.

Ma più del virus che ci potrebbe uccidere, dobbiamo lottare contro la burocrazia di un governo instabile e impreciso dove si dice tanto, ma poi nulla viene fatto. Io e mio marito siamo a casa dai primi giorni del mese di marzo, ci é stato imposto di stare a casa e fin qui tutto ok, lo facciamo. Abbiamo fatto richiesta di disoccupazione e cassa integrazione, ma non si sa quando e come saranno erogate. Fino ad oggi a stento abbiamo pagato affitto, luce e gas.

Con la promessa che il governo nei mesi di emergenza avrebbero provveduto ad annullare oppure al quanto diminuire affitti, bollette, mutui, ecc.. A mio parere tutti bla! bla! bla! Ma ciò voluto credere ancora una volta. Comunque le mascherine le devo comprare come anche i guanti in lattice per proteggerci, compro il necessario per la casa, l’affitto di questo mese sarà giá dura pagarlo, la connessione internet per far studiare mia figlia visto l’impossibilità di andare a scuola la devo pagare.

Ma che oggi 14 aprile, quando di fronte a noi si prospetta ancora un mese forse più di fermo lavorativo. Mi arriva una fatturazione Enel di quasi 150 euro di cui: 50 euro di consumo, il resto solo tasse, in più il canone Rai. Adesso mi chiedo: ma in un periodo di estrema emergenza non é vergognoso da parte loro tutto questo? Se devo stare in casa e non poter lavorare, come pensate che io possa pagare un importo simile, che in una situazione di normalità non mi peserebbe, ma oggi si?

Oggi non posso permettermelo né io e penso come me tanti altri. Per questo sto dando sfogo alla mia rabbia per uno stato che non capisce, che non comprende e che soprattutto non é in grado di governare il proprio popolo. Preferirei tornare a lavorare in trincea e morire sul campo finché Dio me lo concede.

Che stare qui a morire di fame aspettando uno stato che ci ha abbandonato al nostro destino. Hai i soldi? Ok vivi. Non li hai? Ok muori. Questa é dittatura e puro egoismo. Nulla di diverso dallo stato americano. Hai l’assicurazione sanitaria? Ok ti possiamo curare. Non ce l’hai? Mi dispiace devi morire.

Fate qualcosa o presto la gente morirà. Ma non di virus, ma di fame. Grazie mille per lo sfogo. Date voce al popolo italiano. Solo così ne usciremo vivi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

25 COMMENTI

  1. Non ci sono commenti….. SPERIAMO, che qualcuno possa prendere in mano la situazione perché secondo molti, questi, e dico questi e non mi esprimo oltre con i termini (a buon intenditore poche parole) non hanno veramente capito che la gente non ha nemmeno più i soldi per comprare il pane, ma la cosa più brutta è che la gente inizierà a rivoltarsi e questo è la cosa più grave.

    • Io comprendo tutto, ma questa situazione è senza precedenti per tutti i Governi che avrebbero potuto esserci e per quello pure attuale. Il virus non è la causa maggiore di morte al mondo , ce ne sono molte altre prima, la gravità sta nel fatto che colpisce i polmoni. Non so se governo e governatori si stiano adoperando bene, perché non ho modo di fare confronti, a differenza dei terremoti perché nel 1703 sono state abolite per 10 anni le tasse, non sospese abolite per dare modo alla popolazione di rifarsi. Questo è il primo caso che conosco e che comprende tutta la CE di cui facciam parte. I tamponi stessi non sono al 100% affidabili e si sono a volte mancano i reagenti…difficile dire se fanno o meno giusto….speriam in bene….Per la Lombardia c’è stata un’inchiesta del corriere della sera si trova nel profilo ILMeteo & News…..purtroppo ci sono tanti problemi correlati a questa situazione.

  2. Hai pienamente ragione ,il problema e che fino a che avremo un governo venduto e di incapaci sarà dura ,e vedendo da come continuano a sprecare denaro a destra e sinistra non si andrà da nessuna parte ,l’unica cosa che fanno e accettare clandestini e addirittura fare pubblicità per averne di più ,chiudere porti e frontiere non lo fanno e continuano ad accogliere e spendere denaro per questi esseri che di buono non hanno niente ,e in più ci portano le malattie ,e poi continuano a prendersi stipendi faraonici e assumere personaggi stra pagati che non servono a niente ,perché ce un governo che non ha mai lavorato e sono tutti pieni di parole vuote ,bisogna iniziare andare nei palazzi e buttarli fuori a calci ,e uscire da questa Europa che ci ha succhiato il sangue complici i nostri politici incompetenti e venduti

    • Come potremmo definirli?….. E sconsolante assistere a tanta stupidità da parte di chi dovrebbe darci una mano. Probabilmente c è da pensare male (lo diceva il buon Andreotti, che chi pensa male indovina) e quando il “” buon” di Maio é andato in Cina per vedere, si fa per dire, la via della Seta, avranno svenduto già allora l Italia. Basta vedere cos è accaduto in Grecia, le imprese più importanti sono dei cinesi, ecc…. Andate a controllare la cronaca degli eventi e poi riflettete……. E scoraggiante e molto molto triste….

    • La via della seta è secoli che c’è , dal 53 a.C., per 20 sec ambasciatori e missionari , guerrieri e navigatori hanno percorso il cammino che parte dal MEDIO ORIENTE , passa per Baghdad, Samarcanda, attraversa la Cina e si conclude a Luoyang. (Via della Seta) prima ancora della nascita di Di Maio. Serica, la chiamavano i romani, fabbricata dal lontano popolo dei Seri, i cinesi. Il percorso della via della seta muto’ a causa del clima che rendeva difficoltoso l’attraversamento del deserto del TAKLA MAKAN E LE CAROVANE ERANO IN SERIO PERICOLO A CAUSA DEGLI ATTACCHI DEGLI XIONGNU. Cosi’ la Cina venne raggiunta via mare, fino al tempo di Marco Polo .La via della seta ha raggiunto pure Bardonecchia e certo il merito non è di Di MAIO. Inoltre mi pare che il MILAN non sia più di Berlusconi ma dei cinesi. Allora di Maio che c’entra se è stato Berlu a passare la squadra? Non patteggio per nessuno, ma non capisco se già prima c’era chi vendeva aziende alla Cina perché la colpa è di di Maio o altri che siano al Governo o meno! La via della seta è sempre proseguita e la seconda università se non ricordo male a insegnare la lingua cinese è stata la CA’ FOSCARI di Venezia, la prima l’università di lingue e culture contemporanee di Milano e che dava il diploma più alto in Italia , mentre a Parigi mi pare di ricordare che davano un diploma hsk di livello superiore a qllo dato da noi. Che poi lui sia andato per promuovere di più non so, ma tutto era già avviato e sempre lo è stato.

  3. Smettetela di piangervi addosso ,di chiamare la pena dei grandi e dei forti ,c’è la avete un orgoglio? Impariamo dai nostri nonni e padri che nel dopo guerra si sono alzati dalle ceneri senza corona boand e senza Europa e con uno stato assente
    Io sono senza genitori,con una famiglia sulle spalle con 3 figli pure io in cassa integrazione che prenderò chissà quando
    MA C’È LA FAREMO CON HO SENZA AIUTO
    DEI GRANDI E DEI FORTI non saranno qualche mese di blocco a spaventarmi.
    Mio nonno ha allegato 7 figli nel dopo guerra senza gli agi che abbiamo ora ma sono tutti sopravissuti.
    Siate positivi ,e vedrete che andrà bene.

    • Bravo suo nonno, complimenti. Vedo che le mie nonne non erano le uniche e tutte 7 figli….bravi bravi .Mio nonno Pietro stava sistemando in Germania un tetto , passò un aereo si sbilanciò la scala e mori’ sul colpo, mia nonna aveva appena partorito mio padre…. Bravi proprio…tutti davvero….Anche qlli che non conosco….L’altra nonna mi raccontava che usavano i paracadute per farsi i vestiti…proprio bravi ….

  4. Smettetela di piangervi addosso ,di chiamare la pena dei grandi e dei forti ,c’è la avete un orgoglio? Impariamo dai nostri nonni e padri che nel dopo guerra si sono alzati dalle ceneri senza corona boand e senza Europa e con uno stato assente .
    Io sono senza genitori,con una famiglia sulle spalle con 3 figli pure io in cassa integrazione che prenderò chissà quando
    MA C’È LA FAREMO CON HO SENZA AIUTO
    DEI GRANDI E DEI FORTI non saranno qualche mese di blocco a spaventarmi.
    Mio nonno ha allevato 7 figli nel dopo guerra senza gli agi che abbiamo ora ma sono tutti sopravissuti.
    Siate positivi ,e vedrete che andrà bene.

    • Carissimo signor Gabriele, anche i miei nonni hanno visto la guerra e purtroppo anche mio padre, ma la cosa che forse a lei sfugge è che in quei tempi di guerra almeno chi viveva in montagna o in collina o anche in prossimità delle città avevano un pezzo di terra dove piantare 2 patate e un pezzo di stalla, dove allevare qualche gallina o coniglio e i più fortunati avevano la mucca o le pecore e in qualche maniera mangiavano. Ora, caro Signore vuoi questa maledetta globalizzazione, vuoi la crisi, vuoi il corona virus, la situazione non è bella, anzi siamo veramente mal messi, ma la cosa più brutta è che tutte queste cose invece di migliorarci a livello umano hanno imbestialito anima e cuore. Non me ne voglia, ma mi creda siamo veramente mal messi. Auguri e invidio il suo ottimismo

  5. Perchè paura di dirlo chiaramente questi INCAPACI che dovrebbero governare un paese favoloso come l’Italia sono solamente dei BUFFONI che blaterano leccano le natiche a Germania e Francia , ci hanno venduti come fatto anni fà dal delinquente sig. Amato ( è il cognome non l’aggettivo ) . Ma facciano attenzione che il popolo italiano sopporta e sopporta ancora ma poi quando è stufo non si ferma tanto facilmente e di piazze in italia ce ne sono tante , anche se con nomi diversi da piazza Loreto

    • 1) il popolo italiano si lamenta solo quando viene interrotto il campionato di calcio, per il resto è sempre stato e sarà tacitamente succube altrimenti ai tempi “del bandana e delle olgettine” sarebbe dovuta essere guerra civile
      2) lei e tutti quelli che l’hanno preceduta nelle risposte polemiche, sareste in grado di prendere decisioni SENSATE e GIUSTE per 60 milioni di persone con qualche giorno di tempo per scegliere?
      3) Mancano le scie chimiche e il combloddi li avete elencati tutti 😀

      90 minuti di applausi al Sig. Gabriele, finalmente qualcosa di sensato

  6. In una grave situazione come questa è insopportabile che ci sia qualcuno che attacchi strumentalmente questo Governo.
    Va bene la critica ma gli attacchi senza senso sono fatti coscientemente solo per distruggere. Abbiamo bisogno invece insieme di costruire!!
    Andate a vedere il Decreto “Cura Italia” e le decine di interventi su cassa integrazione a tutti i lavoratori, rinvio pagamento bollette e mutui, il blocco degli sfratti, il sostegno ad artigiani e commercianti, e i diversi provvedimenti per i più poveri, disabili, baby sitter, ecc.. che hanno iniziato ad arrivare in pagamento, prima di buttare fango.

    • Intanto le bollette arrivano e tutto quello che c è da pagare è si deve pagare. Sono contenta che l ottimismo alberghi in molti animi… ma non c è proprio niente da stare allegri. Poi chi vivrà, vedrà che dire?

    • A parte il fatto che la critica è ancora consentita,un conto è fare proclami,un altro è agire in modo efficace.La situazione è sotto gli occhi di tutti e visto il livello di contecasalino e compagnia cantante non c’è da stupirsi.D’altra parte siamo nelle mani di un individuo arrogante,narcisista,con manie di grandezza e soprattutto incompetente ed i risultati sono evidenti per chi non ha gli occhi bendati dall’ideologia.Purtroppo il metodo di comunicazione alla Grande Fratello (non quello di Orwell) funziona in TV,non nella vita reale.A questo punto prima questo governo sloggia lasciando il posto a persone competenti meglio è oppure è la fine.Il problema è trovare persone competenti e possibilmente oneste…

  7. Antò ma dove vivi? Su Marte? O sei un leccaculo paraculato di questi politici INCAPACI E FANNULLONI? Hanno ragione Carlo ed Ella. Qui si blatera e poi su fa nulla!!! È giunta l’ora di passare ai fucili e non più criticare solamente. Bisogna andare a Roma e buttarli fuori!!!

  8. Capisco che non sia una situazione di facile gestione, ma sicuramente la disorganizzazione non manca. Stanziare i soldi è una cosa, fare in modo che la gente li abbia sul conto un’altra.!..speriamo che si sappiano affrontare le conseguenze economiche di questa situazione e che la cura non sia poi peggio della malattia

  9. A parte il fatto che la critica è ancora consentita,un conto è fare proclami,un altro è agire in modo efficace.La situazione è sotto gli occhi di tutti e visto il livello di contecasalino e compagnia cantante non c’è da stupirsi.D’altra parte siamo nelle mani di un individuo arrogante,narcisista,con manie di grandezza e soprattutto incompetente ed i risultati sono evidenti per chi non ha gli occhi bendati dall’ideologia.Purtroppo il metodo di comunicazione alla Grande Fratello (non quello di Orwell) funziona in TV,non nella vita reale.A questo punto prima questo governo sloggia lasciando il posto a persone competenti meglio è oppure è la fine.Il problema è trovare persone competenti e possibilmente oneste…

  10. Una cosa che fa inorridire è il vedere i due responsabili massimi della crisi , ovvero Borrelli e Conte seduti comodi a Roma e non muovono il deretano per dei sopralluoghi nel paese che dovrebbero gestire , il povero Bertolaso uomo d’azione caduto nelle spire degli invidiosi , appena arrivato ha girato e si è beccato il virus .A me da italiano non interessa la superficialità nel giudicare , se una persona è di sinistra o destra se stata messa al suo posto anche da barabba , importante è che sia valida e svolga appieno il suo compito tutto il resto è solo fumo ed invidia ; mi soffermo solo a pensare che un governo sensato non avrebbe rinviato il pagamento delle bollette ma lo avrebbe del tutto ESTINTO almeno per i mesi di blocco lavorativo. E chi se ne frega se il deficit aumenta siamo in deficit da più di 70 anni e va bene così e permettetemi un fan culo Europa che pone unicamente paletti e balzelli senza fare nulla per costruire un vera Europa federale con vero governo centrale , vere banche europee , sanità europea ecc.ecc.

    • Non si può fare “una vera europa federale…” perchè i tedeschi & C non vogliono (giustamente) pagare i debili delle ns ruberie, e perchè perderebbero il vantaggio competitivo che hanno ottenuto intrappolandoci nell’euro.
      Non si puo tornare indietro perchè l’euro ci ha intrappolati, e perchè politici e burocrati vogliono essere pagati in euro sonante, non in lira-patacca.

      • Non elogi chi le ha portato via opere d’arte e vuole sempre l’egemonia sugli altri. Tutti invidiano questa nazione e mentre qui tutti fanno ql che vogliono a casa sono bravi…. vuol dire che casa loro non è la favola rosa , inoltre a Montebelluna è andata a vivere una famiglia americana che ha espresso parere positivo sull’Italia. Si ricorda il caso Schettino e le critiche tedesche? EH! Hanno abbassato la cresta col caso del pilota tedesco con problemi psichiatrici….mica mangiano solo i nostri, solo noi conosciamo questa realtà. Noi non possiamo essere parte di questa federazione perché noi siamo italiani, non c’entriam niente con gli altri…. Veniamo dall’antica Roma mica dai Vichinghi. Teste diverse. E di certo il nostro oro non lo voglio dare a chi vuole l’egemonia, no, no, non si può! Di sicuro se si va avanti cosi non si può !

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.