I NO TAV A TORINO PER CONTESTARE L’INCONTRO DI TELT CON LE IMPRESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BUSSOLENO / TORINO – Domattina i No Tav andranno all’Unione Industriale di Torino per contestare il primo appuntamento del “roadshow” di Telt: l’incontro organizzato dai promotori della Torino-Lione per presentare il progetto alle imprese, in vista dell’apertura dei cantieri del tunnel di base del Moncenisio.

Dalla Val Susa scenderà appositamente il pullman dei No Tav, con partenza da Bussoleno alle 7. Il programma del roadshow prevede il ritrovo alle 9 all’Unione Industriale. Dalle 9.30 i saluti istituzionali di Dario Gallina (presidente Unione Industriale), Paolo Foietta (commissario di governo per la linea Torino-Lione), Alessandro Cherio (presidente del collegio costruttori edili Ance di Torino) e Hubert du Mesnil, presidente di Telt. Dalle 10 interverranno il direttore generale di Telt Mario Virano e il direttore della divisione tecnica Maurizio Bufalini per presentare “l’opera, il planning e gli appalti: 8,6 miliardi in 12 cantieri operativi. Alle 11 si parlerà delle regole dei bandi con gli interventi di Jean-François Corté (presidente della commissione contratti di Telt), Marie-Pierre Cordier (direttore giuridico) e Alessandro Jannetti (direttore amministrazione e finanza). Alle 12 tavola rotonda di approfondimento. Dopo la pausa, dalle 14 alle 16 si terranno quattro workshop tecnici sugli argomenti presentati: “Progetto”, “Lavori”, “Norme” e “Bandi”.

“Lo chiamano roadshow perchè sarà un po’ come uno spettacolo – commentano i No Tav – dove c’è molta finzione, ci sono bravi attori che recitano e qualche comico che fa ridere. A Torino Lunedì possiamo mancare? Certo che no! C’eravamo, ci siamo e ci saremo”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.