ELEZIONI A SUSA: “CAMBIAMO SUSA” SI PRESENTA IN PIAZZA DEL SOLE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
dalla LISTA “CAMBIAMO SUSA”
SUSA – Duecento persone hanno raggiunto piazza del Sole per ascoltare e conoscere la lista “CambiAMO SUSA” trainata da Piero Genovese, da molti definito come il candidato sindaco gentiluomo. Ha presentato volto dopo volto i suoi candidati, delineando pregi e caratteristiche di ciascuno. Il quadro che ne è emerso è stato quello di una squadra solare e complice, coesa e determinata a mettersi in gioco per offrire ai segusini un’alternativa nuova, diversa, migliore. Una squadra che da mesi discute su dove e come mettere le mani in pasta per garantire soluzioni concrete a problemi evidenti. Una squadra competente, composta da persone diverse tra loro, che sapranno mettere la propria originalità e unicità, la propria esperienza lavorativa e personale, al servizio di tutti.
La prima a presentarsi è Sirena Gnisci, di 51 anni. Mamma e nonna, ha da qualche anno rilevato la gestione di un bar per garantire un posto di lavoro a suo figlio e per creare un punto di incontro giovanile. La disoccupazione giovanile e la mancanza di luoghi di interesse sono le principali cause per cui i nostri ragazzi scappano via da Susa, e sono due temi che Sirena ha molto a cuore.
Segue Stefania Bartolotti, commerciante di 43 anni. Nata e cresciuta nel centro storico della Città, ha messo in evidenza come le attività commerciali a lei vicine negli ultimi anni stiano chiudendo l’una dopo l’altra. Il suo impegno sarà ridare vita al commercio di Susa e far tornare a risplendere il centro, che tanto ha da offrire.
Gigi Cataldo, di 44 anni, dopo la crisi ha deciso con coraggio e determinazione di rimettersi in gioco reinventando un nuovo mestiere, studiando con attenzione e cambiando completamente la sua vita, in meglio. È l’esempio lampante di qualcuno che, grazie al desiderio di cambiare la sua situazione, ha saputo cogliere le opportunità in momenti di grande instabilità.
Il quarto a presentarsi è Giuliano Grifagno, presidente e maestro della palestra di Taekwondo della Città. Con passione e costanza, da anni cerca di proporre un’alternativa sana ai ragazzi, che possa insegnar loro la disciplina e il rispetto per l’altro. Il suo intento è valorizzare tutte le associazioni sportive segusine, anche la più piccola.
Segue Enrico Panaro, fortemente coinvolto nelle politiche sociali. È convinto che occorra mettere ogni singolo cittadino al centro di azioni concrete, renderlo orgoglioso della sua città, migliorare la qualità della vita delle persone. Questo è il cambiamento di cui Susa ha bisogno.

Giorgio Montabone è l’artefice che, insieme a Giuliano Pelissero, ha dato vita a tutto questo. Alcuni mesi fa si sono trovati e, mettendo in evidenza tutte le criticità che la Città sta attraversando, hanno deciso di far partire l’iniziativa denominata Laboratorio del Cambiamento. Al progetto hanno aderito fin da subito molti cittadini interessati e rappresentanti di associazioni. Partendo dalle idee emerse con il Laboratorio e dai volti che ne facevano parte, si è costituita la squadra. Senza la tenacia, l’impegno e la sincronia di Giuliano e Giorgio, ora Susa non avrebbe l’opportunità di invertire rotta. Pelissero ha ringraziato Gemma Amprino Giorio presente in platea per quanto portato avanti come Sindaco e come Capogruppo di minoranza e Montabone ha ringraziato tutti i Sindaci che si sono susseguiti negli anni sia chi ha governato poco e chi forse vuole governare troppo isolando Susa dal punto di vista politico, turistico, economico e commerciale facendo presente quanto sia ora indispensabile cambiare marcia.
Franco Bologna, volontario dell’AVIS e docente UNITRE, sottolinea l’importanza di superare le divisioni interne a Susa, che per troppo tempo sono state caratteristiche della Città. Susa ormai non è più conosciuta per la sua storia, per il suo patrimonio culturale, bensì per le lotte e gli schieramenti politici che negli ultimi anni non hanno fatto altro che indebolirla. Franco sostiene l’esigenza di andare oltre le divisioni, per far rinascere la bellezza di Susa.
La lista presenta anche volti giovanissimi. Il primo è Nicolò Vielmi, di 22 anni. Sbandieratore della Città di Susa da otto anni, ha a cuore le tradizioni del paese e crede fortemente nelle sue potenzialità. La seconda giovanissima è la ventitreenne Beatrice Zerbonia, da tanti anni impegnata nel volontariato. Insieme, Nicolò e Beatrice manifestano l’importanza di rimettere al centro dell’attenzione le esigenze dei ragazzi, rimaste trascurate per troppi anni.
Cinzia Valerio è da sempre coinvolta su più fronti segusini: tra scautismo, coro, attività sportive e parrocchiali ha vissuto a pieno quello che Susa aveva da offrirle in gioventù. Il suo impegno per la Città è rimasto costante negli anni. Per vicende personali si è addentrata in problematiche sociali, maturando competenze che intende mettere a disposizione di quante più famiglie possibili.
La dodicesima candidata a presentarsi è Antonella Colamaria, di 50 anni Da quarant’anni fa parte del Coro Primavera e attualmente lavora presso l’Ospedale di Susa. Coinvolgente ed entusiasta, riesce a trasmettere positività con il suo grande e contagioso sorriso.
Da oggi è disponibile il nostro programma“, afferma il candidato Piero Genovese. “Vogliamo proporre un nuovo modo di amministrare, affidandoci a tre principi: l’ascolto, la partecipazione e le alleanze come unica vera strategia per affrontare e superare le tante difficoltà che stiamo attraversando. La capacità di ascolto ci permetterà non solo di conoscere i problemi che vengono posti dai, ma anche di comprendere le motivazioni di quelle richieste e cercare insieme le possibili soluzioni. La partecipazione dei cittadini è un altro elemento determinante per portare avanti l’azione amministrativa. Abbiamo intenzione di far nascere fin da subito alcune consulte rivolte a determinate aree di bisogno: gli anziani, i giovani, le persone disabili. Queste consulte collaboreranno attivamente con gli amministratori per valutare i bisogni, le proposte da portare avanti, condividendo le possibili soluzioni. Le alleanze sono determinanti per riuscire a realizzare qualunque obiettivo. Alleanze con i cittadini prima di tutto, ma anche con tutti gli altri soggetti istituzionali e non, le scuole, Associazioni, le istituzioni come Regione, Città Metropolitana, ASL e Conisa, le associazioni di categoria e del terzo settore del territorio attraverso un nuovo ruolo, forte e propositivo da parte del Comune. Sappiamo che non sarà facile e che gli ostacoli saranno tanti, ma riteniamo di avere le capacità e la determinazione per riuscirci. E poi Susa è bellissima e merita tutto il nostro impegno“.

Al termine della presentazione, dopo i calorosi applausi finali del pubblico presente, è stato offerto un gustoso e ricco rinfresco preparato dal Bar Millennium.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Cambiamo Susa MA IN PEGGIO !
    solo che questo non ve lo dicono, altrimenti chi li vota?
    mi spiace che dovremo essere noi segusini a farne le spese se vanno al potere

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.