ENERGIA & SVILUPPO: GLI INDUSTRIALI DEL GAS DI TUTTA ITALIA VISITANO IL PRIMO IMPIANTO ACEA CHE PRODUCE BIOMETANO DAI RIFIUTI ORGANICI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

dall’ ACEA

Assogas, “l’Associazione Nazionale Industriali del comparto gas e servizi energetici”, ha svolto, giovedì 25 giugno, la sua annuale assemblea soci per la prima volta fuori dalla sede di Milano, con l’obiettivo di fare conoscere lo stato dell’arte dell’innovazione e della ricerca sul fronte bioenergie. Assogas si è riunita a Pinerolo, per consentire alle aziende del gas associate provenienti da tutte le Regioni d’Italia di visitare e studiare il primo impianto italiano di produzione di biometano dal trattamento dei rifiuti organici.
image

“Siamo lieti di avere avuto, oggi, l’opportunità di visitare l’impianto del Polo Ecologico Acea” – ha affermato Stefano Bolla, Presidente di Assogas – “e di mostrare ai nostri associati lo stato dell’arte sul fronte delle bioenergie. Questa visita evidenzia l’interesse di Assogas verso l’innovazione.”

I rifiuti organici sono uno scarto che “Acea Pinerolese Industriale” ha da sempre considerato una risorsa piuttosto che un problema. L’Azienda pubblica pinerolese, efficiente e all’avanguardia nella ricerca nel panorama nazionale delle multiutility, già dai primi anni duemila ha sviluppato un metodo unico nel suo genere e a impatto ambientale zero per togliere dalle discariche la parte più impattante e più problematica dei rifiuti, ovvero l’organico.
image

Il risultato è l’impianto del Polo ecologico integrato di “Acea Pinerolese”, dove oggi i rifiuti organici sono una fonte di energia rinnovabile (citata nel rapporto rinnovabili 2015 di Legambiente) e compost di altissima qualità per l’agricoltura. Coniugando un metodo di trattamento anaerobico nella prima fase di digestione del rifiuto organico e aerobico nella seconda fase si ricavano tre prodotti di altissimo valore e importanza sul fronte ambientale:

• BIOGAS da cui si produce energia elettrica e termica per teleriscaldare la città (dalla fase anaerobica), altrimenti disperso in ambiente dalle tradizionali discariche
• COMPOST ammendante di altissima qualità per l’agricoltura, ottimo in sostituzione dei fertilizzanti chimici
• BIOMETANO da rifiuti organici, utilizzabile per l’immissione in rete ovvero per alimentare la fornitura di metano per uso domestico e industriale e per rifornire le automobili nei distributori
L’azienda pinerolese tratta oggi 50.000 tonnellate anno di rifiuti organici provenienti dalla Città di Torino e dalla sua area metropolitana corrispondenti ai rifiuti prodotti da circa 800.000 individui.

Al termine dell’Assemblea dei soci di Assogas, i rappresentanti convenuti a Pinerolo da tutta Italia hanno visitato l’impianto del Polo Ecologico Integrato accompagnati da Francesco Carcioffo, Amministratore Unico di Acea Pinerolese Energia.

Assogas aderisce a “Confindustria” e rappresenta, oggi, circa 70 aziende a livello nazionale, che operano nel settore della distribuzione e della vendita del gas.

L’associazione svolge un ruolo di rappresentante e di interlocutore per conto dei propri associati verso Governo, Ministeri di riferimento, Autorità per l’energia elettrica e il gas, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Organizzazioni Sindacali nazionali e collabora, inoltre, con gli Enti normativi e tecnici del settore.

Le Aziende associate coprono un bacino d’utenza di circa 750 comuni Italiani per un’erogazione complessiva di quasi 5 miliardi l’anno di metri cubi di gas naturale.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.