FRANA DI BUSSOLENO, CONSOLINI REPLICA A MALACRINÒ

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

riceviamo da BRUNA CONSOLINI PER LA LISTA “PER BUSSOLENO”

BUSSOLENO – Mi permetto di esprimere alcune considerazioni dal momento che si segnala l’assenza di componenti della lista “per Bussoleno” all’incontro del 14 maggio in via San Lorenzo organizzato da Andrea Malacrinò. Anche noi abbiamo organizzato nello stesso posto e sugli stessi problemi un incontro in data 7 maggio, incontro pubblicizzato con comunicazioni nelle buche delle lettere, su Facebook e con il passa parola. Era presente molta gente del posto e nessun candidato di altre liste, ma non per questo ci siamo permessi di segnalare la loro assenza né tantomeno di recriminare il mancato confronto.

Abbiamo cercato di analizzare con i presenti la situazione sia mettendo a disposizione le informazioni in nostro possesso sia raccogliendo dati sulle criticità ancora in essere. Lo stato di avanzamento dei lavori segue l’iter presentato dall’assessore regionale Valmaggia nell’incontro del 7 gennaio alla cittadinanza e la nuova amministrazione si troverà a fare i conti con un’esecuzione progettuale in itinere già impostata e, probabilmente, non collaudata. Noi abbiamo garantito di mettere a disposizione tutte le informazioni man mano che si generano. Questo abbiamo fatto e questo faremo se toccherà a noi amministrare. Abbiamo già indicato le risorse a disposizione dall’ordinanza commissariale del 29 marzo, gli interventi straordinari della delibera di giunta regionale del 24 aprile e l’investimento che il Comune ha inteso mettere in atto con il proprio bilancio per i lavori pubblici. Al momento, per quanto sappiamo, non c’è nulla di nuovo.

Riguardo all’importanza della “democrazia partecipata”: attenzione! Il confronto tra candidati di liste diverse non è l’unica modalità di informazione e trasparenza nei confronti dei cittadini. In un paese come il nostro, di circa 6000 abitanti, è possibile il contatto diretto con le persone e, quindi, ci sono tanti modi efficaci per impegnarsi a concretizzare la democrazia partecipata: incontrare e confrontarsi con le persone in modo individuale o a gruppi, essere presenti con attività di auto-mutuo aiuto per condividere lo sforzo nei momenti di difficoltà, monitorare il territorio, mettere a disposizione analisi e documenti, organizzare tavoli di confronto con i cittadini.

Noi ci siamo impegnati in questo senso, prima ancora di creare una lista per le elezioni amministrative. Siamo orgogliosi di questi momenti di discussione aperta con la popolazione perché in essi sono emersi problemi, criticità, ma anche idee e proposte per il futuro. Crediamo in un dialogo costruttivo per impegnarci in progetti concreti, per metterci in gioco non solo con le parole, ma soprattutto con le azioni e perché tutti possano essere più protagonisti che spettatori.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.