GIAVENO E IL CAMPIONATO DI MOTO: ECCO LE FOTO DEI SENTIERI “PRIMA E DOPO” LA GARA / I COMMERCIANTI SODDISFATTI PER L’EVENTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di LUCA CALCAGNO

Continuano i lavori di ripristino sul percorso dove è stata disputata la seconda tappa del Campionato Regionale di Enduro, domenica scorsa 10 aprile.

GUARDA LE FOTO DEI LAVORI DI RIPRISTINO “PRIMA E DOPO”

Come già annunciato nella conferenza stampa in previsione dell’evento da Matteo Castellina del motoclub organizzatore Terre Rosse i lavori sarebbero partiti subito dopo la premiazione. Interventi, come evidenziato durante la conferenza stampa, a spese del Motoclub.

“Siamo già intervenuti su Can Clin, l’area di borgata Morelli, borgata Ca Nanot, la zona di borgata Piampaschetto, Monte Rossino e oggi siamo al Fusero, se riusciamo entro la giornata cominciamo anche la Tora”. Lavori il cui termine è previsto per domenica al massimo lunedì prossimo, come si sbilancia Castellina, confermato anche dal consigliere delegato allo Sport Andrea Scalia.

“Il primo giorno, lunedì, abbiamo lavorato 10 ore circa. Prevediamo un impegno di tutta la giornata anche per sabato e domenica” aggiunge Castellina. La gara ha avuto un buon riflesso sul piano del commercio giavenese per via dell’affluenza di persone tra il sabato e la domenica. “Una bella manifestazione che ha portato gente – sono le parole di Angelo Torelli, presidente dell’Unarco (Unione Artigiani e Commercianti) di Giaveno – i commercianti del centro storico e zona piazza Molines ne hanno beneficiato. Avrebbero partecipato volentieri anche i commercianti delle zone periferiche, poco toccate da eventi e manifestazioni”.

Inoltre, durante il suo svolgimento ha visto anche un momento di solidarietà sportiva. Il pilota Christian Natta è intervenuto ad aiutare un altro pilota Luigi Politanò in difficoltà durante la gara cronometrica. Prestare soccorso e rallentare le moto in arrivo è costato del tempo, inficiando sul tempo ultimo di Natta.

“Quello di Natta è stato un gesto ammirevole, tanto più perché è avvenuto durante una gara contro il tempo – commenta Scalia – per questo l’Amministrazione vuole conferirgli una targa a ricordo della sua sportività”. 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Apparentemente i sentieri sono stati ripristinati . Però voglio vedere dopo i primi temporali o piogge insistenti che l’acqua si porterà via il terreno riportato e dunque soffice e non consolidato . Organizzare certi tipi di competizione in ambienti del genere è assolutamente demenziale . Faccio presente che sono motociclista da sempre ed anche ” fuoristradista ” ma non concepisco questo insulto alla natura .

    • E da fuoristradista dove vai?!?! L’insulto alla natura è l’ignoranza che regna!!!! Solo in Italia è vietato l’Enduro…. continuiamo a remare contro tutto e tutti per futili motivi ma ci facciamo ” inculare ” tutti i giorni da questi fenomeni che ci rappresentano e da gente perbenista!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.