GIAVENO, È MORTA LA GIOVANE LUISELLA COMBA: UNA GRANDE VOLONTARIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

GIAVENO – Una notizia ancora oggi difficile da digerire. Nella notte di Capodanno Giaveno ha detto addio a Luisella Comba, mancata improvvisamente all’affetto dei suoi cari all’età di 52 anni. Lella (così la chiamavano amici e parenti) era molto impegnata nel sociale, come dimostrano i suoi oltre 20 anni di servizio con il gruppo volontariato degli Aib di Giaveno. Ma era una figura di riferimento anche nell’ambito lavorativo, dove ogni giorno spargeva consigli e sorrisi dietro il bancone di Cascina Bramante.

In questi giorni sono tante le persone che hanno voluto ricordarla sui social, a partire proprio dal gruppo Aib. “Carissima Lella, proprio nella notte in cui tutti si preparavano per il cenone di Capodanno, improvvisamente e troppo, troppo prematuramente, hai deciso di raggiungere in cielo il tuo caro papà. Quanti anni sei stata nell’Aib? Un po’ più di 22anni, sicuramente tantissimi! Ma comunque troppo pochi. Dovevano essere molti di più. Il tuo destino non te l’ha permesso. Per molti anni sei stata l’unica a dare un tocco di femminilità alla sede Aib di Giaveno: il tuo sorriso e la tua allegria hanno sempre contagiato anche i più boscias! E Agnolòt & Tajarin? Sempre presente: dai lavori di riassetto, pulizia e preparazione del mattino, fino alla gestione dei sughi della sera. Il nostro comune amico Ezio Ferro ti voleva molto bene e ora sarà al tuo fianco, nella folta squadra Aib che sicuramente avrà qualcosa da fare e da organizzare anche in Paradiso. Carissima Lella, adesso riposa in pace, e sappi che un pezzettino di te sarà sempre con noi, in sede e nel momento degli interventi, insieme a tutti i Volontari di Giaveno e di Valgioie. Possa il nostro pensiero essere di conforto ai tuoi familiari: il tuo ricordo lascerà tracce indelebili nel cuore di quanti ti hanno conosciuta”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Ma dico , volete scrivere di che cosa e morta questa ragazza così da farsi un idea di quanto a sofferto ? Di malattia,di covid,di timore ,booh date informazioni a metà.

  2. Esiste ancora, grazie al cielo, la privacy… Non credo sia così importante “sapere” di cosa una persona, ancorché nota,sia morta.
    Mi pare che certa stampa si dia già da fare a sufficienza nel soddisfare certe curiosità morbose.
    Bravo dr. Tanzilli, as usual.
    Comunque, riposa in pace, Lella!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.