GIAVENO, RAGAZZA MORSA DAL CANE FINISCE IN OSPEDALE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di PAOLA TESIO

GIAVENO – Una ragazza di diciassette anni è stata morsa da un cane, un incrocio di pastore tedesco, lasciato incustodito e legato al palo dalla proprietaria che si era recata a fare la spesa nel supermercato di fronte, in viale Regina Elena. La ragazza probabilmente si era avvicinata all’animale per accarezzarlo e il cane non riconoscendo la persona, ha reagito. Una compagna di scuola e amica della ragazza che ha assistito alla scena dichiara a ValsusaOggi: “Stavamo uscendo da scuola e ci eravamo appena salutate, ero dall’altra parte della strada e l’ho sentita urlare. Lei ama molto gli animali e si era chinata per accarezzarlo e così il cane l’ha morsa in viso”.

Un altro compagno di classe spaventato per l’accaduto dichiara: “Aveva il volto insanguinato, ha riportato lesioni al naso e alla bocca”. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri di Giaveno e l’ambulanza del 118, che ha portato la giovane all’ospedale.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

12 COMMENTI

  1. Mi dispiace ma il cane doveva avere la museruola, al posto della povera ragazza ci poteva essere un bambino che avrebbe riportato lesioni anche peggiori. La padrona non lo doveva lasciare legato ed incustodito, grave negligenza. La ragazza si è avvicinata perché sicuramente avrà pensato che se era legato lì da solo fosse abituato ed inoffensivo. Un grandissimo augurio di pronta guarigione alla ragazza.

    • Il cane doveva avere la museruola? ok ci puo’ stare, ma la ragazza NON DOVEVA AVVICINARSI anche se aveva la museruola, a mio avviso le colpe maggiori sono della proprietaria , o sei in macchina e quindi lasci alcuni minuti il cane mentre fai la spesa o la spesa vai a farla senza il cane, sicuramente il cane ha aggredito perche’ aveva paura e la proprietaria conosce il suo cane.

    • Insegnate ai vostri cari bambini e ragazzi a non toccare i cani che non conoscono a meno che non ci sia presente il proprietario e dopo avere chiesto il permesso di toccarlo. Il cane era legato in totale sicurezza, con il guinzaglio molto corto, e visto che nel nostro civile paese non si può entrare nei negozi con il cane, la proprietaria non poteva fare diversamente se doveva fare una commissione. Qualsiasi cane legato diventa più aggressivo perché si sente indifeso e se si vede minacciato dalla presenza di un estraneo morde perchè non ha altro modo di difendersi, anche la mia cagnolina molto piccola, non abituata a stare legata, quando la lego davanti alla tenda in campeggio perchè non posso lasciarla girovagare, mostra i denti a chi si avvicina… Il cane semplicemente difende il suo territorio, tanto più se non può fuggire… Solo che i giovani di oggi sanno rapportarsi solo con gli smartphone, e non sanno vedere i pericoli, non si tocca MAI un animale che non si conosce in assenza del proprietario. Certamente, se avesse avuto la museruola, vista la stazza, sarebbe stato meglio, ma questo deve servire da lezione e farci tenere le mani in tasca quando non conosciamo un animale.

      • Inoltre, anche quando il proprietario dell’animale dà il permesso di avvicinarsi, NON si avvicina MAI il viso ad un cane sconosciuto, si porge la mano aperta per farla annusare, ma da debita distanza, perchè non si può mai sapere che reazione può avere un animale che non conosciamo…

  2. Nessuno le ha detto di avvicinarsi…. la prox volta si fa furba…. lui essendo legato lo ha visto come una minaccia.

    • La legge sulla museruola, in Italia, è nebulosa a dir poco… infatti stabilisce che il proprietario del cane debba portarsi appresso la museruola da usare in caso di bisogno, che abbia un chihuahua o un pittbull, il che è ridicolo perchè cosa significa in caso di bisogno?? Sarebbe ora di avere un elenco di cani più aggressivi che siano obbligati ad uscire con la museruola, come in Francia. Comunque i cani sconosciuti non si toccano, per nessun motivo, in assenza del padrone.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.