IL VALSUSINO PERRON REALIZZA L’HOTEL DI GHIACCIO AL POLO NORD

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Maurizio Perron

di MAURIZIO PERRON

OULX – Eccoci di nuovo qui, nella mia seconda casa. Dopo 17 anni è sempre un’emozione unica ed indescrivibile tornare nel Circolo Polare Artico per costruire l’Icehotel. Dopo aver costruito praticamente tutto qui, suites, bar, reception, main hall ed in ultima la chiesa, quest’anno mi viene richiesto di far parte del Support Team.

Un titolo che dice tutto e nulla. Arrivano circa duecento progetti ogni anno, ed una giuria sceglie i dieci progetti che verranno realizzati. Tra questi dieci progetti almeno uno oppure due vengono selezionati tra designer ed architetti che non hanno esperienza nel lavorare la neve ed il ghiaccio. È proprio qui che entra in ballo il Support Team: un gruppo ristretto di super esperti che devono supervisionare, aiutare ed istruire i novizi su come si lavora questo materiale tanto effimero quanto fragile. Il team deve anche supervisionare tutte le suites e le aree comuni e controllare che tutto sia perfetto per quando le porte (di renna) dell’Icehotel verranno aperte ai turisti che arrivano qui da tutto il mondo.

Sono onorato di essere stato chiamato a far parte di questo gruppo, anche perché dopo anni di esperienza nel movimentare questi blocchi di ghiaccio da due tonnellate è bello poterla trasmettere ad una nuova generazione. Quest’anno stiamo lavorando a temperature che hanno toccato i 32 gradi sotto lo zero, ed a queste temperature il ghiaccio diventa estremamente fragile, quindi va manovrato con molta delicatezza.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.