LETTERA / NEVICATA IN VALSUSA, DISAGI SULLE STRADE PROVINCIALI: “DOVE SONO I MEZZI SPARGISALE E SPARTINEVE?”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di MATTEO MARCONI

BORGONE SUSA / CONDOVE – Queste sono le condizioni della strada provinciale tra Condove e Borgone, giovedì 15 dicembre, notoriamente molto trafficata. Vi mando queste foto perché mi chiedo: come mai non è stata fatta nessuna prevenzione come qualsiasi altro anno passato? Una cosa banale, come spargere il sale, ha effetti molto rilevanti sulla circolazione stradale e sulla sicurezza. Vi mando anche un video della situazione delle strade a Bruzolo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

40 COMMENTI

    • Poco conta se posso. Con uno strato di neve come c’era ieri sera, l’unica cosa è andare piano. Invece nonostante tutto io ho incontrato un sacco di persone in sorpasso nonostante nevicasse copiosamente ed il fondo stradale fosse pessimo. Questa è incoscienza. Poi i meglio sono quelli con i suv in quanto solo perchè sono più alti, credono di avere un fuoristrada ed invece hanno 2 ruote motrici e magari pure le gomme estive. Quella è la categoria peggiore in assoluto. Il vero problema è che c’è stata poca lungimiranza in chi deve provvedere agli sgomberi neve. Ormai tutti sappiamo, a meno di casi eccezionali, quando avverrà un particolare evento atmosferico, e quindi mi domando come non si sia riusciti a prevenire per lo meno con gli spargisale.

      • Se vai a vivere a Meana devi essere attrezzato, non puoi pretendere che durante una nevicata sia una passeggiata salire su una strada al 14% di pendenza, a prescindere dai mezzi spazzaneve. La strada in queste foto è in pianura e in una situazione normalissima per una nevicata di normale amministrazione. Il problema oramai è la schizofrenia da social di persone che hanno bisogno di lamentarsi di cose inesistenti per passare il tempo.

    • Se le gomme termiche non bastano, ci sono le catene o le calze di ultima invenzione. Basta lamentarsi. I nostri nonni partivano da borgate tipo Pavaglione a piedi con neve alla pancia per andare alla stazione di Bussoleno a prendere il treno delle 4.30 ed essere a Mirafiori per il turno delle 6.00.

  1. Minchia, e’ due ore che nevica e gia’ ci si lamenta delle strade. Fatele pulire dai lamentoso che non la tolgono neanche dal loro cortile.

  2. Ma son tutti del nord oppure tanti del sud, che, alla prima nevicata vanno in crisi?
    Troppa emigrazione interna ha portato ad avere questo genere di lamentele!!

  3. E cosa ci sarebbe di strano in una strada con un dito di neve? Io mi chiedo piuttosto perché ad ogni banale nevicata debba esserci il fenomeno di turno che si prende la briga di fare delle foto su una statale o principale a casa per denunciare un qualche disservizio inesistente. Il sale non serve a una sega durante la nevicata. E sotto i 10cm i mezzi spazzaneve nemmeno escono, giustamente. Hai forse trovato ghiaccio? Non credo proprio. Le avevi le gomme invernali o le catene? Se no, eri illegale, se Sì, con quella poca neve era come andare sull’asciutto.

  4. Se la neve è tanta può anche capitare che sulla careggiata depositi , tra una passata e la successiva, qualche o più centimetri !!!!

  5. In quest’epoca digitale, green, smart non hanno ancora, purtroppo, inventato la neve “efficiente”. Si tratta di quella neve che cade solo sulle piste da sci, nei prati, nelle porzioni di giardino non soggette al transito dei pedoni. Non cade, invece, sulle strade, sui marciapiedi e tutto dove il bipede umano di marinettiana somiglianza deve transitare. Si perché la neve è “molto pittoresca” ma appena rallenta il traffico o crea difficoltà al cammino dà fastidio e deve sparire all’istante. Fino a ieri a lamentarsi della siccità, del “drammatico” ed irreversibile cambiamento climatico ed oggi la neve da immensamente fastidio. In Piemonte, a dicembre, la neve è la normalità. Poi, certo, ci sono contrattempi, problemi etc. Occorre però considerare l’aspetto climatico e cercare di adattarsi.

  6. Ma.non capisco tutte queste lamentele.
    Poi è tutta gente senza gomme termiche
    Con una scarsa conoscenza ..nella.guida
    Nei paesi nordici la.neve non viene tolta.
    Lo stesso principio vale per i marciapiesi..
    Se tutti prendessero una pala .e pulissero
    I 10 metri davanti a.casa……
    Invece di criticare sempre…..

  7. Eddaie!!!!! con sto sale !!!! il sale non deve servire per “mangiare” la neve, bensì , va mischiato a sabbia e fare azione “antisdrucciolo ” in presenza di ghiaccio . Ma si buttiamo sale e poi ancora sale così distruggiamo ogni opera in c.a. o strutture in ferro…. Vedasi viadotti…. ponte Morandi ??!!!!

  8. l’inerzia e l’inefficienza delle amministrazioni preposte ha raggiunto ormai il culmine Una nevicata e strade inagibili in Valle di Susa, dove questo tipo di fenomeni dovrebbe essere considerato routine.
    Criminale

  9. Beh? Ha nevicato! E quindi qualche disagio alla circolazione si verifica di sicuro. Se non si è capaci di guidare in condizioni avverse è meglio stare a casa e non fare i piagnoni.

  10. Ah Ah Ah…almeno lì la situazione è uguale per tutti, fa schifo per tutti.
    In altri paesi, quello che inizia per O e finisce per X, dove lo sgombero neve non è occasionale è curioso che su tutta la piazza delle scuole alle ore 8 l’unico percorso pedonale pulito sia stato, tra l’altro a mano a differenza di tutto il resto pulibile comodamente con le frese in dotazione, la sola scala proveniente dal Borgo Vecchio dove…..abita il Sig. Illustrissimo Sindaco. Ragazzini scaricati dal pulman e tutti gli altri costretti a fare il giro dell’oca in mezzo alla strada……. Solite insolite casualità. Dimenticavo….ha smesso di nevicare ieri sera…

  11. Ieri è stata dura tornare a casa da Torino. Arrivando in valle pensavo ad una situazione più fluida. Da una parte per un’abitudine alla neve che un minimo in più rispetto alla città dovrebbe esserci; dall’altra perchè era un evento previsto e davo per scontato avessero sparso sale e sabbia nei giorni precedenti. Invece resto sorpreso nel vedere le strade completamente ghiacciate, rese vere e proprie piste da sci dal passaggio degli spalaneve che, di fatto, ha compattato e schiacciato la neve rendendo la situazione più pericolosa. Lato utente della strada è doveroso attrezzarsi con gomme e catene e adeguare la guida, ma ritengo legittimo aspettarsi qualcosa in più dai vari enti che hanno in carico la gestione della viabilità. A tutto ciò va aggiunto che per strada è inevitabile incontrare qualche automobilista che si crede un pilota di rally e guida come nulla fosse, con i risultati evidenti a chiunque abbia percorso quella strada ieri.

  12. Buongiorno,
    mi unisco alla domanda espandendo la zona perché nelle frazioni e nei piccoli paesi la pulizia strade e pressoché inesistente, io sono a S. Bernardino di Trana, con le invernali si fa comunque molta fatica.
    Le tasse le si paga tutte fino all’ultimo euro o sbaglio???

  13. Forse dovremmo darci una calmata sul “tutto ci è dovuto”, “cosa fanno o non fanno quelli”, “voglio questo, voglio quell’altro e qualcos’alto ancora”.
    Sotto una bella nevicata, anziché fare i soliti capricci, bisognerebbe equipaggiarsi adeguatamente, come giustamente suggerito da Frediano, uscire in auto solo per necessità improrogabili e lasciare la strada a quelli che ne hanno effettivo bisogno.
    Dopo quanto sopra e dopo aver atteso il passaggio di sgombraneve e spandisale non ci saranno problemi nel mettersi in strada anche nei mesi invernali.
    In “qualsiasi anno passato” non c’è mai stato nulla di diverso perché non sono mai intervenuti in nostro soccorso santi o extraterrestri.

  14. Riconosciamo tutti che e’ stato un episodio imprevedibile….
    Nevicata in dicembre in un territorio dove dovrebbe saperla gestire come pongo per i bambini…

  15. Tutto vero ciò che è stato detto, la Regione Piemonte non ha fatto nulla per pulire,e cosa più ridicola…questa mattina passavamo gli spartineve con le strade ormai pulite….!! Vergogna.

  16. Mamma mia. Ma davvero uno pensa che sotto una nevicata debba passare uno spartineve ogni pochi minuti?
    Si, ieri sera era ovviamente un casino. Personalmente ho trovato molto più problematici dei cittadini che non sapevano guidare, o troppo veloci o troppo lenti, piuttosto che i servizi. Già stamattina era quasi tutto pulito.
    Forse ci si dimentica che non solo comuni provincia e regione devono ricordare di essere al Nord, ma anche la popolazione. A proposito, lo sapete che i marciapiedi sono tutti dei privati, vero?

  17. PIANO NEVE NON EFFICACE E INSODDISFACENTE
    Cari Sindaci al rinnovo del mandato ci ricorderemo di questo e delle buche pericolose e di altro!
    Io ho un Suv da 48 mila euro gomme invernali che costano soldi, 4 ruote motrici eppure ho trovato difficoltà.
    Anzichè girare con l’ultimo smartphone da 900 euro compratevi una pala come ho fatto io e spalate, perchè se aspettiamo chi ha le competenze in materia (sindaci dormienti sul divano in pantofole e responsabili al calduccio ecc ecc) stiamo freschi.
    Fin quando qualcuno non ci rimette la vita per inefficienze e leggerezze.

    • Caro Fidenzio, se hai trovato difficoltà per una normale nevicata con un Suv 4×4 da 48mila euro ( in leasing immagino?) e gomme invernali, dovresti fare un bel corso di guida perchè così come sai guidare oggi, tu potresti solo andare da Zelig e farti ridere dietro.
      Oppure stai casa con i Sindaci che fai meglio.

    • Io invece ho una cinquecento giardiniera del 70 e mi sono divertito un sacco ad andare in giro a vedere migliaia di euro su ruota che non andavano avanti 🙂 🙂 🙂 Ah, non ho nemmeno il telefono……. uso il CB canale16

      • Ma certo! Il favoloso cinquino! Magari nel ’70 pagato cash. Altro che i Suv da 50.000 euro che sono solo dei debiti per apparire e pochi li sanno usare veramente.

    • Fidenzio non ci “umilare” con il tuo ciuv da 48 mila euro. Forse per la fioca a bastava la panda 4 x4 primo modello.Il ciuv da blagor a va bin per sauté i dossi…

    • Se hai trovato difficoltà con SUV e gomme invernali, il problema non sono le strade, ma l’autista.

  18. Ma di che ciuv state scrivendo?
    Anch’io ne ho avuto ma di quel modello per 48.000,00 mi avrebbero proposto un usato di due anni.
    Non avuto il piacere di possedere un cinquino ma con la Campagnola AR 59 mettersi alla guida sotto una nevicata era un vero piacere.
    Mi associo a quanti hanno invitato Fidenzio a starsene in casa sino a primavera salvo che esca con le ciaspole.

  19. Se avevi tempo di tenere lo smartphone fuori dal finestrino per fare un filmato, evidentemente le condizioni della strada non erano così cattive. Pensa a guidare invece di fare video con lo Smarphone mentre sei in movimento. È vietato dal CdS e rischi la sospensione della patente.

  20. LETTERA / NEVICATA IN VALSUSA, DISAGI SULLE STRADE PROVINCIALI: “DOVE SONO I MEZZI SPARGISALE?

    SONO SVAMPATI nel nulla !!!!
    Situazione dove le persone preposte non vedono nulla e non fanno nulla come mai?

    La neve sciolta ha generato lastre di ghiaccio per il paese, sale inesistente, incroci pericolosi, l’asfalto delle isole dove ci sono bidoni della spazzatura completamente piene di neve e ghiaccio, impossibile stare in piedi entrare e depositare un sacchetto della spazzatura senza rischiare di cadere.
    Mancanza di sale per le strade e buche nascoste dalle pozzanghere per il resto ci ripetiamo le stesse cose ma nessuno fa nulla.

    Questo e altro per non dire che….

  21. La neve di giorno si scioglie e la notte ghiaccia, il mattino le strade sono ghiacciate, i trattori spargisale che fine hanno fatto?
    Il sindaco c’è oppure è andato in vacanza al calduccio?

  22. Quella sera da Sant’Ambrogio di Torino a Sant’Antonino di Susa la carreggiata era ricoperta quasi interamente di uno strato di ghiaccio alto più di due centimetri, anche viaggiando tra i 15/20 km/h in rettilinio a bassi giri l’auto tendeva a mettersi di traverso, molti di voi che commentate “un po’ di neve e tutti si lamentano”, quella sera o non siete mai passati in quelle zone o ci siete passati quando la situazione non era ancora critica. Parlo da possessore di panda 4×4 climbing del 2005 con gomme invernali montate regolarmente e quel giorno sono salito senza alcun problema verso l’Alpe Colombino (Giaveno) con più di 5 cm di neve fresca sulla careggiata. Il ghiaccio è ghiaccio e ghiaccio fu su quella strada quella sera di quel giorno e nessuno fece niente per aiutare noi cittadini o per lo meno… Qualcuno lo fece, quando ormai fu troppo tardi e tante persone hanno rischiato di farsi seriamente male. Prevenzione=Riduzione del Rischio sempre presente che può creare un Pericolo Fatale.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.