LETTERA / SUSA: “IL COMUNE NON CONCEDE LA SALA AI NO TAV”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal GRUPPO “SUSA”

SUSA – Abbiamo letto sui giornali locali che il Comitato No Tav Susa-Mompantero ha ripetutamente chiesto, a partire dal 27 giugno la Sala Consiliare per organizzare una serata informativa e che questa richiesta (11 luglio) non ha avuto seguito. Il Sindaco Piero Genovese ha motivato questa indisponibilità a causa dei lavori di ristrutturazione che si sono protratti sino a metà settembre. Successivamente l’indisponibilità è stata motivata dalla necessità di una cerimonia di inaugurazione della nuova sala prima di un Consiglio comunale a data incerta, presumibilmente entro settembre.

Nel frattempo la sala in questione è stata utilizzata per una serata in data 2 ottobre. In assenza di risposte il Comitato NO TAV ha chiesto e ottenuto dal Comune di Mompantero la sala
consiliare per il 18 ottobre. Si rileva poi che la Sala di Susa, sempre da inaugurare, è stata concessa all’ASL il giovedì 24 ottobre per la presentazione di una iniziativa “Prevenzione: un’opportunità da cogliere al volo“. Si constata quindi che l’esigenza di – inaugurare/regolamentare/esaminare – l’utilizzo di questo luogo di democrazia è una scusante poco attendibile.

Questo atteggiamento conferma l’ambiguità dell’Amministrazione comunale su un tema così delicato, controverso e importante per la nostra Città. I precedenti confermano questa sensazione. Al Festival ad alta felicità di Venaus, ha concesso in sordina panche, letti e tavoli, mentre non ha dato disponibilità per i gazebo con lo stemma di Susa. Oltre a questo fatto poco rilevante, il Sindaco ha firmato una lettera molto dura nei confronti della Regione a riguardo di un invito al cantiere della Maddalena e nel giro di pochi giorni ha cambiato idea partecipando all’incontro.

Il Vicesindaco Montabone è assessore nella Giunta dell’Unione montana Valle Susa con Assessori dichiaratamente contrari all’opera e Vicesindaco in uno schieramento a Susa che dichiara pubblicamente: “Noi non siamo né Sì Tav, né No Tav , noi siamo Oltre“. Posizioni ibride, “Oltre” può lasciar spazio a ogni interpretazione, ma che non stupiscono più di tanto nella confusione totale sulla politica che questa Maggioranza intende sviluppare in Susa e in Valle.

Tutto questo non giustifica la mancata autorizzazione in tempi congrui dopo la richiesta di un gruppo di Cittadini per una sala che non è di proprietà o di utilizzo esclusivo del Gruppo consiliare di maggioranza, ma che deve essere disponibile per ogni occasione di dibattito sulla politica o sui temi che riguardano la Città e la Politica, come si è fatto nel passato, lontano e recente. Invitiamo quindi l’Amministrazione in carica di tener ben presente che in democrazia si può anche non essere il “Sindaco di tutti” sulle scelte politiche, ma che “i diritti di tutti” devono essere rispettati.

Per i consiglieri

Alessandra Brezzo

Antonita Fonzo

Massimo Chianello

Sandro Plano

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Noi siamo Oltre con la O maiuscola.
    Forse Oltretomba come gli zombies di uno dei tanti film americani di serie B che cavalcarono questo filone?

  2. Io sono contro la Tav…ma pare adesso che bisogna prendersela col sindaco di Susa per ogni cosa…Solo Susa puo’ offrire una stanza? Un sindaco non puo’ essere valutato solo per la Tav…qualcuno ha detto” mettetevi in testa che la Tav la fanno”….io dico mettetevi in testa che siamo numeri per loro…l’ ex sindaco Variati ha preso i voti dei No Dal Molin per lasciare poi andare avanti i lavori. QUANDO ci sono accordi giusti o sbagliati difficilmente vengono sciolti, consiglio a questi la Tav si fara’ di aggiornarsi perche’ certe cose sono chiare da sempre.I No Tav cercano di sensibilizzare chi non lo e’, ma non possono fare miracoli.Qualcuno ha chiesto dov’e’ la polizia? Percje’ si da arie di essere un si tav o una persona neutra…C’e’ la polizia quando si commette un reato e c’e’ anche per chi incita i reati scrivendo sul web. Uno apparentemente si Tav ha espresso.consenso nel secondo reato piu’ grave in Italia,allora penso che iNo Tav sono santi in confronto a lui. Che elementi avete, pero!

  3. Ritengo che il comune di Susa debba concedere la sala ai NoTav per lo stesso numero di eventi che i comuni NoTav in questi anni hanno concesso a eventi ProTav: ZERO.

  4. continuate a fare gli gnorri ,a ridicolizzare chi si oppone in modo non violento all’opera, poi vedrete che quando fra il dire ed il fare ci sara di mezzo il mare, (non si parla di compensazioni), la vostra opinione cambierà . L’ambiente(ammesso sappiate il significato della parola) non fa sconti…

  5. Vorrei ringraziare il signor Malox perche’ crede di essere il migliore e offendendo si avvince che lo e’. Un discorso e’ il scrivere verso una persona delle cose vere e un discorse scrivere cose false…ma non merita il mio tempo questo sognore.INOLTRE ROBY SU scrivendo che la Francia so prende tempo dal 2038 per decidere significa che come ho indicato prima di quella data la Torino Lione non viene completata. SA Malox perche’ nella vita non serve complottare? Dio pensa gia’ a tutto e credo proprio non voglia vederci perdere tempo. E mi creda ci penda pene Il Padre Nostro…e io sapendolo mi sento serena.Buona sera…si rilassi Malox non guadagnera’ nulla comunque dalla Tav…se la prende troppo….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.