LETTERA / VALSUSA, I SUV PARCHEGGIATI NEL POSTO PER I DISABILI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

LETTERA FIRMATA

OULX – A chi non è mai successo di parcheggiare almeno una volta in maniera non propriamente consona al codice della strada? Succede, magari quella volta che si deve accedere ad un servizio pubblico e la zona è di quelle dove il parcheggio è un miraggio, mi vengono in mente le zone ospedaliere….quindi ci è sicuramente successo di parcheggiare con una ruota un po’ fuori dalle strisce, oppure con l’automobile che sporge un po’ troppo ma, ubi maior.

Quindi chi mi legge capirà che non voglio fare il bacchettone oppure polemica fine a se stessa infatti le fotografie che vedete si riferiscono alla zona centrale di una nota metropoli italiana, dove notoriamente nelle ore di punta succede di parcheggiare oltre un chilometro dalla zona dove si vuole andare causa la mancanza di parcheggi ed il tasso altissimo di automobili.

Ebbene mi è successo di notare nelle ultime settimane un paio di suv parcheggiati sia nel posto riservato ai disabili che quel po’ di traverso da occupare due posti (l’automobile nera della foto) e lasciare una buona porzione della stessa nella carreggiata: questa cosa si ripete praticamente tutti i giorni.

Ok, fine dello scherzo, la “metropoli” di cui sopra è Oulx e la zona “incriminata” è il parcheggio davanti alla Casa delle Culture; a 100 metri da quel parcheggio vi è la piazza principale del paese con un buon numero di posti auto, ma poco lontano ve ne sono altri e, detto per inciso, se non si ha voglia di fare più strada, non si può comunque incolpare il paese di non avere un parcheggio vicino alla propria abitazione e posto di lavoro. Ricordatevi che nel prezzo dell’automobile, per quanto costosa essa sia, non è compreso il parcheggio riservato. Ps: ho verificato che l’auto non ha il tagliando disabili.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

  1. Poi scopriremo come l’ultima volta a Susa che, dopo essere finito su ValsusaOggi, la furbetta era proprio una che il tagliando ce l’aveva per trasportare un’altra persona, ma in realtà ne approfittava per farsi il parcheggio personale sotto casa, senza nemmeno esporlo. I furbi in Italia si distinguono in due categorie, quelli che hanno il tagliando, e quelli che non ce l’hanno.

  2. Perché mai dovrebbero essere chiamati da qualcuno?
    Se sono vigili il loro compito è quello di vigilare.
    Dal tenore della lettera sembra chiaro che anche l’estensore non si sia sentito in dovere, con ineccepibili ragioni, di doverlo fare.
    Un richiamo al senso civico è rivolto ai cittadini, non a tutori dell’ordine e pubblici ufficiali e non ha nulla in comune con il sollecito di azioni di tipo punitivo o coercitivo.
    La maleducazione e la prevaricazione non si curano con una contravvenzione ma lottando contro l’ignoranza.
    I cugini francesi ancora una volta ci insegnano:
    “Si tu prends ma place, prends aussi mon handicap”.
    https://www.mairie-albi.fr/fr/si-tu-prends-ma-place-prends-aussi-mon-handicap

    • Hai ragione ,la lega con il condono delle cartelle di 1000 euro agevola chi le multe non le ha mai pagate, da berlusconi in avanti la destra agevola i suoi elettori e non gli italiani. Ma la più bella in ordine di uscita è la proposta bonus per i matrimoni religiosi……….a breve il bonus spose all’altare illibate, poi avremo uno sconto al supermercato ogni 5 eucarestie. Intanto a dicembre pagheremo la benzina 10 centesimi in più. Le promesse elettorali sono per i boccaloni che hanno aderito.

      • Anche qui degli ossessionati da Salvini…cosa c’entra la politica con una violazione del codice della strada? E poi, voi chi avete votato?

          • Intanto non mi ha spiegato cosa c’entra il pippone con gli stalli per disabili, argomento dell’articolo.
            Sempre bravissimi i sinistri a girare come trottole intorno all’argomento senza cogliere il punto.

  3. È una vergogna, non accade solo a Oulx ma succede ovunque, io ho un parente disabile e so cosa vuol dire non riuscire a trovare parcheggio… Dovrebbero aumentare le sanzioni e aumentare i controlli perché è una vergogna approfittare di questi parcheggi, dove il 90% delle volte lo si fa per pigrizia o comodità, giusto per non fare due passi in più… Queste persone si credono al di sopra della gente e della legge, ma nella vita tutto torna…..

    • Chiamare i vigili,multa (da 168 a 672€) e 6 punti decurtati dalla patente.
      È l’unica lingua che capiscono gli incivili.
      Un paio di volte e poi gli passa la voglia.

  4. Bene denunciare sui media ma è più utile una segnalazione ai vigili locali, magari con una foto in cui sia ben visibile la targa.

  5. Sei fiduciosi Mirko a pensare che nella vita tutto torna. Non credo sai, l’unica cosa che torna è che i “furbi” qui la fanno sempre Franca.
    Una soluzione rapida ed efficace potrebbe essere una lieve modifica al veicolo non autorizzato alla sosta nel posto dei disabili….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.