NIENTE NAVETTA A GIAVENO: “AVREBBE EVITATO IL PROBLEMA PARCHEGGI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di DANIELA RUFFINO

GIAVENO – Uno dei maggiori problemi lamentato da tantissimi cittadini è quello dei parcheggi, problema che ci viene riportato da più fronti: da chi arrivando in paese da zone limitrofe non trova parcheggio ed è costretto a percorrere più volte le vie cittadine, da chi, vivendo in centro, si trova le auto parcheggiate davanti a cancelli e passi carrai, ma anche da cittadini che percorrendo a piedi alcune vie centrali dove, essendo consentita la sosta il sabato, la carreggiata si riduce creando situazioni di pericolo per i pedoni che si trovano a camminare con le auto che li sfiorano. Il problema si presenta ad ogni manifestazione e ogni sabato mattina durante il mercato settimanale.

In attesa che il Comune metta in opera il parcheggio del centro storico e che attui un piano mobilità e sosta che sia almeno proporzionato ai visitatori di tali manifestazioni, proponiamo di attivare un servizio navetta che permetta agli utenti di parcheggiare la propria auto nei parcheggi limitrofi, come ad esempio quello dell’interscambio o del cimitero e raggiungere il centro del paese e viceversa senza dover percorrere troppa strada a piedi, magari con pesanti borse della spesa.

Ricordiamoci che l’età media si sta alzando e l’utilizzo di navette permetterebbe spostamenti più agevoli alle persone anziane e magari con qualche deficit motorio. L’attivazione del servizio navetta inoltre permetterebbe anche di individuare aree ancora più limitrofe e al momento impensate. Il servizio si potrebbe estendere anche alle brigate incentivando agli utenti a lasciare la propria vettura a casa, cosa che aiuterebbe in parte ad abbassare l’inquinamento atmosferico.

Visto il parere tecnico e contabile sfavorevole, chiediamo che si prenda in considerazione una variazione di bilancio, o che si destinino a questa iniziativa i proventi delle contravvenzioni, o in estremis, si valuti di far coprire in parte le spese chiedendo un contributo minimo agli utenti o istituendo una formula del tipo “acquista in Giaveno e avrai l’uso della navetta gratis”, incentivando così anche gli acquisti nei negozi di vicinato. Si eviterebbero cosi sia la difficoltà di parcheggio e la congestione delle vie centrali, ma soprattutto si eviterebbero in parte le emissioni di Co2 nelle vie centrali.

Con rincrescimento segnaliamo che la mozione è stata respinta. E non sono state date risposte che, ora più che mai servirebbero interventi importanti e programmati per sostenere il commercio.

La navetta, sperimentata dalla amministrazione Ruffino, aveva dato risultati importanti, era stata gestita con costi bassi e aveva dati risposte a chi per scelta aveva deciso di non usare l’auto, oppure si tanti che oggi non si permettere l’auto.

Abbiamo offerto collaborazione, abbiamo teso per l’ennesima volta la mano per condividere il progetto. Purtroppo la risposta è stata deludente, c’è il Covid, non serve. Ma, diciamo noi, il Covid passerà ed allora programmare oggi per un domani che collega centro alle periferie sarebbe una grande scommessa è un grande segnale di saggezza.

Carmela Casile

Daniela Ruffino

Paola Castagnoli

Antonello Iacobellis

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.