LETTERA / COVID, GLI ANTIFIAMMATORI E I VACCINI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

di FRANCO TRIVERO 

OULX – Quanto riportato dal Corriere della Sera del 26 agosto dal titolo “Covid, cure con antinfiammatori. I ricoveri si riducono del 90%” questa notizia avrebbe dovuto trovare, dignità giornalistica e non solo, in tutte le maggiori testate e ripresa dai talk show che per oltre due anni ci hanno fatto convivere con l’incubo del contagio e di finire al pronto soccorso oppure addirittura in terapia intensiva.

Perché non esisteva cura, fatta eccezione del vaccino. Soprattutto ci sono 175.000 mila motivi, tanti sono i morti per coronavirus da marzo 2020 a oggi. Il risultato di questa ricerca scientifica, che ha preso in esame tutti gli studi pubblicati su riviste scientifiche tra il 2020 e il 2021, con la “scoperta” di farmaci, gli antinfiammatori, che possono curare l’infezione e ridurre l’ospedalizzazione del 90% e la necessità di suplementazione di ossigeno al 100%.
Viceversa da quello che ci saremmo aspettati, sulla pubblicazione di Lancet, è calato il silenzio.
Abbiamo assistito alla radiazione e sospensioni dei medici che hanno operato in scienza e coscienza disapplicando la terapia, imposta come pensiero unico sanitario, della tachipirina e vigile attesa. Medici che hanno sostenuto le ragioni delle proprie scelte terapeutiche sostenendo “appartengo ad una generazione che ha fatto della medicina la cura dell’altro di fronte a ciò che non si conosce non è etico né lecito non ascoltare pareri discordanti”.
È la negazione tra l’altro della scienza, che non è la verità, non è una religione, ma è la risultante di errori rettificati. La militarizzazione del nobile lavoro clinico, è stato svilito e umiliato. Tutti i medici, coercizzati e ridotti vilmente ad obbedire in modo acritico al comitato tecnico e non medico,  scientifico e da politici da strapazzo. La classe medica è stata posta sotto ricatto, dagli  stessi ordini, accettando colpevolmente, il pensiero unico, che nulla aveva di sanitario.
Ora è più facile, ma sin dall’inizio chi ha assunto una posizione medica e scientifica critica è stato  emarginato, umiliato e  sanzionato, visto come stravagante se non “negazionista” da giornalisti, commentatori,  politici ignoranti e incompetenti, presuntuosi e arroganti. Oggi alla luce di questa ricerca scientifica, il tutto urla vendetta, abbiamo ucciso la medicina e la cura.
Abbiamo abdicato il cervello sull’altare di una irresponsabilità della uniformità gregaria.
Il danno sociale, culturale è enorme. A nulla sono valsi i vari richiami all’etica contro la discriminazione politica, su un tema scientificamente manipolato. Oggi nonostante sia in scadenza, Roberto Speranza si fa portabandiera di una nuova campagna vaccinale con la quarta dose.
Mi permetto di esprimere  che viste le risultanze medico scientifiche di cui oggi disponiamo,  farebbe meglio ad astenersi. “Del resto è lo stesso silenzio di coloro, che fino all’altro ieri, con i loro giornali, lo sostenevano, bollando con il marchio del’ infamia chiunque la pensasse in modo diverso”.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

9 COMMENTI

  1. Io mi curai con Aulin, una bustina al giorno, per quattro giorni, un po’ di sciroppo per la tosse, vitamine C e D, e basta!
    Un giorno di febbre ( 38) e fine della storia.
    Magari sono stat* fortunat* ….
    Sorry per tutti i morti … Con o per il covid…

    • Generalmente paracetamolo per la febbre o un farmaco antiinfiammatorio con paracetamolo, mi han detto. Dipende dal sistema immunitario lo sviluppo di una malattia non dal tipo. Purtroppo c’è chi è morto di raffreddore o di virus che sembravano innocui. Vero è che lo stesso Bassetti in un intervista sosteneva che alcuni morti per covid non eran morti a causa del coronavirus. Sono morti per infarto .Nessun vaccino è sicuro o insicuro, non sono farmaci i vaccini. Con un vaccino si inietta una piccola parte di virus .Quindi il vaccino col farmaco non ha nulla a che fare. Si credo sia stato fortunato, io non l’ho mai preso a dire il vero. Almeno non mi risulta! C’è chi ha fatto il vaccino e ha preso il covid e è stata male allo stesso modo. Chi ha fatto il vaccino e ha i postumi , ce n’è per tutti e di tutti i tipi

  2. L’AIFA ed il ministero non hanno mai vietato ai medici di famiglia la somministrazione di FANS, né si sono limitati a prescrivere “vigile attesa” (che poi era “monitoraggio costante delle funzioni vitali, ecc.”). Da subito, basta leggere le circolari dell’epoca, hanno messo a disposizione FANS, tachipirina (che è antifebbrile ed analgesico, ma non antinfiammatorio). Anche cortisone, per i casi aggravatisi troppo e non rispondenti ai fans, con gli effetti collaterali del caso. Però occorreva arginare la diffusione di una sconosciuta malattia mortale anche per giovani (il famoso paziente zero, che poi zero non era, aveva meno di 40 anni e si è fatto quasi due mesi di terapia intensiva), a diffusione aerea, veloce. La vaccinazione di massa ha rallentato la diffusione, ma purtroppo è stata ostacolata dalla troppa voce data all’ignoranza ed alla malafede. Gli attori in malafede sono gli stessi che creano queste contrapposizioni dove non ci sono (tra CTS-AIFA-Mnistero contro Medici di medicina generale, per esempio) solo per fomentare disordine (stranamente i no-vax sono anche filo-putin, basta farsi un giro sui siti complottisti) o per raccattare qualche voto in più, quando baciare rosari non bastava più. Poi ai fanatici basta leggere uno studio che certifica nulla di nuovo (ma andava fatto come conferma), e nulla che sarebbe stato “vietato” (ma dove, quando?) dalle autorità sanitarie, per urlare come scimmie ignoranti, ciò che han fatto dall’inizio, dando fastidio ai molti che, cooperativamente come una società evoluta, han fatto in modo che ne uscissimo.

    • Infatti non sono state vietate le autopsie….
      E non sono stati sospesi i medici che non si attenevano al protocollo del Ministero…
      Infatti i televirologi non hanno detto ripetutamente che gli antinfiammatori non servivano a niente….
      E lo stesso aveva detto il Ministero: basta andare a cercare le comunicazioni di allora (non quelle modificate a posteriori)

      Immagino anche che lei sarà contento di quanto costano gas ed elettricità adesso…

      Meno male che ci sono quelli come lei che non pensano e si limitano ad ubbidire e a dimenticare il passato

      In bocca al lupo per il futuro

  3. Solo adesso molti si rendono conto della manipolazione avvenuta. Dopo le vendite da centinaia di miliardi di Big Pharma (che era in crisi) adesso i mass media non parlano più del Covid o lo fanno come se fosse una normale influenza.

    Adesso forse non vi rendete conto che è la volta del caro energia causa Russia/Ucraina.

    Sarà un ulteriore controllo delle masse e impoverimento a vantaggio dell’oligarchia ebraica dei Rothschild, Rockefeller, etc

    Finita la “guerra” ci sarà qualcosa di nuovo. Era tutto previsto nei piani di controllo e manipolazioni delle masse .

  4. Generalmente paracetamolo per la febbre o un farmaco antiinfiammatorio con paracetamolo, mi han detto. Dipende dal sistema immunitario lo sviluppo di una malattia non dal tipo. Purtroppo c’è chi è morto di raffreddore o di virus che sembravano innocui. Vero è che lo stesso Bassetti in un intervista sosteneva che alcuni morti per covid non eran morti a causa del coronavirus. Sono morti per infarto .Nessun vaccino è sicuro o insicuro, non sono farmaci i vaccini. Con un vaccino si inietta una piccola parte di virus .Quindi il vaccino col farmaco non ha nulla a che fare. Si credo sia stato fortunato, io non l’ho mai preso a dire il vero. Almeno non mi risulta! C’è chi ha fatto il vaccino e ha preso il covid e è stata male allo stesso modo. Chi ha fatto il vaccino e ha i postumi , ce n’è per tutti e di tutti i tipi

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.