OULX, L’ISTITUTO DES AMBROIS AVRÀ FINALMENTE LA PALESTRA? CHIESTO IL FINANZIAMENTO AL MINISTERO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
L’istituto Des Ambrois a Oulx

di FABIO TANZILLI

OULX – Ci potrebbero essere buone notizie, finalmente, per gli studenti dell’istituto superiore Des Ambrois di Oulx, che sono da sempre senza una palestra. Durante l’incontro tenutosi la scorsa settimana a Sestriere, tra alcuni sindaci dell’alta Valsusa e la Città Metropolitana di Torino, il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo ha parlato “dell’impegno della Città Metropolitana per dotare finalmente di un palestra l’Istituto Des Ambrois di Oulx, grazie alla partecipazione ad un bando recentemente pubblicato dal ministero dell’Istruzione”. Il bando per finanziare le palestre emesso dal ministero (nuove costruzioni o miglioramento di quelle esistenti) prevede un finanziamento totale di 300 milioni, grazie ai fondi europei del Pnnr. Dal Piemonte sono stati presentati 199 progetti. Il totale dei finanziamenti richiesti dalle varie regioni italiane supera però i 2,8 miliardi, sui 300 milioni disponibili.
In attesa di capire se la nuova palestra del Des Ambrois di Oulx sarà ammessa in graduatoria nel bando di finanziamento del ministero, è bene ricordare la vicenda.
La “nuova” sede della scuola superiore Des Ambrois di Oulx era costata circa 10 milioni di euro: si trova vicino al Lago Borello e dopo anni travagliati di cantiere (l’area prescelta non era infatti adatta all’edificazione di una struttura così importante) era stata poi inaugurata nel 2009. Ma la nuova scuola era stata costruita senza la palestra, al punto che gli studenti sono sempre stati costretti ad uscire dall’istituto per utilizzare il vecchio impianto sportivo comunale del Pra Long.
Ma come mai la Città Metropolitana di Torino (allora si chiamava ancora Provincia di Torino) aveva speso 10 milioni di euro per realizzare una scuola nuova, senza costruire la palestra? In realtà non era stata “dimenticata”, ma nel 2007 era stato reso noto il motivo della cancellazione dal progetto. La Regione Piemonte aveva posto la questione del vincolo ambientale: oltre al perimetro di cantiere della scuola, che era già in costruzione, non si poteva più “sforare”, essendo quella del Lago Borello un’area a tutela ambientale: un’oasi protetta denominata dagli esperti “Stagno di Oulx”, per la struttura acquitrinosa del terreno. Quindi non c’era più lo spazio disponibile per costruire la palestra, oltre alle aule.
Ora la Città Metropolitana di Torino vuole risolvere il problema e dotare la scuola di Oulx di una nuova palestra, e ha partecipato appositamente al bando del ministero per ottenere i soldi. Questo significa che il problema ambientale dell’area protetta del Lago Borello è stato superato? Vedremo gli sviluppi nei prossimi mesi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Non ci sono soldi per la Scuola…però, anche a livello locale, ci sono sempre i soldi per finanziare sprechi e privilegi della politica? Ci sono sempre i soldi per mantenere un stato sociale che incentiva il dolce far niente ed enti pubblici parassitari? Ci sono sempre soldi per l’accoglienza ai clandestini negli alberghi a 4 stelle e per regalare le armi a un conflitto regionale che ci sta solo creando problemi evitabilissimi?

  2. Mi sono diplomato al Des Ambrois nel 2001 e ricordo bene che il progetto originario prevedeva la mia classe Quinta già nella nuova sede con relativa palestra…
    Quest’anno vado per i Quaranta e mi domando:
    -Vivrò abbastanza per vedere costruire la tanto desiderata palestra?
    Ai posteri l’ardua sentenza…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.