Pentoshi annuncia grandi rimbalzi per il Bitcoin

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

È previsto un aumento del bitcoin? Gli analisti e gli strateghi delle criptovalute amano fare previsioni sulle migliori monete del mercato. Pentoshi, che, ricordiamo, ha annunciato la fine del trend rialzista delle criptovalute, ha appena previsto grandi rimbalzi per BTC e SOL.

Un possibile rimbalzo per il BTC?

Ciò che ci piace della criptosfera è che ognuno ha la sua piccola analisi. Gli strateghi del settore rendono felice il web quando propongono nuove ipotesi. Questa volta è stato Pentoshi, noto per aver annunciato la fine del mercato toro delle criptovalute, ad annunciare che il prezzo del Bitcoin (BTC) e di Solana (SOL), il rivale di Ethereum (ETH), sarebbe aumentato nei prossimi mesi.

È su Twitter che il famoso stratega ha condiviso la sua analisi e per i suoi 612.000 follower è una benedizione. Ha twittato che, a distanza di un anno, la tendenza non è più ribassata per il bitcoin. Ha anche aggiunto che i pregiudizi sono duri, soprattutto dopo dieci mesi di suspense, ma sembra che la tendenza si invertirà nei prossimi due mesi. Lo stratega ritiene che su ampi periodi di tempo sia più facile prevedere i movimenti di alcune criptovalute.

Uno schema che continua a ripetersi

Secondo Pentoshi, la resistenza diagonale del Bitcoin che ha mantenuto il BTC in una curva discendente dallo scorso anno sta per finire. Dallo scorso novembre, il bitcoin ha effettivamente registrato pochi movimenti che potrebbero segnalare un rally. Tuttavia, per lo stratega, tutti i segnali sono verdi per un breakout rally a 26.721 dollari.

Il prezzo del Bitcoin si sta effettivamente riprendendo. Questo dopo l’annuncio del FOMC di un rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Secondo gli analisti, non è impossibile che il BTC su Biticodes replichi lo schema dell’inizio di settembre dello scorso anno, quando si è verificata una successione di candele giornaliere verdi, due rosse e un’altra verde.

Ricordiamo che l’ultima volta questo ha portato il bitcoin a scendere sotto i 19.000 dollari prima di ricominciare a salire. Se ci riferiamo agli stessi movimenti, allora potremmo aspettarci che il prezzo del BTC torni a salire dopo la tendenza al ribasso.

Il BTC può raggiungere i 20.000 dollari?

Le previsioni si basano in parte sulle fluttuazioni passate del prezzo del Bitcoin. Tuttavia, devono tenere conto di una potenziale zona di resistenza al di sotto dei 20.000 dollari. Secondo i dati di Whalemap, le criptovalute si sono concentrate intorno ai 19.900 dollari. Questo potrebbe rovinare un possibile aumento a 20.000 dollari.

Il 24 settembre il prezzo del Bitcoin è salito a 19.888 dollari prima di scendere leggermente. Il prezzo è tornato sotto i 19.000 dollari fino alla chiusura giornaliera. Se continuiamo a fare affidamento sulla Whalemap, per far risalire il Bitcoin a 20.000 dollari dovrebbe sostenere e mantenere il livello tra 18.000 e 19.000 dollari.

Il dollaro è ancora in ottima forma

Il dollaro è ancora in testa, rendendo improbabile un movimento al rialzo degli asset nel breve termine. Inoltre, le ultime proiezioni della Fed per il 2023 rimangono elevate, quindi gli investitori dovrebbero rimanere pazienti.

Per il Pentoshi, un rimbalzo rialzista rimane una possibilità, che consentirebbe alla criptovaluta di tornare sopra i 20.000 dollari. Non è tuttavia da escludere un’altra bocciatura in prossimità di questo livello, che potrebbe riportare il BTC al di sotto del supporto di 19.000 dollari.

Un potenziale vantaggio a cui guardare?

Al momento in cui scriviamo, il bitcoin è scambiato a 18.862 dollari. Speriamo che Pentoshi abbia ragione e che il calo sia un segnale di un potenziale aumento nei prossimi mesi. Pentoshi è anche molto ottimista riguardo alla piattaforma di contratti intelligenti Solana (SOL). Egli ritiene che anche il principale rivale di Ethereum, Solana, si riprenderà nei prossimi mesi.

Lo stratega conclude dicendo che non c’è il FOMC (Federal Open Market Committee), né i risultati fino a novembre. I tassi sono ancorati al 4,6% e i mercati si trovano su un supporto elevato nel tempo dopo il ribasso di giugno, quindi ci sono buone premesse per un rally.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.