POESIE GIAPPONESI DEDICATE ALLA VALSUSA: IL PROGETTO DEL SINDACO FRACCHIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di NORMA RAIMONDO

SANT’AMBROGIO – Si chiamano haiku e sono dei componimenti di origine giapponese, abitualmente caratterizzati da tre versi, per complessive 17 more (unità di suono che determina la quantità di una sillaba). Appassionano molti, che si cimentano nel dar vita a suggestivi accostamenti. Tra di essi, anche il sindaco Dario Fracchia, che nel corso di diversi anni, ne ha composti ben 3300.

Una corposa produzione, che troverà spazio in un’insolita raffigurazione, avente come sfondo la valle di Susa. “Io sono l’autore degli haiku – afferma Fracchia – ma mi piacerebbe realizzare una pubblicazione che accoppiasse lo strumento della parola a quello delle immagini“.

Detto fatto, sta prendendo corpo il progetto “Tra immagini e versi, uno sguardo intimo sulla valle di Susa” che vedrà affiancati alla poesia di Fracchia gli scatti di Riccardo Lorenzi, già autore della mostra “Il mare negli occhi” presentata nei mesi scorsi a Sant’Ambrogio insieme al regista valsusino Luigi Cantore, che si occuperà del casting e di individuare una ventina di location nostrane.

L’appuntamento è fissato per venerdì 29 giugno alle ore 17 presso il birrificio San Michele, un’apposita conferenza stampa illustrerà l’idea agli intervenuti. “Già durante l’incontro – conclude Fracchia – sarà possibile fornire la propria adesione al progetto“. Per partecipare in veste di protagonisti alle fotografie, prestando il proprio volto e l’appartenenza valligiana alla genesi di un’opera interamente “made in Valsusa”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.