SANT’AMBROGIO, IL COMUNE DÀ LAVORO CON I VOUCHER

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di CORINNE NOCERA

SANT’AMBROGIO – In municipio a Sant’Ambrogio, la giunta comunale ha approvato il progetto “Sostegno al reddito: progetto di manutenzione ordinaria del patrimonio comunale in occasione di matrimoni e impiego di lavoratori in manifestazioni promosse dall’amministrazione”. In sostanza, l’amministrazione guidata da Fracchia assegnerà buoni lavoro, i voucher, alle persone già individuate dalla giunta e che si occuperanno di pulire alcune zone del paese, di proprietà comunale. “Il progetto intende creare delle opportunità di lavoro di tipo accessorio, attraverso la figura professionale dell’operaio generico, offrendo un sostegno al reddito dei residenti in Sant’Ambrogio, in situazione di difficoltà economica: un’opportunità di lavoro occasionale remunerato con voucher del valore di € 10,00 ciascuno”, spiegano dal Comune.
Le prestazioni lavorative richieste consistono nella pulizia, dopo la celebrazione di matrimoni con rito religioso o civile, della piazza della Chiesa Parrocchiale o della piazza del Comune e dei rispettivi ingressi e scalinate, ovvero della piazza antistante la Torre Comunale o del cortile del Castello Abbaziale, (tutti siti individuati quali possibili luoghi da adibire alla celebrazione di matrimoni) da riso, confetti, carta e qualsivoglia rifiuto.

Sono inoltre richieste distinte prestazioni lavorative da eseguire, qualora l’Amministrazione ne ravvisi la necessità, per il decoro del territorio comunale in occasione di eventi e manifestazioni promosse dall’Amministrazione stessa relativamente alla pulizia di strade, piazze e marciapiedi contestualmente alla manutenzione di giardini ed aiuole (estirpazione erba, rimozione fiori secchi ….).

La giunta di Fracchia precisa anche le modalità di chiamata: “L’Amministrazione provvede a contattare telefonicamente, con breve preavviso, il lavoratore collocato utilmente in graduatoria. La graduatoria viene utilizzata seguendo il principio di rotazione tra i primi classificati a parità di punteggio. Se al recapito telefonico di reperibilità indicato la persona non sarà raggiungibile o non risponderà ovvero non accetterà di presentarsi, si provvederà ad interpellare, a seguire, il soggetto successivo in graduatoria. Dopo due rinunce, oppure qualora il lavoratore abbandoni il programma, sarà escluso dall’elenco e non sarà più contattato per eventuali ulteriori futuri lavori”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.