SANT’ANTONINO, L’IMPEGNO DEGLI AIB NEI MESI DEL CORONAVIRUS

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal GRUPPO AIB DI SANT’ANTONINO DI SUSA

SANT’ANTONINO DI SUSA – La squadra AIB di Sant’Antonino di Susa, nonostante l’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus e alle disposizioni in materia di sicurezza imposte dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Mi nistri emanati negli ultimi due mesi, ha portato a termine alcuni importanti lavori di manutenzione ambientale sui torrenti e sentieri nel tratto montano corrispondente al proprio comune di riferimento.

I lavori, iniziati a febbraio con alcune ricognizioni dei punti a rischio idrogeologico, sentieri e punti d’approvvigionamento acqua, sono terminati domenica 10 Maggio, con l’ultimazione della pulizia totale del sentiero Frassati dalla borgata Vignassa fino al Colle Bione (con uno sviluppo di poco meno di sei chilometri).

Uno degli interventi più urgenti e importanti è stato sicuramente quello della rimozione della vegetazione cresciuta e delle piante schiantate dal vento nell’alveo del Rio Trona, uno dei corsi d’acqua più monitorato, dati anche i fenomeni idrogeologic i che in passato hanno destato preoccupazion e per la s icurezza delle borgate situate sul conoide del rio.

Il taglio e la frammentazione delle piante ed arbusti all’interno dell’alveo del Trona, si è reso necessario per prevenire pericolosi sbarramenti in c aso di piena che, a seguito dello smottamento presente a Presa Casel, potrebbero generare una frana incanalata in alveo e giungere fino a valle, dove sono collocate le briglie selettive.

Le attività di prevenzione hanno interessato anche Presa Casel, gli a lvei del Rio Vignassa e del Rio Cresto. Le diverse opere di difesa spondale e briglie poste lungo l’asta dei torrenti di Sant’Antonino di Susa, sono state a loro volta ispezionate e, dove necessario, è stata rimossa la vegetazione al fine di consentirne il success ivo svuotamento dei detriti che verrà organizzato ed effettuato in seguito dall’Ufficio Tecnico del municipale.

In questo periodo di emergenza, non sono mancati interventi di spegnimento incendi, abbinati a quelli di prevenzione AIB relativa agli idranti e punti d’acqua, posizionati sul territorio montano e che vengono utilizzati in caso di incendio per il riempimento dei mezzi e delle vasche per elicottero.

Passando alle attività direttamente connesse all’emergenza Covid-19, in accordo con le
autorità comunali, sono stati svolti servizi essenziali in favore della popolazione del paese, a cadenza pressoché quotidiana, quali la distribuzione di buoni spesa per le famiglie aventi diritto, la distribuzione dei pc e dei tablet per gli studenti dell’Istituto comprensivo scolastico e la distribuzione delle mascherine, tutt’ora in corso.

Un aspetto da sottolineare è che l’attuale situazione emergenziale ha purtroppo reso l’operato della squadra AIB decisamente più complicato del solito. L’utilizzo del DPI completo (occhiali, maschere ffp2 a filtri, sottocasco e vestiario) da parte dei volontari si rende indispensabile fin dall’ingresso in sede, già nelle fasi di organizzazione degli interventi e prima delle uscite in quanto, sia sui mezzi che durante gli allestime nti ed utilizzo delle attrezzature è impossibile rispettare le distanze di sicurezza atte ad impedire la diffusione del Coronavirus.

In caso di emergenza connesse ad eventi meteo idrogeologici rilevanti, inoltre, il tutto è complicato dall’operare sotto la pioggia, bardati di tutto punto. Per cui si è reso e si rende necessario abituarsi all’utilizzo di tutti i mezzi e le attrezzature, indossando tutti i predetti DPI, fatto che richiede un ulteriore sforzo (anche fisico) e di concentrazione durante ogni attività.

Tutti gli interventi svolti sul territorio sono stati possibili grazie a un importante lavoro di collaborazione tra la squadra AIB e Protezione Civile di Sant’Antonino di Susa e l’Amministrazione Comunale, che ha costantemente seguito e sostenuto l’operato dei volontari.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.