SCI IN VALSUSA, LA VIALATTEA RIAPRE LE PISTE DAL 4 DICEMBRE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’Ufficio Stampa Sestrieres SpA

SESTRIERE – Le fiere ed i saloni autunnali che ruotano intorno al mercato della neve mandano segnali positivi per la prossima stagione invernale.

La Vialattea non poteva mancare all’appuntamento con TTG Travel Experience di Rimini, fiera internazionale del turismo in Italia, tenutasi dal 13 al 15 ottobre nel quartiere fieristico nel cuore della riviera romagnola. Tre giorni all’insegna dell’ottimismo che hanno centrato in pieno l’obiettivo conquistando la fiducia di migliaia di operatori turistici “buyers” e “sellers” di destinazioni e servizi dalle alpi, alle colline, al mare. 

C’è grande fiducia e ci sono grandi aspettative. Quest’estate il turismo si è rimesso in moto. Adesso tutte le attenzioni sono rivolte verso il comparto alpino in vista della prossima stagione invernale. Grande è la voglia di tornare a soggiornare sulla neve, di sciare, fare attività in alta quota tra divertimento, benessere e relax. 

I tour operator Italiani e stranieri stanno dimostrando interesse per le piste della Vialattea e puntano sulla prossima stagione turistica e soprattutto sulla neve. Questo è quanto è emerso dal TTG di Rimini. Tutto il territorio delle montagne Olimpiche è in piena attività per impostare i primi accordi per la prossima stagione invernale, riallacciare i rapporti con i tour operator “storici” ed avviare nuove trattative. 

Sono inoltre state definite, in collaborazione con il Consorzio Turistico Via Lattea, le offerte Hotel + Skipass. Vantaggiose promozioni per accogliere i turisti nell’arco di tutta la stagione invernale con tariffe scontate per soggiorno in hotel o residence e skipass Vialattea compreso (info@sestriere.it).

C’è tanta voglia di ripartire e di prepararsi alla prima neve con grande entusiasmo. 

Le premesse ci sono tutte ed anche le recenti disposizioni governative evidenziano la volontà di dare il via libera ad una stagione sciistica con la giusta attenzione alla sicurezza sanitaria, che in Vialattea avrà la massima considerazione, ma senza blocchi particolari evitando quindi una ripartenza con i freni tirati. 

Grande è l’interesse anche per Skipass Modena Fiere che come vuole la tradizione si terrà a fine ottobre. La Vialattea sarà presente con la Regione Piemonte per consolidare i rapporti con il mondo della neve e prepararsi al meglio per la stagione ormai imminente.

La Vialattea vi aspetta per le prime sciate a partire dal 4 dicembre non appena le condizioni dell’innevamento lo consentiranno.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

12 COMMENTI

  1. Maledetti untori! Il covid fa miliardi di morti al secondo, siamo in piena emergenza, i numeri non sono mai stati così alti e questi pensano so a divertirsi? Vogliono portare il virus in giro con l’aiuto di sci e seggiovie! L’OMS, il CTS, l’AIFA e tutti gli infallibili virologi in tv e sui social sono concordi. No Skipass, solo Green Pass!

    • Billions of deaths a second?

      You make me laugh. Less than 5 million have died, worldwide, in 2 years now – do some research and educate yourself.

    • Scusa, all’inizio eri ironico, spiritoso, ora basta sei ripetitivo, sempre le stesse parole, l’originalità è finita; non è più divertente leggere sempre gli stessi commenti per qualsivoglia notizia. Sei bravo, ma cambia argomento, il covid ha stufato, così tornerò a sorridere dell’arguzia dei tuoi post.

  2. Penso che l’industria italiana dello sci si sia suicidata. In questa stagione dobbiamo uscire dalla Val Susa e andare in Francia per sciare senza vaccino. Ancora una volta, i Tour Operator devono inviare clienti in Spagna, Andorra, Francia e Austria attraverso restrizioni troppo zelanti sui viaggi e sullo sci in Italia. Eppure qui i prezzi salgono continuamente e gli italiani si riversano in altri paesi in vacanza.

    • E dal 1° gennaio nessuno può bere alcolici a pranzo in Italia. Non ci sarà l’apres ski, perché tutti sciano altrove. Le stazioni sciistiche saranno ancora più vuote di quanto non fossero prima del Covid.

      • Concordo su tutto!
        se i gestori degli impianti si vogliono suicidare….lo stanno facendo bene!
        basta dire che sono stati loro a proporre al Governo l’obbligo di Green Pass per sciare….FOLLIA!

  3. La vialattea è la capofila di queste stazioni che sembrano non volere i turisti
    Fanno di tutto per invogliare ad andare altrove
    Mi auguro che in tanti lo facciano così magari capiscono che l’offerta “chi più scia più paga” allontana la fidelizzazione della clientela e favorisce clienti mordi e fuggi, che una volta visti gli impianti vetusti e le piste chiuse in settimana( Motta, sises genevris Claviere…… e altre) non torneranno mai più
    Braso hai ucciso il turimo

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.