SEGGIOVIA DI CHIOMONTE, IL COMUNE CERCA VOLONTARI PER APRIRE L’IMPIANTO AD AGOSTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUICAZIONE DIFFUSA SU FACEBOOK DALL’ASSOCIAZIONE PRO FRAIS

CHIOMONTE – Il Comune di Chiomonte ha fatto grandi sforzi, sia amministrativi, sia economici, per permettere l’apertura già nel mese di agosto della Seggiovia Chiomonte-Frais. L’apertura, attualmente prevista per il solo mese di agosto 2020, per il Comune di Chiomonte, che è anche la figura di gestore della seggiovia, rende necessario un ulteriore sforzo economico, per sostenere gli oneri per le figure obbligatorie previste dalla normativa sugli impianti a fune (Direttore di Esercizio e Capo Servizio, in particolare).

L’apertura della Seggiovia Chiomonte-Frais ha un’importanza basilare per le sorti del Frais, per ridurre l’isolamento della frazione, per permettere la garanzia di servizi essenziali (spesa alimentare e non, permettere di attivare servizi di comunità (servizio quotidiani, giornali, medicinali, soprattutto per anziani, ecc.), oltre a permettere di utilizzare il treno per venire al Frais, evitando code, stress e permettendo di far arrivare persone più facilmente dalla Valle.

Lo sforzo economico da parte del Comune di Chiomonte è stato intenso, ma non riesce ad arrivare a garantire le altre figure operative che permettano di garantire l’operatività della Seggiovia Chiomonte-Frais, che sono specificamente:

  • Gli agenti di stazione (o di banchina)
  • I macchinisti

Il Comune di Chiomonte ha pertanto chiesto a Aps Pro Frais di attivare la possibilità di prestare attività di volontariato per garantire la presenza di queste figure, durante il periodo di apertura. Pertanto Aps Pro Frais chiama tutti i soci che possano fornire volontariamente tale possibilità di servizio, a comunicare all’Associazione la propria intenzione di fornire tempo per tale esigenza essenziale per la comunità, e a manifestare l’intenzione di poter fornire un po’ del proprio tempo per permettere l’apertura della seggiovia.

La necessità è quella di poter avere l’adesione del più ampio numero possibile di persone,
quali soci volontari, al fine di ridurre l’impegno di ciascuno a poche ore da sacrificare,
eventualmente, al proprio soggiorno al Frais. Dalle relazioni preliminari con il Comune di Chiomonte, si prevedono orari di apertura della Seggiovia Chiomonte Frais ad orario, probabilmente nel corso di queste giornate settimanali:

  • Ogni Giovedì di agosto, in concomitanza con il giorno di mercato a Chiomonte:
    ◦ mattina: dalle 8,30 alle 10,30 e dalle 12,00 alle 13,30
  • Ogni Venerdì di agosto, per permettere l’arrivo delle persone al Frais anche con il treno, in orario post-lavorativo:
    ◦ sera: dalle 17,30 alle 19,30
  • Ogni sabato e domenica di agosto:
    ◦ mattina dalle 8,30 alle 10,30 e dalle 12,00 alle 13,30
    ◦ pomeriggio dalle 17,30 alle 19,30

La figura dell’agente di stazione è colui che agevola la salita e la discesa delle persone dai
seggiolini della seggiovia.

Il macchinista è colui che opera per manovrare e regolare il funzionamento della seggiovia e coordina gli agenti di stazione.

Per tali figure, anche volontarie, il Direttore di Esercizio deve effettuare una obbligatoria
formazione, con esame finale e certificazione, per la quale è anche necessario fornire copia di documento di identità e codice fiscale.
Soprattutto per i giovani (maggiorenni), può essere una opportunità di formazione e qualificazione curriculare, che permette di potersi proporre per il lavoro presso le stazioni sciistiche, durante la stagione invernale. Al socio volontario, previa convenzione, verrà stipulata assicurazione contro gli infortuni e responsabilità civile, oltre a poter disporre di rimborso per le spese eventuali di trasferta e di vitto, correlate al periodo di disponibilità.

Pertanto:
• Si richiede di comunicare l’intenzione di aderire quale socio volontario per garantire
il funzionamento della Seggiovia Chiomonte Frais, comunicando la propria
intenzione per iscritto (o attraverso la mailing list sociale o con invio per email a
info@apsprofrais.org, comunicando NOME, COGNOME, CODICE FISCALE, INDIRIZZO
RESIDENZA e RECAPITI TELEFONICO e EMAIL, allegando copia de: DOCUMENTO DI
INDENTITA’ e CODICE FISCALE, dichiarando la disponibilità a divenire socio volontario;
• dare disponibilità per la formazione che avverranno nel corso delle prove di impianto nelle
date del 30 LUGLIO 2020 e 31 LUGLIO 2020 (le specificazioni dei punti di ritrovo e degli orari verranno fornite quanto prima, sulla base delle indicazioni fornite dal Direttore di
Esercizio)
• Ulteriori periodi di formazione verranno previsti nel corso della prima settimana di agosto.
• Nel corso dei primi giorni di agosto, anche in webconference, verrà effettuata una riunione operativa per la programmazione delle attività e dei turni da svolgere del corso del mese di agosto per garantire l’apertura della seggiovia Chiomonte-Frais.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Volontariato????? Ma siamo tornati ai servizi medievali di vassallaggio??? Un Comune dovrebbe vergognarsi anche solo di pensare una cosa del genere. Il tempo delle persone ha un valore e va retribuito. La retribuzione è la misura della dignità del lavoro. Ma siete impazziti? Migliaia di disoccupati e voi proponete di fare i volontari? Trovate i fondi e siate onesti! Siamo un Paese allo sfascio, ma cerchiamo di mantenere dei limiti ben saldi a difesa dei diritti, altrimenti sarà la fine.

  2. follia … ma chi garantisce la sicurezza dei trasportati ? L’impianto sarà poi sicuro ? e le leggi sulla sicurezza del lavoro in questo caso non valgono ?

  3. Caro sig.Marcello , appunto perchè Chiomonte è allo sfascio , se uno lo ama deve adoperarsi per rilanciarlo , cosa che in questi ultimi anni si è cercato di fare con manifestazioni (concordo non sempre azzeccate) ed iniziative per far risollevare Chiomonte dalla parabole negative in cui si trova e per molteplici cause .Bene io ho conosciuto tutte queste persone con cui a volte ho collaborato e pubblicamente voglio ringraziarle , non posso e voglio fare nomi perchè con sua meraviglia sarebbero troppi . Invece inorridisco nel leggere le sue parole , perchè sono ancora un inguaribile utopista e credo nella volontà e nel volontariato , credo anche che monetizzare tutto sia oltre che squallido anche peripatetico . Ma forse l’imbecille sono io che ho dedicato gli ultimi quindi anni a Chiomonte e la cosa mi è costata pecuniariamente , fisicamente e moralmente ma , rifarei tutto quello che ho fatto .

    • Sig. Carlo, il suo tempo è libero di impiegarlo come crede. Reclutare volontari per farli lavorare gratis è immorale. Il tempo di ciascuno ha un valore e va retribuito. La retribuzione non è un optional. Lottiamo per salvaguardare il sistema di diritti. Il reclutamento di lavoratori volontari è roba da URSS. O da caporalato… faccia lei. Saluti.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.