SESTRIERE, ADDIO ALL’HOTEL PER I DISABILI (REALIZZATO COI SOLDI PUBBLICI): IL COMUNE LO VENDERA’ AI PRIVATI CON IL VIA LIBERA DEI LIONS / L’APPELLO DI MARTIN E UNA PETIZIONE ON LINE: “SALVIAMOLO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

disabili

SESTRIERE – L’Hotel Lago Losetta è una delle poche strutture alberghiere in Italia totalmente a misura di disabile. Era stata appositamente realizzata con quel fine negli anni delle Olimpiadi, con i soldi pubblici e quelli dei Lions. Ma adesso l’amministrazione del sindaco Valter Marin ha deciso di metterla in vendita ad un privato, permettendo che ne possa fare ciò che vuole per “rendere di più” dal punto di vista economico, di fatto riducendo le camere per i disabili e facendola diventare un albergo come gli altri, o forse ancora peggio, degli alloggi.

Il progetto era nato dai Lions: era un’opera connessa ai Giochi di Torino 2006 come “struttura ricettiva per attività sportiva disabili”, realizzata coi soldi pubblici ( 2.100.000 di euro dalla legge sulle Olimpiadi, tramite Regione Piemonte, 516mila euro dal Comune di Sestriere, e 600mila euro dai Lions Club.    In tutti questi anni, la struttura veniva tutelata attraverso la gestione con un bando pubblico. Della questione ne avevamo già parlato più volte, ma adesso vari esponenti dell’associazionismo che segue i disabili, nonchè il campione di Albertville e fondatore della prima scuola di sci per i disabili, Gianfranco Martin, si stanno mobilitando per bloccare l’operazione.

E’ stata avviata una petizione on line, che sarà consegnata al sindaco Marin, e che ha già raccolto in poco tempo oltre 1600 firme. In cui si chiede di salvare l’hotel Lago Losetta, e permettere ancora ai disabili di poter passare le vacanze a Sestriere in una struttura a loro interamente dedicata.

“L’unica cosa che vorrei capire è se la popolazione di Sestriere si è accorta della fortuna che ha ad avere un’eccellenza sul proprio territorio – si sfoga Martin su Facebook – una struttura che negli anni è cresciuta ed ha portato solo belle cose e per tutti. Sestriere si è accorta di ciò che rischia di accadere? Vorrei sentire la voce dei miei concittadini, a cui ho portato una medaglia olimpica!”.

La vendita dell’hotel per disabili, che ha un’utilità pubblica e sociale, viene vista da Martin con un rischio per il mantenimento delle caratteristiche che, fino ad oggi, hanno permesso ad una simile realtà di proseguire l’attività per i disabili. “Al mondo dei disabili ho dedicato la mia vita professionale – spiega Martin sui social – il territorio dovrebbe supportare le eccellenze che ha, e non mettere in difficoltà e causare i problemi ai disabili. L’approvazione dei Lions alla vendita da parte del Comune non ha poi tutelato il proprio progetto”.

Ecco invece il testo della petizione on line per salvare l’hotel dei disabili: potete firmarla qui

Sono Matteo Cotardo un ragazzo disabile a seguito di un incidente sul lavoro il 09/10/2013. La mia Vita da quel giorno è completamente cambiata, ho subito la frattura di una vertebra con fuoriuscita del midollo, costringendomi all’utilizzo della sedia a rotelle. Dopo la degenza nel centro di riabilitazione terminata nell’aprile 2014 tornando a casa mi sono reso conto delle grandi difficoltà che la nuova “vita” mi metteva difronte, ho dovuto affrontare un lungo periodo di depressione, pensavo di non poterne più uscire.

Fortunatamente nel febbraio 2015 ho dato una svolta alla mia vita, incontrando l’Associazione Freewhite-Sestriere di Gianfranco Martin. A Sestriere è presente una struttura alberghiera interamente accessibile che si chiama Hotel Lago Losetta, ed è intitolato a Melvin Jones il fondatore dei Lions (il progetto è stato realizzato proprio dai Lions). La struttura è esempio unico di totale accessibilità e fruibilità per qualsiasi disabilità, tutte le camere, tutti gli spazi comuni, e tutti gli accessi sono fruibili con la carrozzina, non si trovano alberghi con queste caratteristiche, sembra incredibile, ma ad oggi non esistono strutture del genere in tutta italia. e poi c’è la Freewhite che organizza le attività sportive, estive ed invernali per noi ragazzi con diverse disabilità (motoria, sensoriale e intellettiva)

La struttura, Hotel Lago Losetta oltre ad essere sempre molto disponibile e attenta a tutte le esigenze dei suoi ospiti speciali, ha un servizio navetta proprio dedicato, a raggiungere tutte le attività sportive e ludiche che la Frewhite di Gianfranco Martin organizza. Grazie a questa mia esperienza ho avuto la possibilità di imparare a sciare proprio con la freewhite e tutti i maestri messi a disposizione, mi è sembrato di rinascere, la mia vita è nuovamente cambiata ma questa volta in meglio. Tanto soddisfatto che ho voluto provare l’esperienza anche nel periodo estivo, ho potuto vivere la montagna con tutte le attività che la freewhite organizza.

Anche questa volta soggiornando nel Hotel Lago Losetta insieme a tantissimi clienti disabili e i loro accompagnatori. Ho scoperto proprio in questi giorni che la struttura è di proprietà del Comune di Sestriere e che lo stesso intende alienare/vendere la struttura! Sono spaventato all’idea. ORRORE  E ANCORA PIU’ ORRORE CHE I LIONS ABBIANO CONCESSO QUESTO.

La mia domanda è: perché una struttura che oggi è sapientemente gestita dalla G.D.G. dis-sport srl ,con prassi di accoglienza uniche nel suo genere, viene venduta? Perché non procedere nuovamente a tutelare l’accoglienza a noi disabili con un nuovo Bando di Gestione che possa garantire (come ha fatto il Comune dal 2009) una preservazione di ottima accoglienza e accessibilità (anche nel prezzo)? Le cosa in Italia funzionano così e noi disabili siamo la catena debole di una società che non ci vede o ci vede solo come un problema

Perché non posso pensare di poter vivere le mie vacanze come desidero e ho potuto desiderare da quando l’Hotel Lago Losetta esiste? Esisterà ancora o è la solita situazione in cui un’operazione immobiliare porterà a perdere questo gioiello unico per noi?

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. che schifo! lo stato (noi) paga per un progetto rivolto ai disabili e adesso si permette di mutarne la destinazione!
    ennesimo esempio di malapolitica, e disonestà

  2. Premetto che sono un normodotato ma , non capisco xchè i Lions abbiano dato il loro OK alla vendita…se anche queste associazioni vanno in questa direzione siamo rovinati, mi sembra che vengano a decadere i principi delle stesse.
    Il lago Losetta è e puo’ continuare ad essere un fiore all’occhiello, ma il comune di Sestriere come fa a non capire dell’importanza di dare alla nostra comunita’ ed anche a quella Internazionale un valore cosi’ inestimabile quale un albergo “dedicato” ????? Se sono i soldi che contano allora imparino a fare meglio i conti xchè a forza di briciole potete fare i milioni!!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.