SMAT, UN NUOVO PROGETTO PER LA TUTELA DEI CAMPI POZZI NEL TORINESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

TORINO – Nella mattinata di giovedì 2 dicembre alle ore 10 presso il Padiglione dell’Acqua Smat in corso XI Febbraio a Torino verranno illustrati i risultati del progetto di ricerca finalizzato ad indagare l’assetto idrostrutturale del sistema acquifero, le componenti di alimentazione e a costruire una previsione dell’andamento del flusso idrico sotterraneo.

La presentazione del progetto, nato dalla collaborazione scientifica tra il Centro Ricerche Smat, l’Istituto di Geoscienze e Georisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Arpa Piemonte e la Regione Piemonte, vedrà la partecipazione di: Paolo Romano (Presidente Smat), Angelo Robotto (Direttore Generale Arpa Piemonte), Paolo Mancin (Dirigente Settore Tutela delle Acque Regione Piemonte), Roberto Ronco (Direttore Generale ATO3 Torinese), Giordano Colarullo (Direttore Generale Utilitalia), Antonello Provenzale (Direttore CNR-IGG di Pisa), delle ricercatrici e dei ricercatori che hanno condotto lo studio.

L’incontro sarà l’occasione per illustrare la metodologia di lavoro utilizzata per indagare i sistemi acquiferi pedemontani dell’area metropolitana di Torino e, in particolare, nelle aree di interesse regionale di Scalenghe e Venaria Reale con l’obiettivo generale di produrre significativi elementi conoscitivi per la salvaguardia dei campi pozzi che insistono su quei territori.

Le risorse idriche sotterranee costituiscono il 97% delle risorse globali di acqua dolce ed il 70% in volume degli approvvigionamenti totali di Smat: la determinazione e valutazione dello stato degli approvvigionamenti in termini di stabilità ed affidabilità a breve e medio periodo riveste quindi un ruolo fondamentale per la sostenibilità e la gestione del servizio nel territorio di riferimento.

L’incontro sarà disponibile anche in diretta streaming al seguente link (https://ddei5-0-ctp.trendmicro.com:443/wis/clicktime/v1/query?url=https%3a%2f%2fyoutu.be%2fegvT%5fUCZlgU&umid=58B3195D-D1B3-8105-ACC1-CBFA8F08BB54&auth=eee4669b5785924065cca1c36a1d1bdd324e9b33-bd44130d28f6dbb5368236eef8bd915bedcd2b2d.).

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.