SUSA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: UN SUCCESSO IL CONVEGNO “VIVERE IN SICUREZZA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di DIEGO MARTOGLIO

SUSA – Sala gremita all’hotel Napoleon di Susa, sabato 24 giugno, per il convegno organizzato dall’associazione Orizzonte Valsusa che riunisce un insieme di soci uniti dall’ambizione di trattare tematiche socio-economico-lavorative riguardanti la valle e le sue possibilità di sviluppo e di occupazione. Il convegno “Vivere in sicurezza”, dedicato alla prevenzione della violenza sulle donne, ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso e di relatori d’eccezione sia dell’ASL TO3 sia del centro antiviolenza “Svolta Donna” che della compagnia dei carabinieri di Susa.

La scelta della tematica è stata volutamente decisa dal Direttivo muovendo dal presupposto che ogni possibilità di sviluppo passa, per forza di cose, attraverso un cambiamento di modelli culturali di riferimento e l’intento è stato quello di porre in evidenza il fatto che il modello culturale della nostra società è ancora profondamente discriminante e penalizzante nei confronti della donna, a partire dal contesto familiare sino a quello lavorativo.

Dopo l’introduzione della dottoressa Caterina Agus, antropologa, che ha esaminato il problema da un’angolazione sociologica, sono intervenuti la dottoressa Paola Sderci, assistente sociale dell’ASL TO3, le dottoresse Antonella Ferrero e Anna Beccaria del centro antiviolenza “Svolta Donna”, che hanno trattato il complesso argomento con dovizia di particolari, fornendo tutte le informazioni necessarie alla presa in carico di situazioni problematiche che sempre più si verificano nella quotidianità.

Il capitano Flavio Pieroni, comandante della compagnia dei carabinieri di Susa e il maresciallo Valeria Panzera, hanno efficacemente chiarito gli aspetti legislativi e il sostegno che le forze dell’ordine forniscono alle donne in difficoltà.

Nel corso dell’incontro è stato presentato in anteprima il cortometraggio “Non sei sola” per la regia di Matteo Balzaretti e Camillo Russo, che ha fornito un’ulteriore e preziosa testimonianza su un tema così delicato. Le conclusioni sono state affidate al presidente, avvocato Enrico Giorio il quale, tenendo presente i vari interventi, ha tracciato un sintetico quadro del processo di cambiamento che negli ultimi secoli ha avuto per protagonista la donna: trasformazioni culturali e legislative in grado di mettere a fuoco con chiarezza un cammino le cui luci ed ombre sono di estrema attualità.

Il vicepresidente di Orizzonte Valsusa, dottor Giuliano Pelissero, ha infine comunicato che dopo la pausa estiva l’associazione proporrà nuovi incontri su temi altrettanto importanti per il territorio, come l’occupazione e lo sviluppo socio-economico, a cui tutti sono invitati.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.