SUSA, IL COMUNE RINVIA IL PAGAMENTO DELLA TARI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dal COMUNE DI SUSA

SUSA – Si conferma l’impegno dell’Amministrazione Comunale per sostenere i contribuenti segusini in questo terribile periodo di emergenza. La Giunta Comunale, attraverso una delibera approvata urgentemente ieri mattina, ha deciso di rimandare il pagamento della tassa raccolta rifiuti (TARI) favorendo così le famiglie e soprattutto le imprese in questo periodo di emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19.

Le parole dell’Assessore al Bilancio Giuliano Pelissero: “stiamo facendo tutto ciò è nelle nostre possibilità attraverso azioni urgenti, infatti certamente il Dpcm Cura Italia non ha individuato soluzioni in materia tributaria, dunque, seppur vi sia una grave situazione anche nelle casse comunali era necessario andare incontro all’enorme disagio creatosi a seguito dell’emergenza Coronavirus, differendo il termine di pagamento della 2ª rata TARI 2019, fissata al 30/04/2020. Ecco dunque il rinvio per le utenze domestiche al 31/07/2020; per le utenze non domestiche al 31/10/2020”.

Il Vice Sindaco e Assessore alle attività produttive Giorgio Montabone: “In questo periodo di grandissima difficoltà economica le azioni del governo nazionale permettono per fortuna garanzie reddituali ai dipendenti pubblici, ai pensionati ai quali il reddito per fortuna per ora non è variato. Vi sono o vi saranno le casse integrazioni per i dipendenti del settore privato ma il vero dramma economico riguarda il settore produttivo; commercianti, artigiani piccoli imprenditori rischiano il collasso. Il Comune, nel suo piccolo ha deciso dunque di agire in tutto e per tutto per quanto di sua competenza. Questa è una prima azione; stiamo cercando inoltre di modificare e semplificare regolamenti che permettano altri importanti risparmi e agevolazioni”.

Il Sindaco Piero Genovese: “Così come abbiamo voluto andare incontro alle difficoltà che possono emergere in questo periodo di assenza dall’attività lavorativa per commercianti e imprese, facciamo altrettanto nei confronti dei cittadini, consentendo loro di contenere le spese familiari. Comprendiamo bene come, nelle casse dei nostri concittadini, la situazione straordinaria di emergenza possa determinare altre priorità nell’utilizzo delle risorse economiche. Stiamo distribuendo i buoni pasto e per aumentare il budget stiamo per lanciare inoltre una grande campagna di solidarietà proprio per ampliare queste azioni a favore di coloro che sono stati maggiormente colpiti dalla crisi economica. A inizio settimana prossima saremo in grado di procedere”.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.