VIDEO / DENUNCIATI 50 NO TAV PER LA PROTESTA A CHIOMONTE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

Comunicato della QUESTURA DI TORINO (Foto da NOTAV.INFO)

CHIOMONTE – Nella serata di venerdì 19 luglio, nell’ambito dell’annuale “Campeggio studentesco No Tav”, in corso di svolgimento dal 19 al 24 luglio presso il presidio di Venaus, circa duecento partecipanti si sono recati, in violazione dell’ordinanza prefettizia, al “Varco 1” dell’area di interesse strategico nazionale di Chiomonte e, dopo essersi assiepati a ridosso della cancellata metallica appositamente rinforzata e dislocata sul ponte del fiume Dora al fine di evitare attacchi al cantiere ed il contatto con le forze dell’ordine, hanno iniziato ad ammassare legname, pedane in legno e altro materiale infiammabile, provocando fiamme alte circa quattro metri.

Gli attivisti, nel corso dell’iniziativa, hanno scandito slogan e cori all’indirizzo della polizia battendo con delle pietre le griglie della cancellata metallica. Nella circostanza, personale Digos della Questura di Torino ha riconosciuto cinquanta appartenenti al centro sociale Askatasuna e al Movimento No Tav, che saranno denunciati per aver effettuato l’iniziativa in violazione dell’ordinanza emessa ex art. 2 Tulps dal Prefetto di Torino.

In particolare, tra questi, sette (sei torinesi ed una militante etnea) saranno denunciati anche per inottemperanza al “foglio di via obbligatorio” dal Comune di Chiomonte, mentre altri undici saranno deferiti alla procura per accensioni pericolose (e saranno applicate nei loro confronti anche sanzioni amministrative), tra cui vi sono due esponenti del centro sociale Askatasuna nei cui confronti pende ancora un procedimento sulla richiesta di applicazione della “sorveglianza speciale” avviata dalla procura, su informativa della Digos di Torino.

Tra gli altri trentadue attivisti denunciati dalla Digos per violazione dell’ordinanza prefettizia, vi sono anche i leader di Askatasuna Giorgio Rossetto, Mattia Marzuoli e Umberto Raviola che, nel pomeriggio di ieri, subito dopo la notifica dell’ordinanza del Tribunale del Riesame sulle misure cautelari adottate per gli episodi perpetrati in occasione del G7 di Venaria Reale (convertendo la misura degli arresti domiciliari in obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria), si sono recati presso il varco 1, violando pertanto il provvedimento della prefettura.

Nei prossimi giorni verranno avviate le procedure per l’emissione di altri “Fogli divia” e anche le misure di prevenzione.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

  1. Tav o meno da fare, mi domando” se a tutti noi nel mondo non va qualcosa e tutti ci mettessimo a fare cosi, che mondo sarebbe questo?” Le manifestazioni si fanno con rispetto, non in preda a crisi nevrotiche sovversive.La tav non e’ certo la soluzione migliore di questa valle , e bruciando a dx o sx cosa risolvete? Cosi’ per capire!

  2. Cara ELISABETTA forse tu hai ragione , ma purtroppo per far sentire la voce contraria alla linea TAV ,questo è l’unico sistema, in questo DEMOCRATICISSIMO PAESE, il rispetto contro i no TAv non esiste, esiste solo persecuzione, lo dimostra le infinite ordinanze che dovrebbero essere solo in via eccezionale , cosa che in Clarea è la NORMALITA’ ( in barba alle leggi) da almeno 20 anni, IL RISPETTO è MANCATO PROPRIO DALLE ISTITUZIONI , occupando violentemente e militarmente al di fuori delle leggi, il territorio. Purtroppo la casta che promulga la TAV è proprio quella che ha maggiori interessi. QUANDO MAI HAI VISTO UN DIBATTITO PUBBLICO IN TV(democratiche anche queste) TRA SI TAV E NOTAV? MAI !! E POI MAI !! .
    Mai nessuno spazio è stato dato ai NOTAV sulle democratiche TV se non in occasione di scontri ,( salvo qualche sparuta apparizione conclusasi poi con una sfilza di conclusioni dei si tav). Della TAV si parla solo per farla e mai del perchè non farla,il 90 % dei si tav compresa la maggioranza dei governanti, della tav non ne sa nulla ,non sa neanche dove sia sistemata geograficamente la Valsusa. NOn sa che esiste una linea a doppio binario in grado di trasportare OGNI TIPO DI CARRO MERCI UTILIZZATA AL 35%, UN’AUTOSTRADA A DOPPIA CANNA ( UNA DOVREBBE ESSERE DI SICUREZZA MA ORMAI è FATTA e si usa,(e della sicurezza non gliene frega niente a nessuno salvo poi piangere quando ci scappa il morto),e due statali. Se Questa è la tua visione della democrazia, allora hai ragione tu.
    Pe me questa non è democrazia, per me questa è oligarchia.
    Un saluto
    paolo

    • Caro Paolo io abito in Valle da 5 anni circa e sono NO TAV, perché i motivi del si tav mi sembrano castelli in aria….detto ciò capisco tutto ma non giustifico perché il movimento poi viene visto sovversivo, mentre sappiamo che nel 2005 la polizia ha aggredito vecchi e donne in queste giornate non è cosi, quindi si passa dalla parte del torto, perché ciò che resta in testa alla gente sono le fiamme non i motivi validi di tutela della salute e del territorio. Io ho già messo in altri art. un copia incolla della condanna del Tribunale dei popoli di Bologna a favore del movimento NO TAV e contro IL GOVERNO DI ALLORA. NO NON E’ DEMOCRAZIA E’ DITTATURA. Con tutte le violenze domestiche e non solo mai ho visto uno delle forze dell’ordine intervenire energeticamente, basti vedere l’aumento dei femminicidi. Questi organi che ci dovrebbero difendere sono utilizzati dal governo per i suoi scopi non per il bene del popolo. E’ una vergogna!

  3. Chi semina vento raccoglie tempesta.Questi sono gli ultimi sussulti di un movimento morente tenuto articialmente in vita da elementi violenti per scopi che sono incomprensibili (o forse no).Non ne sentiremo la mancanza.
    Per la Sig.a Elisabetta:
    Purtroppo non c’è niente da capire,i fatti parlano da soli.

    • c’è un movimento di donne mondiale che va via con le tette di fuori, non per mostrarsi ma semplicemente perché una situazione inusuale come dare fuoco al legname in questo caso attira l’attenzione, voi del Si Tav vivete di castelli in aria, non avete coraggio e si nota dal fatto del suo nome extracomunitario che ha…merovingio…del coraggio dei bau bau….solo dei codardi si preoccupano di 4 vecchi. solo i vecchi che ci mettono la faccia sono uomini e sono quelli che il mondo intero stima, mentre voi siete quelli condannati da un tribunale, si rassegni!
      Uomini come TONLE capaci in tempo di guerra di tutelare il patrimonio montano meritano più di quanto merita lei! Lei farà ciò che è abituato a fare nascondersi e non elogi le forze dell’ordine perché quello accaduto a M.G. le fa cadere dal piedistallo.

      • Nome extracomunitario?Si informi meglio,è il personaggio di un film.Il mio nome non lo pubblico per i motivi che ho già esposto.Io in valle ci vivo dall’88 e e sono Italiano al 100% da quando sono nato nel ’60 e quindi ,forse e se me lo concede, ho un idea un pochino più approfondita delle dinamiche che muovono i SI TAV ed i NO TAV.
        E per ultimo un consiglio:rilegga i suoi commenti prima di cliccare sulla icona “Pubblica”,eviterebbe molti strafalcioni ed anche la logica dei suoi commenti ne gioverebbe.
        A proposito,ieri notte i suoi amici hanno dato di nuovo spettacolo,sarebbe opportuno che voi cominciaste ad isolare i violenti visto che ne va anche della vostra credibilità oppure vi va bene così?Credibilità che,me lo faccia dire,è ai minimi storici.Ora ci manca solo che i 5* facciano marcia indietro sul blocco della TAV e poi sarete del tutto azzerati.

        • Ho detto che io sono qui da 5 anni circa , ma sono venuta in valle per un motivo.No non controllero’ cio’ che scrivo perche’ una persona intelligiente sa cosa voglio dire e se c’ e’ qualche errpre dimostra solo che sono umana…ma so dall’eta’ di 8/9 anni che le montagne qui hanno l’amianto me l’ ho insegno’ la maestra, lei veniva spesso qui in valle perche’ aveva amici o parenti.Resta il fatto che la Tav verra’ fatta comunque perche’ in dittatura funziona cosi’ …ma i resti se ci date i vostri indirizzi li diamo a voi.I francesi le macerie non le vogliono smaltire e pazianza attendiamo la lista di tutti i SI TAV politici compresi…non sente gia’ il profumo d’ amianto ? Un po’ come in Erin Brokovic e l’ acqua inquinata che offri’ ai legali della ditta che in inquinava le acque….Quello che fa pensare oltre alle manifestazioni un po’ inusuali ,dove arriva la polizia che per i femminicidi non si vede mai, ma come mai avete tanti problemi visto il desiderio di farvi venire un cancro….effettivamente e’ strano! Per non parlare della crisi dei lavoratori che non va a lavorare….mah! Sa che le dico nessun italiano si chiama merovingio e lei con quella stirpe credo non c’entri nulla , detto cio’ ho mangiato lo stesso e vado a dormire.LA RUOTA GIRA PER TUTTI….ognuno poi vedra’! Lei si diletti a convincere tutti delle sue ragioni …io me ne frego e vado a fare nanna .Qui non conta chi ha ragione ma il meglio per un territorio.La ragione non esiste.

          • Credo che lei abbia bisogno dell’esorcista…
            Rispondere ai suoi commenti è come sparare sulla Croce Rossa e quindi d’ora in poi me ne esimo.

            P.S.: Io il cancro l’ho avuto e ne sono ,forse, uscito,non le auguro l’esperienza e lei non la auguri agli altri.
            Tanto per puntalizzare un tipo di cancro non imputabile alla presenza di amianto.
            In poche parole rifletta ,se ne è in grado, prima di vomitare sentenze.
            La lascio sola con i suoi deliri.

            Lunga vita e prosperità.

  4. Ogni cosa che fanno hanno subito la giustificazione pronta, se invece di denunciarli a piede libero li mettessero in galera per qualche giorno ( a spese loro ovviamente) forse la smetterebbero di fare i vandali. Le grandi cose si sono ottenute senza violenza ( la marcia del sale di Ghandi). Solo così si può dire di essere sempre dalla parte della ragione e di essere perseguitati dalle istituzioni.

    • caro UNO QUALUNQUE, dopo la condanna al governo da parte del TRIBUNALE DEI POPOLI DI BOLOGNA, i Governi avrebbero dovuto operare in modo migliore, un ex magistrato ha condannato il governo, evidentemente ci sono dei validi motivi di abuso della forza come dei valiti motivi a usare gesti estremi per farsi notare. LE DICO UNA COSA A lei e merovingio, quando una persona vuole farla finita va al sodo non si ferma prima, se si ferma prima è perché ha un problema o più da risolvere e usa gesti estremi per attirare l’attenzione. SUCCEDE CHE LA STRAFOTTENZA UMANA prevalga sopra l’umanità individuale tanto da non accorgersi del bisogno dell’altro- questa strafottenza è sintomo della falsa cristianità, perché Dio è sempre stato ponto a ascoltare chiunque. Di certo non voleva la TAV sotto monte Berico dove c’è il santuario della SANTA VERGINE. LA RUOTA GIRA e poi vedremo per tutti noi no e si TAV come girerà.

  5. I neofascisti hanno un arsenale completo di razzo e neanche i nomi sulla stampa: i NO TAV sono a giudizio per una presunta catapulta: questa è la legge uguale per tutti? Riflettete!

    • Infatti…come poi abbiano portato un missile senza se ne accorgesse nessuno e’ un mistero.Non e’ certo piccolo.Se portavano un sottomarino si sarebbero accorti:):):)? Ma non conta ….e al senato pure voleva andare…a fare che? E una vecchia di 75 anni la chiamano terrorista No Ta:):):)va beh! Mentre una nave viola il posto di blocco italiano….e dopo ce l’ hanno con i no Tav.Ma tanto tutti fan il piffero che vogliono , do sta el problema?E i carabinieri uccisa dai servizi segreti d’ accordo con Usa del quale omicidio e’ andato in galera un malcapitato liberato dopo tanti anni? E Ustica? Tutte opere da fare? Accordi internazionali per 95 passeri di un volo…e mandassero le loro fam.n’ altra volta e che cavolo!

  6. Paolo, le Tue ragioni sono ineccepibili ma siamo ancora in molti a pensare che questo NON sia “l’unico sistema” e ad agire di conseguenza, percorrendo altre strade.
    Definirei perfetto il “Così per capire!” di Elisabetta per interpretare il sentimento di tantissimi No Tav.

    • Concordo che tutto ciò che va oltre il lecito, danneggia la causa no-tav.
      Ma vista la storia di tutti questi anni, direi che la strategia pro-tav è proprio quella di chiudere qualsiasi spazio al confronto sui temi, per esaperare e provocare reazioni eccessive, al fine di poter accusare (ovviam senza mai entrare nel merito dei motivi delle proteste).
      L’unica strada quindi resta quella di lasciarsi anche malmenare ma non reagire, per non fornire pretesti.

    • Pero’ pure lui non sbaglia …quelle che vanno in giro con le tette di fuori ci vanno perche’solo cosi’ la gente si accorge della loro causa, quello che e’ sbagliato e’ che si debbono fare certe scelte particolari prima che il prossimo ti veda.E poi sono cristiani cattolici?Ma vadano dall’ occulista!

  7. Merovingio personaggio di un film?
    Qualcosa come definire Caligola protagonista di un film di Tinto Brass.
    Andando a spanne nell’Alto Medioevo, pescando nei ricordi del libro di storia di seconda media senza ulteriori facili approfondimenti, i merovingi furono la dinastia discendente da Meroveo che cedette il rango imperiale a Carlo Magno, abile e influente cortigiano di debole ascendenza nobiliare, e alla sua dinastia ben più nota ed illustre: i carolingi.
    Sempre con la lettura di quel libro fu facile fissare nella memoria il motivo della loro decadenza.
    I merovingi sono passati alla storia come “Rois fainéant”.
    RE FANNULLONI.
    Pseudonimo perfetto Signor Merovingio dei giorni nostri.

    • Il Merovingio per sua informazione è un personaggio di un film di fantascienza (Matrix Reloaded),ma la scuso per la sua ignoranza ,se avesse consultato Wikipedia o IMDB invece che i libri di storia delle medie l’avrebbe scoperto da solo.
      Lei probabilmente guarda dalla cima della sua torre d’avorio solo pellicole cecoslovacche sottotitolate in bulgaro e mai e poi mai si abbasserebbe a guardare qualcosa ascrivibile alla cultura pop.
      E constato con piacere che non perde occasione di usare la sua tuttologia reale o presunta per cercare di insultare chi non la pensa come lei.In fondo in fondo mi sta quasi simpatico nonostante la sua prosa involuta e boriosa,mi ricorda qualche vecchio professore che ho avuto al liceo,così convinti di essere superiori da non accorgersi che il modo gli sfilava intorno mentre il tempo scorreva e loro erano sempre più assolutisti ed inaciditi.
      Degli abituali frequentatori di queste pagine di commenti solo il Sig. Galliano ha provato a rispondere ai miei dubbi sul cosidetto movimento NO TAV e sui motivi che lo animano,da molti altri commentatori ho solo trovato la ripetizione a pappagallo delle solite balle sull’amianto/falde acquifere/mafie etc. che sento ormai da troppi anni ,un frenetico arrampicarsi sugli specchi in nome di una ideologia ottusa,commenti deliranti senza un filo logico oppure,come nel suo caso,una completa disconnessione dalla realtà,realtà che in modo inelluttabile sta arrivando.
      Il 26 luglio si avvicina silenzioso,ma a grandi passi… Game over.
      Buona fortuna.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.