FOTO / SESTRIERE, INCIDENTE PER SOFIA GOGGIA: CON IL SUV SOPRA IL FURGONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DELLA FISI

SESTRIERE – Sofia Goggia, alla guida della propria autovettura nel centro abitato di Sestriere, è uscita di strada senza fortunatamente riportare alcuna conseguenza fisica nel tentativo di evitare un’autovettura che ha improvvisamente frenato davanti a lei. La campionessa olimpica di discesa e vicecampionessa del mondo di supergigante prenderà regolarmente parte agli impegni istituzionali che la vedranno impegnata nei prossimi giorni a Roma con il Gruppo Sciatori Fiamme Gialle e a Fiera Bolzano, dove giovedì 11 aprile alle ore 14.30 sarà fra i protagonisti dei “FISI Awards” con la Federazione Italiana Sport Invernali nel corso di Prowinter.

L’ARTICOLO DI CRONACA

SESTRIERE – Nella notte tra sabato 6 e domenica 7 aprile c’è stato un incidente stradale in centro paese, zona Plagnol, per fortuna senza gravi conseguenze. Un suv dell’Audi A4 “Allroad quattro” è uscito fuori strada lungo la scarpata, “atterrando” direttamente su un furgone parcheggiato sulla strada sottostante. Illesi gli occupanti della vettura.

(Foto di Marco Di Marco da Facebook)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

13 COMMENTI

  1. Adesso una station wagon diventa suv??
    Ma lo sapete cosa è un suv? Oppure tutto ciò che è fuori portata per la massa deve per forza essere un suv?

  2. Speriamo che neanche gli occupanti del furgone non si siano fatti male… Il codice della strada dice di mantenere la distanza di sicurezza per evitare che se quello davanti frena improvvisamente hai spazio per fermarti e non gli salti sopra… Fosse successo ad un giovane qualunque ci sarebbe stato sicuramente un esito diverso con svariati esami tossicologici ma se sei vip allora cambia… Visto che non ci sono nell’articolo se gli sono stati fatti gli esami del sangue per vedere come mai voli sopra un furgone con SUV in centro a sestriere dove viaggi a 30 all’ora ho scritto questo pensiero…. Mahhh…

  3. Ma, io avrei ancora fatto un articolo su questa vicenda. Con questo qui sono già tre, magari un quarto intervistando chi ha frenato davanti ed ha creato il dolo, e poi un quinto intervistando il proprietario del furgone, un sesto chiedendo lumi al sindaco, un settimo facendo una tavola rotonda con l’assessore alla viabilità…..insomma e via discorrendo…….

  4. Ma i limiti di velocita’ questi Big dello sci li rispettano? Mi pare di vedere pulmini degli sci club che sfrecciano a manetta anche con strade innevate e con a bordo dei ragazzini minorenni gente che non ha mai guidato un furgone in tutta la loro vita, ma fin che il cielo aiuta va sempre bene.

    • Sei il solito….. se un allenatore passa la vita sul pulmino a parlare gli atleti in giro per l’italia A fare gare come puoi dire che non hanno mai guidato un pulmino?
      Forse perché non hanno portato te? Perché non eri bravo già da piccolo

      • Purtroppo io ci sono andato fin troppo sui pulmini con degli incoscienti del genere quando la strada delle 2 Alpes era peggio del circuito di F1. E ti ricordo che per guidare mezzi x trasporto pubblico servono certificati appositi(vedi taxi e pullman) comunque fin che non scappa il morto ci si puo’ ridere sopra come queste foto.

  5. Scherzi di fine stagione in Alta Valle, allegria per l’arrivo della bella stagione e del meritato riposo dopo l’impegno agonistico, benessere economico per poter disporre di un’auto (suv o meno che sia) da 70.000,00 euro.
    Di solito sono più rigoroso ma questa volta direi che ci può anche stare purché il proprietario del furgone sia debitamente risarcito.
    Per la cronaca vorrei ricordare l’illustre maestra di sci lanciatasi in un giro notturno per le strade di Sauze a bordo di un gatto delle nevi con esito simile (un suv o presunto tale abbondantemente ammaccato dopo essere stato schiacciato contro una recinzione).

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.