VALSUSA, NUOVA ROTONDA VICINO AL LAGO DI AVIGLIANA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI AVIGLIANA

AVIGLIANA – L’assessorato ai Lavori pubblici sta coordinando i cantieri di Avigliana, un lavoro complesso che porterà i suoi frutti per la maggior parte degli interventi entro i prossimi 60 giorni e per quelli più complessi entro 4 mesi.

Centro storico

In piazza Conte Rosso è iniziata la sistemazione del sagrato della chiesa di Santa Croce, edificio di proprietà del Comune utilizzato per mostre ed eventi culturali. I lavori prevedono l’allargamento dello spazio antistante la chiesa mediante l’ampliamento dell’attuale pavimentazione in pietra all’ingresso e lo spostamento del passo carraio esistente più a Est. Completeranno l’intervento la posa dell’arredo urbano e di alcune fioriere.

Sempre in piazza Conte Rosso, in prossimità del parcheggio dell’ex pretura, sono state montate le recinzioni del Giardino delle Donne. La nuova cancellata consentirà di chiudere il giardino nelle ore notturne per evitare atti vandalici.

Sarà messa in sicurezza anche la scala della posta dei cavalli, che collega via XX Settembre con via Ailliaud. È stata infatti modificata l’uscita su via XX Settembre per escludere definitivamente il tratto provvisorio in ferro e legno, ormai fatiscente, che necessitava di costante manutenzione. Sarà inoltre posizionata una recinzione metallica, in sostituzione dell’attuale paravento in assi di legno.

In corso d’opera anche il primo lotto di via Monginevro e via Grignetto che saranno messe in sicurezza: in via Monginevro sarà realizzato un rialzo nei pressi della strada di accesso ai civici 25/27/29 nonché, in continuità con il marciapiede esistente, un passaggio pedonale protetto, con paletti dissuasori, fino all’ex discoteca Atlantide, mentre su via Grignetto è previsto il ripristino di alcuni tratti di asfaltatura.

Rotonde: al via la Grangia, quasi pronti a Sada

Sono iniziati i lavori della rotatoria della Grangia, opera pubblica attesa da oltre venticinque anni e che permetterà di eliminare l’ultimo incrocio semaforizzato sulla SP24 da Caselette a Borgone Susa. I lavori, il cui valore ammonta a 260mila euro complessivi, sono stati appaltati da Città Metropolitana di Torino che ne curerà la realizzazione.

Il progetto prevede la realizzazione di due rotatorie in successione collegate, rotatoria a 8, che avranno la funzione di ridurre la velocità. L’accesso avverrà da quattro bracci d’entrata e d’uscita separati da isole spartitraffico sistemate a prato verde e rialzate rispetto alla sede viaria, con la funzione di impedire invasioni di corsia opposta da parte di chi percorre la traiettoria di uscita.

“Assistiamo alla partenza del primo dei cantieri previsti per la risoluzione di alcuni dei problemi viari della città – afferma l’assessore ai lavori pubblici Andrea Remoto – al termine di un iter durato molto tempo, ma che, grazie al costante confronto che l’Amministrazione comunale ha avuto con la Città Metropolitana, oggi ci consente di esprimere grande soddisfazione per il risultato ottenuto”.

Altra rotonda su cui inizieranno a breve i lavori è quella di Borgata Sada, sul Lago Piccolo. “Confidiamo di avere l’impresa appaltatrice – prosegue l’assessore Remoto – per la metà del mese di maggio per poter così calendarizzare l’inizio dei lavori”.
Nelle settimane scorse infatti è stata stipulata con la Città Metropolitana la convenzione per l’esecuzione dei lavori, che saranno gestiti direttamente dal Comune. A marzo erano già state eseguite le operazioni di disboscamento dell’area d’intervento: “Abbiamo dovuto anticipare il taglio degli alberi in quanto la Valutazione d’incidenza ambientale aveva dato, quale termine ultimo per poter procedere, il mese di marzo – spiega Remoto –. Il disboscamento aveva inizialmente un costo di circa 8mila euro. L’abbiamo estrapolato dal progetto, e con un bando di vendita di legname “in piedi” abbiamo affidato il lavoro a una impresa forestale, trasformando così un significativo costo di appalto in un piccolo guadagno per le casse comunali, di circa 300 euro”.

Parchi

Sono in corso i lavori di potenziamento e sistemazione del parco giochi dell’Anna Frank in cui sono stati aggiunti due nuovi giochi, una teleferica e una piramide di corda per l’arrampicata e sarà sostituita un’altalena. Sarà sistemato il fondo del parco da livellare nei punti in cui si sono create buche. Contestualmente anche il parco di via Falcone è oggetto di interventi: una volta sostituiti i vecchi giochi, sarà montata una palestrina per l’arrampicata, sistemato il fondo dell’area dello scivolo e saranno riparati i tavoli da pic-nic con una sistemazione dell’area verde. Nel parco Alveare verde sono stati conclusi i lavori di semina, nei giorni scorsi è stato fatto il primo taglio dell’anno e il parco è stato riaperto al pubblico. Anche ai Bertassi sono terminati i lavori al parco giochi che ora ha un nuovo nome: “Giardin ëd le scòle, il Giardino delle scuole”. Nei giorni scorsi sono stati ultimati gli ultimi dettagli e la cartellonistica in modo da renderlo fruibile alla cittadinanza. I volontari dei borghi l’hanno anche arredato con fiori e nuovi attrezzi. L’inaugurazione del parco “Giardin ëd le scòle, il Giardino delle scuole”, inizialmente prevista per il 1 maggio, è stata spostata a data da destinarsi. Sempre ai Bertassi è stato concluso il rialzo delle quattro strade e completato l’accesso alla chiesa.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Ma è una pazzia! Fanno le rotonde per far circolare meglio il virus! Tutti i virologi in TV dicono che le rotonde fanno impennare i contagi! Ci sono anche i video su Facebook! E Gwen dice che porteranno altri 700.000 morti, come dopo che hanno fatto la nuova rotonda a Bussoleno!

  2. Caro Comune di Avigliana, invece di fare tutte queste stupide rotonde inutili che nessuno utilizza correttamente, perché non sistemare l’asfalto e tutte le varie buche, ad esempio in corso Laghi? Via della Repubblica ha i dossi tutti mezzi sfondati e troppo alti. Li facciamo diventare dei cuscini berlinesi? Via IV Novembre sembra un campo da cross tra dossi (mal segnalati), gobbe dell’asfalto e tombini posati male. Tocca fare lo slalom per non spaccare mezzi e schiena.
    Poi, se proprio volete fare le rotonde, fatele come si deve, cioè grosse, senza ostacoli alla visibilità (non come la rotonda Barca), e con le intersezioni equidistanti tra loro e perpendicolari alla rotonda. Grazie per un cenno di risposta.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.