CHIOMONTE, TROPPI RITARDI PER LE PISTE DI PIAN DEL FRAIS: LA RIAPERTURA SLITTERÀ A DOPO NATALE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABIO TANZILLI

CHIOMONTE – A meno di un miracolo, slitterà a dopo Natale l’eventuale riapertura degli impianti del Frais. Forse a gennaio. La lettera di invito per trovare un nuovo gestore è partita dal Comune solo ieri, il 14 dicembre. I ritardi burocratici e della politica sono andati oltre il previsto, e mercoledì 2o dicembre si saprà se c’è una società disponibile a riattivare le seggiovie.

Tempi troppo stretti per garantire il servizio già dalle vacanze natalizie: l’ipotetica società disponibile, se ci sarà, dovrebbe fare tutto ciò che serve per l’apertura al pubblico entro sole 48 ore. Battere le piste, occuparsi della manutenzione di tutti gli impianti, stampare gli skipass, assumere il personale necessario, stipulare i vari contratti coi fornitori e ottenere il via libera e i documenti burocratici dai vari enti preposti in appena due giorni, prima delle festività. Infine, il consiglio comunale dovrebbe riunirsi di nuovo entro venerdì 22 dicembre in forma straordinaria, per formalizzare ufficialmente l’eventuale incarico.

A livello tecnico, l’unica seggiovia che potrebbe aprire subito è la baby Narciso. La Frais – Pian Mesdì attende ancora la visita autorizzativa dell’Ustif (i più ottimisti sperano che venga a Chiomonte tra il 22 e il 26 dicembre, ma c’è chi sostiene che ormai saranno al Frais solo a gennaio). L’eventuale gestore dovrà spendere del tempo anche per sistemare la seggiovia Frais – Sauzea, i cui seggiolini devono essere ancora tutti smontati e rimontati per la manutenzione delle funi (la cosiddetta “magnetoscopia”).

Il Comune ha comunque fatto partire le lettere d’invito e ha affittato i due impianti di proprietà della Dedalo di Cerutti. La concessione riguarda le seggiovie biposto Chiomonte/Frais e Frais/Sauzea e le sciovie a fune alta “Frais – Pian Mesdì” e “Narciso” per la stagione sciistica 2017/2018. La società interessata dovrà offrire il pagamento di canone superiore ai 1000 euro e avrà ovviamente a suo carico le varie spese di gestione (elettricità, riscaldamento, acqua, ecc.).

 

 

Intanto il municipio continua ad essere tempestato di telefonate da parte di tanti sciatori che da anni erano tornati al Frais, per avere notizie. Per questo motivo sul sito web del Comune hanno pubblicato un avviso: “Gli impianti sciistici in località Pian del Frais sono chiusi per assenza di gestore. Il Comune sta promuovendo un ennesimo esperimento di gara nel tentativo di affidare la gestione per l’apertura delle vacanze natalizie. Aggiornamenti relativi verranno pubblicati sul sito istituzionale dopo il 21/12.Onde evitare l’intasamento delle linee telefoniche si prega di non contattare il Comune telefonicamente”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.