SUSA, UN FLOP IL CONVEGNO DEL PD SULLA TAV: “STOP AI TEATRINI DI PARTITO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il pubblico presente ieri pomeriggio a Susa, al convegno del Pd organizzato dal consigliere Antonio Ferrentino e dedicato alla Torino – Lione

di FRANCESCA FREDIANI (Consigliere Regionale M5S Piemonte)

SUSA – Organizzare l’ennesimo evento di aggiornamento sui lavori del TAV dimostra che il centrosinistra non ha veramente altre priorità per lo sviluppo del Piemonte e della Val di Susa. Sono anni che il Partito Democratico insieme alla lobby dell’alta velocità non fa altro che proporci la grande opera inutile come unica via di salvezza per i piemontesi e i valsusini. E questo nonostante ogni presupposto dell’opera sia ormai decaduto, e l’economia abbia dato segnali decisamente diversi rispetto alle stime elaborate decenni fa.

Anche la scarsa partecipazione all’evento dimostra che la valle non è interessata e la contestazione all’esterno dà prova che l’opposizione è viva più che mai e gli abitanti sono esasperati da anni di non ascolto, di militarizzazione e di criminalizzazione del movimento e non sono disposti ad ascoltare altre favole sulla grande opera inutile. Soprattutto se le favole sono raccontate da chi per anni si è dichiarato fiero oppositore del TAV e oggi ne è diventato un accanito sostenitore.

Giudichiamo fortemente inopportuna la partecipazione del commissario di Governo a questo inutile teatrino di partito: il governo attuale sta valutando i costi e benefici dell’opera e un atteggiamento di correttezza istituzionale da parte di Foietta sarebbe sicuramente apprezzabile.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

18 COMMENTI

  1. Io, a me, se mi danno un buon posto parapubblico a me e ai miei figli, sono anche disposto a sventolare una bandiera al mattino e la bandiera contraria la sera, e, se necessario, anche entrambe contemporaneamente, una per mano.

  2. a me smbra che il teatrino (violento) lo facciano i no tav…. nelle foto quattro gatti sempre gli stessi !!!!!!

  3. ancora una volta i SiTAV si dimostrano per quello che sono. PARLANO PARLANO ma sempre tra di loro con le stesse parole vuote, senza mai un commento contrario, dati veri alla mano, perchè ai NOTAV è vietato avvicinarsi, e poi parlano di democrazia, ed i violenti diventano i NOTAV, loro no, non sono violenti, le violenze le fanno fare alle forze dell’ordine. NON ACCETTANO un contradditorio al Rosaz, non l’hanno mai accettato e non lo accetteranno MAI magari fatto in piazza San Carlo a Torino con la cittadinanza a sentire.

  4. Qualcuno provi a contestare loro Festival sono padroni di tutta la zona e non riesci a passare neanche in bici…. molto democratici

  5. Tutti al paradiso socialista di Cuba ad arrotolare foglie di tabacco…….sia i Si Tav che i No tav…violenti gli uni quanto gli altri….

  6. Teatrino, sala da teatro, teatro, teatro dell’assurdo.
    L’ingenuo commissario di governo si è fatto coinvolgere dal Giuda Iscariota di Valle in una sua nuova e insolita veste di regista.
    Scelta della pièce perfetta, visti l’esito, i promotori ed i protagonisti:
    ASPETTANDO GODOT.
    Grandi applausi e pubblico, decisamente di nicchia, entusiasta a fine rappresentazione.

  7. Ma la dipendente del comune di susa che fa violenza
    Il sindaco di susa cosa aspetta a prendere provvedimenti contro una facinorosa che sputtana il comune. Sempre la stessa.

  8. I Valsusini dovrebbero considerare i NO TAV degli eroi, per essersi caparbiamente opposti alla cementificazione della loro bella valle!

  9. ora aspettiamo il grullo ed il di maio che vengano a confermarci qui a susa che la tav non si farà …meditate gente sul si alle olimpiadi…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.