VIDEO: VALSUSA, IGNOTI ENTRANO DI NOTTE NEL CORTILE DEL BAR / L’APPELLO DEL GESTORE: “AIUTATEMI A IDENTIFICARLI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SANT’AMBROGIO – Il nuovo gestore del bar del Laghetto dei Camosci, recentemente riaffidato dal Comune tramite bando, ha pubblicato su Facebook un video con l’obiettivo di ottenere la massima condivisione e “fare rete” con i suoi concittadini.
Nelle immagini si vedono tre persone, armate di piede di porco, accedere al cortile del laghetto e avvicinarsi al bar, ancora chiuso e che dovrà essere inaugurato a breve (forse da questo weekend). I tre hanno scavalcato la recinzione e spaccato la serratura del locale di servizio al bar, probabilmente con l’obiettivo di rubare qualcosa, ma per fortuna non hanno trovato nulla di appetibile. Successivamente si sono spostati davanti alle vetrate del bar, per poi allontanarsi indisturbati. Tutto questo è avvenuto ieri intorno a mezzanotte e le telecamere interne al locale hanno ripreso tutto. Per questo motivo, dopo aver fatto denuncia alle forze dell’ordine, il gestore Federico Piazza ha deciso di diffondere il video: “Se riconoscete questi tre individui, segnalatelo alle autorità competenti – spiega il giovane barista – il mio obiettivo non è fare polemica, ma chiediamo aiuto per identificare queste persone. Già quest’inverno, da quando abbiamo iniziato i lavori di sistemazione del Laghetto dei Camosci, alcuni ignoti sono venuti a rubare materiali e altre cose. Non si tratta del primo episodio, e vogliamo fare rete affinché si riescano a identificare i responsabili di questi furti. Poco distante avvengono spesso furti, presso il piazzale di parcheggio della via ferrata della Sacra di San Michele. Evidentemente ieri si sono introdotti per provare a rubare altro, o per fare un sopralluogo prima di effettuare il colpo. Per fortuna non ho ancora inaugurato il locale, spero di farlo nel fine settimana…e dentro non c’è nulla di valore. Abbiamo scelto di diffondere il video per far capire che questo Laghetto è un bene comune, patrimonio di tutto il paese, e speriamo davvero che i responsabili di questi brutti episodi possano essere identificati. Sappiamo che la zona è isolata, ma trattandosi di un’area dove si sta investendo molto per il turismo, è importante agire per tutelarne le attività. Sappiamo che il Comune intende installare la video-sorveglianza nella zona, speriamo chefacciano in fretta”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Caro Federico,

    io invece mi permetto di farla un po’ di sana polemica.

    Purtroppo non saranno le telecamere a disincentivare ladri, maleducati e cialtroni.

    Solo punizioni esemplari, repressione degli illeciti e azioni nette e decise potranno scoraggiare questa feccia.

    La mia impressione è che negli ultimi anni ci sia stato un un eccesso di ” buonismo” , di ” perdono” , e di ” poiticamente corretto e tollerante” .

    Se si sparge la voce che una comunità è buona, e anche gentile, tollerante e poi lascia correre, e poi chiude un occhio e magari anche due, e perchè fanno pena, e perchè sono ignoranti, e perchè poverini hanno dei problemi, e dobbiamo aiutarli a correggersi , a recuperarli, a inserirli, lo fanno perchè hanno fame ecc. ecc. …..questi sono i risultati.

    mauro Galliano

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.