A BARDONECCHIA LA FESTA DELLA SCAPULAIRE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO DEL TURISMO DI BARDONECCHIA

BARDONECCHIA – Sabato 20 luglio a Bardonecchia presso la borgata del Melezet si svolgeranno i tradizionali festeggiamenti in onore della Madonna del Carmelo, noti come “Scapulaire”, festa liturgica istituita per commemorare l’apparizione il 16 luglio 1251 a san Simone Stock, all’epoca Priore Generale dell’Ordine Carmelitano, della Madonna che gli consegnò uno scapolare (dal latino scapula, spalla), un pezzo di stoffa, rivelandogli notevoli privilegi connessi al suo culto.

IL PROGRAMMA

Ore 9 = Apertura Mercatini artigianali per le vie della frazione.

Ore 11 = Celebrazione Santa Messa officiata da don Gianluca Popolla, direttore del Centro Culturale Diocesano e del Museo d’Arte Sacra di Susa e da don Gian Paolo Di Pascale, parroco del Melezet.

Ore 12 = Inaugurazione della Mostra fotografica “Nuova vita alle Opere e vecchia vita di paese” nel Museo di Arte Religiosa Alpina del Melezet.

Ore 12.30 = Rinfresco offerto dall’Associazione Assomont, presieduta da Elsa Teresa Begnis.

Ore 15.30 = Apertura Museo di Arte Religiosa Alpina.

Ore 16 = Merenda per tutti.

Inoltre sarà possibile assistere ad alcune dimostrazioni di intaglio su legno a cura della prestigiosa e famosa Scuola di Intaglio del Melezet, famosa per i grappoli lignei e policromi come quelli esposti nella chiesa Sant’Antonio Abate. Il Museo di Arte Religiosa Alpina, parte del Sistema Museale Diocesano di Susa, espone opere di argenteria, statuarie lignee, dipinti e paramenti provenienti in particolare dalle parrocchiali di Melezet, Les Arnauds, Millaures, Rochemolles e dalle cappelle di San Sisto, San Sebastiano, San Rocco, del Sacro Cuore, di Notre Dame du Coignet e del Carmine (sede del Museo). Le testimonianze artistiche vanno dal XV al XX secolo.

Tra gli oggetti esposti spiccano le tavole dipinte provenienti dalla cappella del Coignet, opera del Maestro del Coignet datata al 1490-1500, la croce processionale del 1520-29, opera dell’orafo brianzonese Yppolite Borrel, la splendida Madonna lignea opera del Maestro della Messa di San Gregorio, datata al primo decennio del 1500, l’ancona lignea portatile raffigurante San Sisto e la Madonna col Bambino, una serie di reliquiari a braccio databili al XVII secolo e alcuni contraltari in cuoio impresso e dipinto.

Il museo durante la stagione estiva sarà aperto il sabato e la domenica dalle 15.30 alle ore 17.30 e dal 12 fino al 16 agosto tutti i gironi, escluso il 15 agosto, chiuso. Per visite in altri orari occorre prenotare contattando il numero telefonico 0122-622640.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.