BORGONE VIETA IL TRANSITO DEI TIR SULLE STRADE: “PROBLEMI DI SICUREZZA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di DIEGO MELE (sindaco di Borgone Susa)

Cari concittadini,
Care concittadine,

a seguito del grave incidente stradale accaduto nella giornata di oggi che, per mera fortuna, non si è tramutato in un tragico epilogo, da domani firmerò un’ordinanza che vieterà la circolazione di tutto il traffico pesante sulla SS 24 e, successivamente, sulla SS 25 quale naturale prosecuzione. Questo atto provocatorio, che sono perfettamente conscio potrà essere impugnato dal Prefetto quale rappresentate di un ente sovraoridnato al comune, spero possa essere utile a smuovere l’opinione pubblica su un tema troppo spesso dimenticato: quello della sicurezza stradale. Quale rappresentante legale dell’ente che rappresento, sono altresì consapevole delle responsabilità conseguenti alle mie azioni, che si rendono però necessarie al fine di salvaguardare l’incolumità dei miei concittadini. Pretendo, inoltre, che il Comune di Borgone Susa partecipi a tutti i tavoli inerenti il TAV e il cantiere ora presente a San Didero e che venga messa al primo posto, quale compensazione, una diminuzione della tariffa del casello autostradale di Borgone per tutti i borgonesi e per tutti gli autotrasportatori che dovranno conferire presso le ditte presenti sul territorio comunale. Purtroppo, in questo senso, le azioni politiche dei comuni della Val di Susa hanno fortemente penalizzato i valsusini: troppo incentrate sulla manifestazione del dissenso al TAV e poco tese alla proposta costruttiva e alla pretesa di compensazioni utili e necessarie. Contestualmente, verrà richiesto un incontro con l’assessore Regionale ai Trasporti, per capire quali azioni intraprendere nell’immediato, nonchè una convocazione urgente con i vertici di SITAF e ANAS, affinchè si possano evitare ulteriori incresciosi episodi come quello odierno. Tanto era dovuto.


Diego Mele

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

26 COMMENTI

  1. Egr. Sig. Sindaco , purtroppo non sono residente nel suo comune , se no le garantirei il mio voto per i prossimi dieci lustri . Plaudo alla sua iniziativa in toto , anni fa uguale iniziativa è stata presa dal sindaco di Chivasso che ha avuto come conseguenza lo spostamento del casello pedaggio autostradale della TO-MI ( A4 ) da Settimo t.se a Rodissone dove è attualmente . Ce ne fossero di amministratori come lei con le idee chiare e che tutelano l’incolumità dei proprii cittadini . Con orgoglio le stringo virtualmente la mano

    • In Svizzera o Austria con il……cavolo che attraversi un territorio con un tir se non è per il trasporto locale, Autostrada e passi lunghi e ben distesi senza voltarti.

          • Da quando la valle della Maurienne è in Austria o Svizzera? Guarda che non siamo al gioco “sparo una cazzata e quando me lo fanno notare ne sparo un’altra”.

  2. Ottima iniziativa,seguendo il principio della massima prevenzione consiglio di permettere solo il traffico pedonale e solo se i pedoni sono dotati di casco integrale e paraschiena con airbag,non vogliamo che si facciano male se si inciampano e cadono…

  3. Ma un comune può vietare il transito su una strada non di sua competenza? e poi se non erro il tir stava consegnando materiale ad un’azienda sita sul territorio comunale di Borgone, che si fa? si chiudono e si trasferiscono le aziende?

    • La zona industriale di Borgone è a ovest dell’abitato, nei pressi dell’uscita autostradale, quindi non ci possono essere penalizzazioni perchè possono accedere da lì senza transitare in centro!

      • Non esiste solo Borgone. È un comune di transito per raggiungere il resto della valle. Il sindaco non può vietare niente, e chi pensa che questa sia una genialata è solo un ingenuotto che non capisce la differenza tra amministrare e fare propaganda.

  4. Esiste un autostrada? Quindi via il traffico pesante dalle SS, transito consentito solamente al trasporto locale ( molte zone della Francia adottano questa regola). Questa regolamentazione del traffico pesante dovrebbe essere valida per tutta la valle. Invece abbiamo i Tir che escono ad Almese o Rivoli e attraversano tutta la valle con carichi pesanti, infiammabili, pericolosi ect. ect….per risparmiare il pedaggio. Questa crociata dovrebbe essere una priorità dell’unione montana e non di un solo sindaco, ( lasciare perdere la lotta Tav). Battaglia per battaglia, strappare alla Sitaf sconti importanti sul pedaggio dei lavoratori e pendolari. Non sono in linea con l’orientamento politico del sindaco di Borgone, ma quando le idee sono per la comunità………….forza Sindaco.

  5. Caro sindaco, questa è una boutade bella e buona. La sicurezza non è fatta solamente di divieti ed autovelox, ma anche di infrastrutture fatte bene. L’asfaltatura di Borgone è penosa, tutta buche e tombini. Lo so che asfaltare costa invece vietare è gratis, però smettiamola con questa ipocrisia. Un finto velox di meno e due buche tacconate di più.
    Invece di vietare il passaggio dei TIR, metti i vigili a fermarne qualcuno e verificare che i mezzi siano a posto e revisionati. E fallo anche con le automobili che ci sono certi catorci che girano senza luci e gomme lisce. Falla un po’ di prevenzione. Ah già, costa!

    • E’ possibile che quando qualcuno tenta di risolvere un problema ne esce subito un altro che tira in ballo cose che non c’entrano nulla? Se le strade fossero state asfaltate e se ci fosse stato un vigile, il TIR non avrebbe perso il carico? Perchè questo è il problema! Si rende conto?

      • Perché se perdeva il carico in autostrada era meglio? Eravamo tutti più sicuri? Basta con sta retorica da due soldi.

  6. UAOOO…..mamma mia cosa ci si inventa per fare propaganda
    una crociata con tanto di sindaco in testa per fermare i camion .
    a breve partiranno i lavori di scavo per il nuovo autoporto ,allora si che ne vedrai di camion passare per il tuo paesino.
    ma tu integerrimo avevi fatto un ordinanza che purtroppo non puoi far rispettare
    che politico …. che uomo ….. che ……….
    ps io adesso fornirei i vigili con armi pesanti per fermare i bisonti della strada …….

    • L’unica arma pesante dovrebbe fermare chi scrive idiozie come Lei. L’autoporto è in un altro Comune ed è servito da due svincoli completamente fuori dagli abitati

  7. Bravo sindaco.

    Un sindaco che durante la pandemia è stato vicino ai suoi cittadini con le sue quotidiane dirette Facebook un impegno da elogiare e copiare.

    Bravo!

    La sicurezza viene prima di tutto.

    Il sindaco del comune di borgone è vicino ai suoi cittadini, come è giusto che sia.

    * FACCIO NOTARE

    Che nel mentre il comune vicino di villar Focchiardo è abbandonato.
    Ormai le buche nella via centrale che porta alla posta sono diventate davvero pericolosissime e sono alla vista di tutti.

    Gli automobilisti per non prendere le buche molti invadono la corsia opposta con il rischio di un incidente frontale, qualcuno è pure caduto in bici.

    Quindi?

    Sono anni che aspettiamo un asfalto decente e una sistemazione e un interessamento più puntuale.

    Sono anni che si va avanti a sacchi e palate di asfalto.

    Ora forse si è rotta la pala?
    Sembra che il comune non mette più nemmeno più quel poco di asfalto.

    Magari una pulizia della ghiaia, terra, sabbia, delle strade devastate, renderebbe un asfalto meno scivoloso, ma forse così si venderebbero troppe buche o sbaglio?
    Quando piove tutto diventa ancora più pericoloso!

    Eppure le tasse sulla busta paga vengono detratte tutti i mesi.

    Giusto per far notare la differenza e la breve distanze (2km) tra i 2 comuni.

    Un elogio al Sindaco di Borgone per questa iniziativa e per tutte quelle passate.

    SAREBBE ORA CHE QUALCUNO FACESSE QUALCOSA, aspettiamo l’incidente mortale?
    Di chi è la competenza per una solerte soluzione?

    Giusto per sapere…

    Un saluto al bravissimo Sindaco Diego Mele.

    Fiorella

  8. C’è un sindaco che, anziché attendere il danno più grande, si mette in campo per prevenirlo adottando la regola che molti altri comuni già applicano: stop al traffico pesante in paese perché esiste una via alternativa. Ciò che normalmente ci si chiede dopo un incidente grave è sempre “perché il Comune non ci ha pensato prima?” …stavolta abbiamo un sindaco che si pensa prima e non va bene neanche così?
    Come può esserci anche solo UNA persona a cui questo può non piacere? I commentatori-detrattori sono tutti guidatori di TIR che vanno a prendere il gelato da Penna??? O scrivono per contraddire a prescindere?

    • Non esiste alcuna via alternativa e l’ordinanza è illegittima. Sempre che sia stata fatta veramente, o solo annunciata ai giornali per fare un po’ di propaganda.

      • Al di là della legittimità o meno dell’ordinanza, mi direbbe in quali zone industriali della Valle non è possibile arrivare se non attraversando un centro paese?

        • Onestamente non si capisce il senso della domanda. Tralasciando il fatto che nessun comune può legiferare su strade che non sono di sua competenza, nessun comune della valle può vietare il passaggio dei mezzi pesanti sul proprio territorio senza che sia presente una via alternativa non a pagamento. Visto che non mi risulta che Borgone abbia una circonvallazione, l’autostrada non è una via alternativa. Molto semplice da capire, a che per te.

  9. Parlando sempre di sicurezza cosa aspetta sig. Sindaco a sollecitare i vari Enti per la posa delle reti a protezione del canale sottostante la statale 24 prima del ponte della Dora? Aspettiamo ci capiti qualcosa per correre ai ripari?

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.