BUSSOLENO: I RAGAZZI DELLE MEDIE IMPARANO L’INGLESE A TEATRO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

2-web_8

BUSSOLENO – Nella mattinata di lunedì 25 gennaio, le classi seconde e terze della Scuola Media di Bussoleno si sono recate al Polivalente per assistere ad uno spettacolo teatrale in lingua inglese realizzato dall’associazione “Action Theatre in English”. Fondata dallo scrittore e attore comico Rupert Raison nel 2003, tale associazione contribuisce a diffondere l’inglese nella Scuola Primaria e nella Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado, attraverso i suoi spettacoli comici. Ogni spettacolo è scritto su misura utilizzando il linguaggio e la grammatica inglese acquisita dagli studenti. Gli spettacoli sono mirati e dunque comprensibili al 90%, in qualsiasi momento dell’anno in corso.

Lo spettacolo visto dagli studenti di Bussoleno si intitola “In the Web” e tratta un tema molto interessante della cultura attuale, narrando la storia di tre ragazzi britannici che iniziano una nuova vita scolastica, entrando per la prima volta in una “Secondary School” inglese (con tanto di uniformi) e allo stesso tempo raggiungono l’età per iscriversi a Facebook.

logo teatro inglese

I giovani di oggi crescono in una realtà molto difficile da gestire e “In the Web” affronta problemi importanti che dovrebbero essere una parte fondamentale di ogni curriculum scolastico: lo spettacolo parla dei pericoli di internet e dei social media, amicizie on line, cyber bullismo, identità false e altri temi del mondo virtuale, attraverso una storia in cui il pubblico degli alunni di Bussoleno ha potuto identificarsi totalmente.

Lo spettacolo è stato poi seguito da alcuni giochi che hanno coinvolto in prima persona gli alunni della “E. Fermi”, che hanno potuto così provare l’esperienza di parlare in inglese con dei ragazzi madrelingua.

“E’ stata sicuramente un’esperienza molto positiva, coinvolgente e da ripetere sicuramente”, questo il commento degli studenti di Bussoleno.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.