BUSSOLENO, PERDITE D’ACQUA DAL TETTO DELLA SCUOLA: “LAVORI DI RIPARAZIONE DA LUNEDÌ”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BUSSOLENO – Perdite d’acqua dal tetto della scuola media di Bussoleno. Infiltrazioni e crepe sul muro: un problema che l’edificio scolastico ha da tempo, e che si accentua quando ci sono precipitazioni come quelle di questi ultimi giorni.

“La scuola ci ha segnalato mercoledì 23 ottobre questa criticità e siamo andati subito sul posto con la ditta che dovrà svolgere i lavori di riparazione – spiega l’assessore Richetto  è un problema che sussiste da anni ed ereditato dal passato, c’erano stati già altri episodi in precedenza”.

E ora cosa succede? “Da lunedì la ditta farà partire il cantiere per sistemare il tetto, condizioni meteo permettendo – aggiunge Richetto – comunque sia le aule sono utilizzabili. Il Comune ha vinto un bando per far partire nei prossimi mesi dei lavori importanti nella scuola per risolvere il problema, in modo definitivo, ma si sa che i tempi dello Stato sono lunghi. Era già previsto nel nostro programma elettorale”.

E la crepa sul muro? “Si tratta una giunzione tra i blocchi costruttivi, a seguito di lavori di adeguamento antisismico. Si tratta di una specie di fessura. Non è nulla di grave, sarà coperta, ma non c’è alcun rischio”.

Intanto, in attesa dell’intervento di edilizia scolastica, si investe già anche per migliorare l’offerta didattica: proprio oggi sono state installate nelle aule della scuola alcune lavagne multimediali. “Grazie al professor Colenghi e altri suoi colleghi la scuola sta facendo molti passi in avanti, vincendo dei progetti di robotica e di innovazione” aggiunge l’assessore.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. dalle foto si evince un tetto con scarsa pendenza ed una catramatura come copertura. In una zona pedemontana !?1?! viene il dubbio certe ca….te siano fatte ad hoc. i progettisti di questo tetto, gli architetti , le commissioni edilizie che hanno progettato ed avallato questa idiozia (non unica purtroppo) andrebbero ridotti allo stato di impotenza, Vadano a vendere pomodori, quello è il loro mestiere. il buonsenso direbbe di costruire edifici pubblici con pendenze più accentuate e copertura di lamiera grecata coinbentata. durerebbe 30 anni….già ma forse sono troppi…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.