CASELETTE HA UN NUOVO DEFIBRILLATORE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI CASELETTE

CASELETTE – Da domenica 13 giugno è ufficialmente stato piazzato e funzionante in caso di necessità. Con un breve momento di festa è stato inaugurato con le parole di uno dei promotori dell’iniziativa, Maurizio Ossola: “Un anno fa, il giorno 11 giugno, ci lasciava improvvisamente il nostro amico Claudio Brigada. In quei tristi momenti un gruppo di amici, conoscendo la sua passione per la montagna e per il nostro Monte Musinè, ha pensato di poterlo ricordare per sempre acquistando e donando alla popolazione un defibrillatore in sua memoria e così è stato. Voglio ringraziare tutti coloro, e sono tanti, che hanno partecipato alla raccolta fondi per poter realizzare questo bel gesto. Così come l’Amministrazione Comunale, il Sindaco Pacifico Banchieri, per la collaborazione, l’aiuto burocratico e per il posizionamento della struttura. Infine il progettista e realizzatore della struttura Flavio Barla”.

Il giorno prima dell’inaugurazione si è svolto nel Salone 150 un corso proprio per l’utilizzo del defibrillatore e di primo soccorso. I partecipanti sono stati Luisa Bertolotto per la Fidas, Boris Putero per gli Aib, Rocco Inchico per il Kiosko, Antonio Ballario e Giuliana Pavan per il Gruppo Pensionati e Maurizio Bussone e Franco Busso per il Gruppo Alpini. Tutti guidati dalla docente del corso Daria Calascione, istruttore di Blsd Adulto e Pediatrico dell’Associazione Re Heart.

“Da questo momento il defibrillatore è funzionante – ha concluso Ossola – ma speriamo di non doverlo mai utilizzare e che rimanga nel tempo un caro ricordo del nostro amico Claudio”.

Ultime parole per il Sindaco Pacifico Banchieri: “Un bel modo per ricordare Claudio che per la nostra Comunità ha sempre fatto molto e in qualche maniera continua a farlo. Un defibrillatore in piazza Cays, un luogo così frequentato da caselettesi e non, può davvero in caso di necessità salvare una vita umana e rappresenta uno strumento di sicurezza in più”.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.