CHIUSI TUTTI I NEGOZI PER PASQUA E PASQUETTA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla REGIONE PIEMONTE

TORINO – È stata appena firmata dal Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio una
ordinanza che prevede la chiusura di tutti gli esercizi commerciali a partire dalle ore 13 di
domenica 12 aprile fino alla mezzanotte di lunedì 13 aprile, ad eccezione di farmacie,
parafarmacie e di tutti gli esercizi dedicati alla vendita esclusiva di prodotti sanitari. Restano consentite, anche, le consegne a domicilio per tutti i settori merceologici, eseguite nel rispetto delle regole di sicurezza.

Spiega il Presidente Cirio: “Ora più che mai i nostri comportamenti sono importanti ed è fondamentale restare a casa, anche in giornate come Pasqua e Pasquetta che abbiamo sempre vissuto come momenti di festa da trascorrere in compagnia. Per questo ho scritto alle Prefetture del territorio chiedendo di intensificare i controlli sugli spostamenti e ho predisposto la chiusura degli esercizi commerciali il 12 e 13 aprile, ad eccezione della domenica mattina per evitare che tra venerdì e sabato si creasse una concentrazione di uscite per gli acquisti”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Se si va avanti così, tra un po’ si cominceranno a contare i defunti economici, che presto supereranno quelli sanitari.

  2. Anche nel mondo che c’era prima del virus i negozi si sarebbero dovuti chiudere nei festivi. Questo per dar modo a chi ci lavorava di potersi riposare e passare in serenità le festività.

    • Concordo che la domenica e i festivi i negozi dovrebbero stare chiusi per i motivi suddetti.
      Il problema degli itagliani non è che manca il tempo per andare a comprare, è che mancano i soldi.

  3. Purtroppo siccome a distanza di 3 mesi dalla conoscenza dell’epidemia il ns governo non si è attrezzato per alcuna strategia diversa dall’isolamento personale totale, proseguono le norme “segrega itagliani” secondo i quali non si può nemmeno andare a vedere gli anziani genitori o parenti in questa Pasqua (e non è detto che ce ne sarà un’altra).

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.