CORONAVIRUS, A GIAVENO 3 MORTI E 3 ANZIANI CONTAGIATI NELLA CASA DI RIPOSO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

GIAVENO – Salgono a tre i morti residenti a Giaveno positivi al Coronavirus. Lo ha reso noto questa sera il sindaco Carlo Giacone: “Si tratta di un uomo di circa 60 anni che era ricoverato da alcuni giorni al San Luigi di Orbassano – spiega il primo cittadino – esprimo le più sincere condoglianze da parte mia, dell’amministrazione comunale e di tutta la cittadinanza alla famiglia del nostro concittadino”.

Ci sono anche nuovi casi di positività (29 residenti secondo il Comune e 30 totali per la Regione Piemonte): “Si tratta di 3 casi, una donna di oltre 50 anni che lavora come operatrice sanitaria e che va ad aggiungersi agli altri 9 dello stesso ambito professionale, per un totale di 10 operatori sanitari residenti a Giaveno contagiati dal virus” spiega il sindaco.

Invece le altre tre persone contagiate sono anziane ospiti di una casa di riposo: “Sono 2 donne residenti a Giaveno, tutte e due di circa 90 anni, tutte e due ospiti di una struttura per anziani del nostro territorio – afferma il sindaco – ho subito chiesto informazioni all’Autorità Sanitaria e ai responsabili della struttura per capire la situazione. Nella scorsa settimana sono stati effettuati i tamponi a tutti gli ospiti della struttura e a tutti i dipendenti, circa 120 tamponi. Alla data attuale 3 di questi tamponi hanno dato esito positivo, le 2 nostre concittadine e un’altra donna non residente a Giaveno, ma di un comune limitrofo, anche lei vicina ai 90 anni. Nessun operatore dipendente è risultato positivo al test. Al momento le 3 donne stanno bene e non presentano alcun sintomo dell’infezione da Coronavirus, sono state prontamente isolate dal resto degli ospiti e sono stati attuati tutti i protocolli di contenimento previsti. Le famiglie delle 3 signore anziane sono state informate e la situazione è attenzionata da parte dei responsabili della struttura e dall’Asl”

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.