CORONAVIRUS, IN VALSUSA SOSPESE LE MESSE E I FUNERALI IN CHIESA: “BENEDIZIONE AL CIMITERO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

di CESARE NOSIGLIA (ARCIVESCOVO DI TORINO E AMMINISTRATORE APOSTOLICO DI SUSA)

In attenta sintonia con quanto disposto dalle Autorità regionali e come misura sanitaria precauzionale nei confronti del diffondersi del corona virus anche nella nostra Regione, sentiti i pareri degli organismi competenti della Curia, l’Arcivescovo di Torino e Amministratore Apostolico di Susa

DISPONE NELLE DIOCESI DI SUA COMPETENZA QUANTO SEGUE:

  1. nella settimana dal 24 al 29 febbraio sono sospese in tutte le parrocchie le attività pastorali che prevedano la presenza di gruppi di persone, in particolare sono sospese le attività del catechismo e quelle di ogni oratorio;

  2. sono anche sospese tutte le attività pubbliche a livello di Uffici di curia (conferenze, convegni e corsi) e a livello di Diocesi.

  3. In seguito alla precisazione della Regione pervenuta circa le “manifestazioni religiose”, sono sospese tutte le celebrazioni religiose compresa la S. Messa con concorso di popolo, fino a sabato 29 febbraio compreso.

  4. Circa i funerali si potrà prevedere una benedizione data alla salma presso il cimitero alla presenza dei parenti. La Santa Messa in suffragio si celebrerà in data da stabilire in accordo con gli stessi parenti.

  5. Per quanto riguarda il mercoledì delle Ceneri si sospenda la celebrazione. Invito le famiglie e ogni cristiano a vivere questa giornata secondo lo spirito quaresimale di preghiera, digiuno e opere di carità.

  6. La celebrazione della Messa con imposizione delle Ceneri potrà essere spostata a domenica 1° Marzo, salvo nuove indicazioni che potranno essere date.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

  1. Di male in peggio, possibile che non avete ancora capito che togliendo la Santa Messa si peggiora ancora di più….Vi da proprio fastidio questo DIO lo volete cacciare fino alla fine…peggio per voi . mio dovere avvertire di pregare invece di pensare al proprio egoismo…Tornate a Dio e pentitevi….ah dimenticavo questo è un grande avvertimento dal cielo…Buona vita.

    • Non dai, dimmi che sei un troll. Non puoi essere vero. E io che credevo che quelli che assaltano i supermercati fossero i più imbecilli del momento.

  2. Gentile “non di questo mondo”.
    Anche se sembra ironicamente e senza offesa che lei ci tenga tanto ad essere raggiunto all’altro mondo, qualcuno potrebbe voler restare ancora qui con noi qualche tempo. La messa concentra molti anziani, il virus è nuovo, non esiste un vaccino per contrastarlo e nessuno possiede anticorpi per combatterlo. I dati finora raccolti testimoniano che 15 over ottanta su 100 che lo hanno contratto non gli sono sopravvissuti. Non si può chiedere l’etá delle persone all’ingresso delle chiese e fare seguire la messa solo a chi più giovane correrebbe meno rischi nel subire un possibile contagio che come è noto è facilitato la dove si creino assemblamenti di persone e anche un solo individuo sia infetto. Però la liturgia può responsabilmente sospendere le messe e questo a mio parere al momento è un gradito atto di responsabilità.

  3. Rispondo ai signori che hanno scambiato un importante avvertimento….il nome non di questo mondo non significa che voglio morire, ma che non ho la stessa mentalità, in quanto al troll no , non lo sono affatto….anche se mi ha dato dell’idiota non importa, quasi nessuno mette il vero nome, io scelgo questo come voi avete fatto mettendo quello che avete voluto. Concludo dicendo come ho iniziato che la mia intenzione non era provocatoria, anzi ho dato un consiglio…poi ognuno è libero di agire secondo il proprio libero arbitrio che rispetto…saluti e buona vita

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.