CORONAVIRUS: VALSUSA, DIMESSO DALL’OSPEDALE IL MILITARE IN SERVIZIO AL CANTIERE TAV

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CHIOMONTE – E’ in buone condizioni il militare in servizio al cantiere Tav di Chiomonte, contagiato dal Coronavirus. Lo ha reso noto questa sera, domenica 8 marzo, il sindaco di Chiomonte Garbati: “Le sue condizioni sono buone e quindi è già stato dimesso – ha scritto il primo cittadino – Ora è in quarantena in una caserma. Risulta sia stato in contatto solo con colleghi dell’esercito per i quali si sta seguendo il protocollo precauzionale. Queste sono le prime notizie ricevute dalla Prefettura”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

9 COMMENTI

  1. Il coronavirus si è permesso di contagiare il cantiere più amato da tutta la classe dirigente politica italiana, il cantiere salvifico per l’ economia, l’ ambiente e i posti di lavoro. Il cantiere che ha divorato miliardi di €. sottratti alla sanità e alla ricerca scientifica ora al collasso di risorse. Il cantiere che deve rimanere aperto a qualunque costo, dove la zona rossa è stata garantita con filo spinato, manganelli e gas lacrimogeni ( lì si che ci sanno fare in quanto al rispetto delle regole……)
    Ora stiamo a vedere se si applica il protocollo di quarantena per l’ area: nessuno entra e nessuno esce, tampone per tutti e ricostruzione delle provenienze geografiche di operai e militari, gli spostamenti, le frequentazioni.

    In ogni caso, come dice questa testata giornalistica, le informazioni sono arrivate dalla Prefettura.

    A giudicare da quanto poco la notizia sia stata data dai media potrebbe sembrare che la grande censura non vuole assolutamente che passi il neppur minimo segnale negativo per la ” grande opera”.
    Ma forse non è così e sono io che sono un maledetto sciacallo in mala fede. Vedremo, c’ è tempo.
    Per fortuna il militare sta bene.
    Mauro Galliano

  2. Il primo ‘appestato’ a Chiomonte un militare del cantiere Tav tanto per cambiare, il sindaco preoccupato non per la salute dei cittadini ma per tranquillizzare tutti sul fatto che non c’è pericolo, a breve arriveranno camionate di euro a Chiomonte…….. Povero illuso ci crede solo più lui e Virano, Esposito e Foietta sono in depressione

  3. Succede! I virus sono cosi’! Qllo del 2007/8 che creava problemi circolatori ha creato problemi a tanti giovani .Anche il responsabile dell’ ospedale di Brescia della virologia intervistata su RAI 3 si e’ chiesto perche’ tutte queste misure….Sara’ ora di sputare il rospo visto che nel mondo alcuni giornalisti hanno gia’ delle risposte.

  4. si può sapere da dove è arrivato questo militare o è segreto di stato
    non minimizziamo sulle possibilità di contagio, è una prassi sbagliatissima
    tutti devono sapere tutto, o finiremo molto peggio della Cina.
    bisogna rendere pubblica la provenienza dei militari al cantiere
    nascondere è da irresponsabili, e da delinquenti.

    • Siamo già molto peggio della Cina … avete idea di quanti abitanti ha la Cina?? eppure da loro il virus sta diminuendo, da noi aumenta perchè l’italiota medio non crede al virus, e va in giro a diffonderlo facendo rischiare la vita a persone immunodepresse o anziane… ricordiamoci che dobbiamo lavarci e disinfettarci le mani, non toccarci occhi, naso e bocca, stare minino ad un metro dalle altre persone, starnutire e tossire nel fazzoletto o nella piega del gomito, buttare i fazzoletti utilizzati una sola volta, e rivolgerci al numero 1500 in caso di febbre e tosse, non per noi stessi, ma per solidarietà verso quelle persone anziane o immunodepresse che con questo virus rischiano di morire, tanto più che in molti posti non ci sono più respiratori liberi… dobbiamo farlo per SOLIDARIETA’ verso chi sta peggio di noi, per non fare morire i nostri genitori e nonni e smetterla di fare gli egoisti che vanno lo stesso a sciare, al centro commercial, al bar, al pub, in pizzeria… BISOGNA STARE A CASA, si esce solo per cose essenziali tipo comprare cibo e medicine, poi BISOGNA STARE A CASA.

    • Voglio ancora dire ai giovani idioti che si baciano, si abbracciano e pubblicano fotografie orrende sui social credendo di sfidare il virus, che il loro comportamento è da deficienti mentali… loro magari contrarranno il virus ma non moriranno, ma faranno morire i loro nonni e i genitori e nonni di molte altre persone… la vita di un anziano o di un immunodepresso che magari si sta curando con la chemioterapia perchè ha il cancro, non vale meno della vita di questi giovani italioti ignoranti che pensano che il virus sia un gioco…il virus non è un gioco, il virus uccide, e se un paziente grave arriva in un ospedale dove non ci sono più respiratori, è condannato a morire soffocato e solo… davvero queste giovani generazioni tanto tecnologiche sono così egoiste, malvagie e ignoranti da voler uccidere persino i loro nonni per i loro comportamenti irresponsabili?? Non siete a casa sa scuola perchè è Pasqua…NOn è Pasqua, siete a casa perchè c’è un’epidemia che uccide e dovete tapparvi in casa con i vostri cellulari e restarci, non andare in giro a diffondere il virus facendo morire persone innocenti che vi hanno messo al mondo…è una vergogna come vi comportate cari giovani, siate meno egoisti, se foste vecchi vorreste morire in rianimazione senza nessuno che vi tenga la mano?? Inoltre, ricordatevi bene, che purtroppo, anche dei giovani sono morti o sono in pericolo di vita a causa di questo virus.

  5. Un sindaco ha l’obbligo di adottare ogni misura necessaria a tutela dei propri cittadini, quanto dobbiamo aspettare per vedere un ordinanza o quant’altro? Vietare ogni uscita da quel cantiere anche per operai e qualsiasi forza dell’ordine. Come ha scritto qualcuno vi è l’obbligo di sottoporre a controlli chiunque è stato in quel cantiere, anzi potrebbero pure metterlo in quarantena definitivamente! Invece succede il contrario da 9 anni gli abitanti di Chiomonte subiscono controlli e vessazioni di ogni genere da parte opposta

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.